Stern alza la voce sul “flopping”

Il Commissioner non perdona le esternazioni del coach dei Pacers e dice la sua sul brutto fenomeno del momento.

Oltre alle prestazioni balistiche l’NBA sta affrontando un fenomeno che in questi Playoffs sta diventando ormai una moda: la simulazione, detta in gergo “flopping”.

Il coach degli Indiana Pacers Frank Vogel ha pagato nel vero senso della parola per le sue esternazioni sui Miami Heat, definiti come i migliori cascatori della Lega, l’ammenda è stata di soli $15 mila ma David Stern avrebbe fatto di oeggio: ” Le parole di Vogel erano inappropriate e rivolte a condizionare l’arbitraggio della serie, io non sarei stato così clemente”.

Il Commissioner poi ha criticato questa moda di buttarsi: “È un fatto sul quale bisogna lavorare e stare attenti, di questo passo ci toccherà consegnare un Oscar tra gli award individuali” aggiungendo: “Non sono giocate legali ma fatte per ingannare l’arbitro, ci sta che si accentui un po’ il contatto, ma in certi casi si tratta di vero actor-studios”.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B