Durant e la sua nuova dimensione

Il bomber dell’NBA protagonista della vittoria di stanotte ma non solo per le giocate offensive e lui ci tiene a sottolinearlo.

Oltre ai 5 punti dei 9 finali che hanno contribuito alla rimonta e al successo dei Thunder contro i Lakers nella Gara2, Kevin Durant (22 anni) ha mostrato notevoli miglioramenti in difesa tanto che è stato lui a prendere Kobe Bryant (33 anni) nell’ultimo quarto.

Nel post-partita KD ci ha tenuto ad evidenziare questi suoi progressi nella metà-campo difensiva: “Tutti mi conoscono come un grande realizzatore, ma nessuno ha mai preso in considerazione la mia difesa” aggiungendo: “In questi Playoffs mi sto impegnando dietro, aiuto i compagni, mi batto a rimbalzo, cerco di sporcare più palloni possibili” tant’è che c’è il suo zampino nella palla persa di Bryant negli ultimi 2′ di partita e anche nei numeri si può vedere questo costante miglioramento: 1.3 stoppate, 7.5 rimbalzi e 1.0 recuperi ad uscita in questa post-season.

Colui che è soprannominato “Durantula” ha concluso dicendo: “Si tratta solo crescere giorno dopo giorno e di migliorare”

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • Elisa

    talento giusto, fisico giusto, testa giusta: Durant che giocatore esagerato!