Stern vuole più controllo e rigore nell’NBA

Il Commissioner non vuole lasciare la scena senza lasciare il segno, in arrivo nuovi cambiamenti all’interno della Lega.

Forse ancora per la prossima stagione David Stern rimarrà il Commissioner dell’NBA ma prima di lasciare la barca al suo braccio destro, Adam Silver, l’eco avvocato vuole fare gli ultimi cambiamenti per chiudere a testa alta.

La settimana scorsa stern ha voluto riunire i GM delle franchigie per discutere due temi molto caldi a livello tecnico ossia:
– L’adottare la regola internazionale del goaltending
– Maggiori e repentini provvedimenti per i simulatori, i cosiddetti “floppers”

Ma il “New York Daily News” narra che dietro a questa riunione ci sia anche un secondo fine, il Commissioner vorrebbe avere più controllo sulla Lega; in questi anni il buon David non è mai riuscito ad ottenere al 100% quello che otteneva per via delle varie opposizioni dei 30 GM NBA, anche loro molto difficili da controllare, ma adesso il vento è a suo favore. Tra i suoi obiettivi mancati ci sono proprio i due temi citati primi col secondo che,a  detta di Stern, è stato troppo tralasciato negli ultimi anni.

La simulazione dei giocatori si è intensificata a verso la prima metà del nuovo secolo e nelle ultime settimane Stern ha espresso pubblicamente il suo disappunto, non ha intenzione di applicare le nuove regole in questa stagione per non alterarne i risultati ma,a nche se alla fine del suo mandato, Stern si batterà come un leone per cercare di rendere l’NBA migliore.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • redbull

    stern se ne dovrebbe solo andare a fan****.

    ha rovinato la lega con le sue varie regole idiote, dal dress code a dare tecnico appena si fiata, per poi finire quest’anno facendo una stagioe in cui moltissimi giocatori si sono infortunati, spesso anche gravemente (rose, shumpert, billups).

    stern fai un favore a tutti e vattene!!

  • alert70

    Non ha fatto tutto bene, però gli va dato atto di aver migliorato la NBA. Il dress code lo trovo giustissimo, i tecnici fischiati a iosa no. Le simulazioni sono orride e indispettiscono tutti.

    Il vero errore che gli imputo sono le 30 squadre. Troppe. 26 poteva andare bene.

    Sulle 66 gare quest’anno, la colpa è solo dei giocatori. I loro contratti sono legati alle gare. Quindi più gare più soldi. Lo hanno voluto entrambi. Tutti sapevano quali rischi avrebbero corso giocando 66 gare in 124 giorni. Invece di fare a agra a chi ce l’aveva più lungo potevano acordarsi 20 giorni prima ed avere una stagione da 72 gare senza b2b2b.

  • zotal

    quoto redbull 100%, ha solo trasformato la NBA in una macchina da soldi pazzesca alle spese dell ultima regular season è stata una ca**ta pazzesca,aumentando il numero delle squadre poi ha diluito i valori tecnici in maniera impressionante

  • mik

    Mandiamoci Petrucci al posto di Stern e vediamo tra 10 anni se esiste ancora l’NBA… poi vediamo se Stern era così male.

  • Zotal

    il fatto che in Italia ci siano dei buffoni messi li’ solo dagli agganci politici e dalle conoscenze non fa di Stern un genio a mio modestissimo parere

  • Bagatterson

    C’eravamo tanto amati, playitusa?

  • redbull

    vero poi anche le squadre sono troppe, con talento troppo sparso qua e la…e poi è molto più difficile vincere un titolo, e gente come nash si meriterebbe di vincerne almeno uno, ma così diventa veramente un impresa ancora più dura

  • redbull

    dimenticavo anche spostare i sonics a oklahoma secondo me è stata una ca**ata bella e buona