Jabari Parker, un nuovo predestinato?

Muhammad e Noel saranno protagonisti il prossimo anno, ma attenzione al giovane Parker per il futuro!

La recruit classe del 2012 ha già dato il suo spettacolo con le scelte di Shabazz Muhammad (UCLA) e Nerlens Noel (Kentucky), la classe del 2013 è già dietro l’angolo. SportIllustrated nel suo ultimo numero ha dedicato la copertina a Jabari Parker indicandolo come il miglior giocatore delle high school del dopo LeBron James, una bella eredità per questo giocatre che dovrà già dimostrare di meritarsi questo “premio”.

Jabari Parker è un ottimo prospetto, punta molto sul suo atletismo che ha mantenuto nonostante nell’ultimo anno sia cresciuto fino a 2.04, deve mettere su massa muscolare per poter essere paragonato a James, la meccanica di tiro sembra più pulita rispetto a quella del prescelto, è un grande realizzatore che cerca molto il ferro proprio come LBJ. Al momento ha ricevuto già molte offerte da università importanti come Duke, Kentucky e North Carolina ma si prevede un altro spettacolo stile “The Decision”: per sapere la sua destinazione molto probabilmente bisognerà attendere Aprile 2013, subito dopo le final Four NCAA.
Ora, LeBron James era già famoso a 17 anni con tanto di dirette nazionali della sua scuola e in qualche modo (passatemelo) ha aperto la storia della NBA 3.0, ossia quella del post Jordan, del “politically correct” e del Dress Code.

In questi ultimi 10 anni molti giocatori che sono stati dominanti a livello di high school sono dovuti passare obbligatoriamente al college come Anthony Davis e John Wall più recentemente e per andare un po’ indietro con gli anni  Chris Paul (2005) di Wake Forest. L’ultimo a fare il doppio salto HS-NBA è stato Andrew Bynum nel draft 2005 e la differenza si sente in quanto sta solo ora mostrando tutto il suo arsenale che poteva essere affinato con un anno di College (aveva scelto Connecticut), anche dal punto di vista comportamentale una stagione al college può essere utile per maturare.

L’ultimo  #1 nel recruit ranking ed aver mantenuto le attese al college è stato Greg Oden della classe del 2006, sfortunatamente gli infortuni lo hanno limitato e non poco, ma l’attenzione che gli fu riservata si è rivelò più che buona.

SportIllustrated ha gettato nella mischia questo giocatore, che ricordiamo ha solo 17 anni, e a quell’età anche il fattore mentale può risultare fondamentale.

Solo il campo ci dirà se sarà il nuovo James o uno dei tanti.

Ecco la copertina di SI

 

S.Bei

S.Bei

Sono di Rieti e ho una passione viscerale per il college basketball. Il mio giocatore preferito è Doug McDermott, non seguo particolarmente le vicende dei top team ma mi piace scovare giocatori promettenti nelle cosidette Mid-Major perchè a trovare il fenomeno a Kentucky, Duke o Louisville sono capaci tutti…il bello è trovarli dove non guarda nessuno! Nickname: Ste

  • Pippi Calzelughe

    Quale sarebbe stato il college in cui è passato Howard?!? USC? University Scrivo Cazzate?!?

    L’ultimo a essere il numero 1 nel recruit ranking ed aver mantenuto le attese al college è stato Greg Oden della classe del 2006, sfortunatamente gli infortuni lo hanno limitato e non poco, ma l’attenzione che gli è stata data si è rivelata più che buona, se possibile andiamo all’opposto nella classe del 2006 quando al primo posto c’era…Josh McRoberts……e Mario Chalmers 19°

    Sarei davvero grato se qualche anima pia mi spiegasse questo periodo…

  • Chiedo scusa per il mio collaboratore, diciamo che non è stato molto attento nella stesura di questo pezzo. Grazie per la correzione

  • in your wais

    Beh, nel 2006 anche ci furono diversi giocatori di HS che fecero il salto, fu quello l’ultimo anno in cui fu possibile, nn il 2005…