Granger si gira la caviglia…sul piede di LeBron!

Il top-scorere dei Pacers si è infortunato alla caviglia stanotte ed è successo contro il suo bersaglio preferito.

Brutta tegola stanotte per gli Indiana Pacers, Danny Granger (29 anni) si è distorto la caviglia durante il 1° tempo della Gara5 di stanotte a Miami senza più fare ritorno in campo nella ripresa, ancora in dubbio la sua presenza nella decisiva Gara6 ma lui è ottimista: “Non vedo circostanze per le quelli non dovrei scendere in campo nella prossima partita”.

Il tutto è accaduto a 3′ dalla sirena dell’intervallo lungo (vedi video sotto), Danny ha cercato la tripla che avrebbe potuto dare la parità a quota 41, il tiro non è entrato e l’esterno di coach Vogel nel ri-atterrare ha messo il piede sopra a quello di quel LeBron James (27 anni) che tanto Granger ha preso di mira in questa serie; nel pre,-partita il “King” non gliele aveva mandate a dire e, commentando la marcatura aggressiva del rivale, disse: “Qualunque cosa sta provando, non sta funzionando” aggiungendo: “Ha detto che non ha paura di me e che quindi quello che fa lo fa per dimostrarlo a se stesso,  non lo trovo molto intelligente”.

Granger e James hanno avuto diversi battibecchi con il prodotto di New Mexico sempre il primo ad aprire le danze: “Un po’ di trash-talking non penso faccia male” ha dichiarato il diretto interessato.

[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=518Dq4brFH0]

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • tom

    di granger m’è rimasta impressa un uscita durante i mondiali in turchia, del tipo “gli europei puzzano” che mi fece rimanere di stucco… °-°^
    devo però ammettere che, sia prima che dopo la suddetta dichiarazione, è sempre stato uno dei miei giocatori preferiti.
    in parte mi ricorda scottie pippen (il 33 dovrebbe essere un omaggio alla mitica spalla di jordan).
    sarebbe un peccato vederlo uscire di scena in una serie tanto combattuta, con una rivalità quella con james, senza paragoni ok, ma bella da vivere e che lo vede ovviamente underdog… ed io preferisco tenere per gli sfavoriti 😉

    ultima considerazione per indianapolis : una città che merita una squadra ai vertici con grandi rivalità, detroit, ny, chicago… pur avendo astio per i pacers gli riconosco anche molti onori.

    se dovessero uscire con miami speriamo che il prossimo anno si ripresentino a questi livelli, ancora piu’ forti di adesso!!!