James sulla questione dell’asterisco

Per la stella dei Miami questa stagione non è diversa da altre e chi vince non dovrebbe avere l’asterisco.

La stagione 1998/99 fu anch’essa condizionata dal lockout, in quell’annata si disputarono solo 50 partite e a vincere il titolo furono i San Antonio Spurs dell’emergente Tim Duncan contro i New York Knicks (4-1), nell’albo d’oro NBA (come vedete nel link) non è presente nessun simbolo di fianco al nome degli speroni, simbolo (in questo caso un *) che potrebbe presentarsi nella squadra campione di quest’ann0, ma LeBron James (27 anni) non ci sta.

Il “King” alla ESPN ha dichiarato: “Non credo sia giusto mettere un asterisco di fianco alla vincente di quest’anno” aggiungendo: “Non andare oltre, ogni squadra ha lavorato duramente e non mi interessa se è stata una stagione tagliata, chi vince vince”. Inoltre LBJ ha parlato proprio di quelli Spurs del 1999: “Io non scredito quelli Spurs, voglio dire stiamo parlando di un allenatore incredibile come Greg Popovich e di un grande come Tim Duncan, dopo quel titolo ne hanno vinti ancora” concludendo: “Cosa dovrei dire? Essendo che hanno vinto il loro 1° titolo con il lockout valga meno degli altri? Non sono di questa opinione”.

Nella notte Miami ha perso in volata a NY ma comanda saldamente la serie sul 3-1 e il secondo match-point potrà giocarselo in casa, LeBron ci tiene a sottolineare l’importanza dì questa post-season: “È una stagione difficile per tutti, per quel che mi riguarda credo sia la stata la più dura della mia carriera, tanto quanto il mio anno da rookie”.

 

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B