San Antonio e Parker abbattono i Thunder!

Stavolta San Antonio non corre rischi e in 3 quarti annichilisce i Thunder con difesa, tiro da 3 punti e un sontuoso Tony Parker da 34 punti.

 

 

 


San Antonio Spurs – Oklahoma City Thunder 120-111

(28-22; 55-44; 92-76)
SAS 2-0

Spurs: Leonard 18 (10 rimb), Duncan 11 (12 rimb), Diaw 9, Green 10, Parker 34, Ginobili 20, Bonner 4, Splitter 8, Neal 3, Jackson 3, Anderson.
All.Popovich

Thunder: Durant 31, Ibaka 8 (10 rimb), Perkins 3, Sefolosha 2, Westbrook 27, Harden 30, Fisher 10, Collison, Cook, Mohammed.
All.Brooks

Top performance:
Rimbalzi: Duncan 12 (3 off, SAS) / Ibaka 10 (5 off, OKC)
Assist: Parker 8 (SAS) / Westbrook 8 (OKC)
Recuperi: Leonard 1 (SAS) / Durant 3 (OKC)
Palle perse: Duncan 3 (SAS) / Perkins 4 (OKC)
Stoppate: Duncan 4 (SAS) / Ibaka 4 (OKC)

MVP: Tony Parker (SAS) 34 punti (15/19, 1/2, 1/2), 3 rimb, 8 ass, 2 perse

Recap

Nessun patema stavolta per i San Antonio Spurs che, malgrado i 69 punti della “premiata ditta” Durant-Westbrook-Harden, superano i Thunder si portano sul 2-0 nella serie e registrano la 20esima W consecutiva (10ima nei Playoffs); nel primo tempo la difesa di coach Popovich lavora alla grande facendo tirare gli avversari col 36% mentre davanti Tony Parker (17 punti nel 1° tempo) guida l’attacco facendolo tirare col 58%, all’intervallo lungo però il vantaggio degli speroni è di 11 punti (55-44). nella ripresa i Thunder provano a rimontare ma i loro tentati sono vani, a metà del 3° quarto gli Spurs decidono di mettere in ghiaccio la partita, break di 10-0 e vantaggio che s’impenna sul +22 (80-58) a 4’47” dalla conclusione della frazione dando via in anticipo al garbate-time. Se in gara1 OKC aveva avuto la supremazia da 3 punti (24-27) in Gara2 San Antonio le ha tolto pure quella, 33 a 24 tirando 11/26.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • lilin

    ok in linea di massima ci siamo capiti e cmq voglio proprio vedere come faranno l’anno prox a okl a gestire la situazione…non sarà facile..

  • Matteo

    Secondo me la differenza è:
    se miami non vince.. progetto sbagliato.. 3 super star e il vuoto attorno si dirà che non si vince..
    se okc city non vince ci si metterà un attimo a valutare giocatori e coach.. forse durant non è cosi decisivo.. forse brooks non li sfrutta bene..

  • jamikitt

    San antonio è sotto il cap?

  • Beh, se Miami e OKC non vincono (ed almeno una delle due non vincerà) pioveranno critiche e cadranno teste. Di sicuro l’allenatore che non vincerà la pagherà cara…… c’è una bella differenza tra quei due coach e quello che siede sulla panchina degli Spurs……

  • brazzz

    bè..okc costruita sulle scelte,e con gente giovanissima..heat costruiti su uno che già era uno dei primi 5,a cui siè aggiunto quello probabilmenbte più forte..ditemi come si posson paragonare questi 2 dati di partenza..per cui certo,x gli heat(che a me non stan nè simpatici nè antipatici,premetto)si deve parlare di eventuale fallimento per ogni anello non vinto,per gli altri no..tutto qui…è il solito discoroso..okc ha programmato in alcuni anni,mediante le scelte..gli altri han costruito unamacchina da guerra obbligata a vincere subito,e senza un minimo di programmazione..

  • lilin

    se miami non vince spolestra se ne va scontato…
    il progetto potrebe continuare comunque andando a pescare fra veterani di livello free tipo nash kaman allen…che cmq anche in caso di vittoria credo proprio proveranno a contattare.
    se dovessero smantellare la questione sarebbe piu complicata perchè chi mandi via dei big 3? la logica direbbe wade, ma li è l’idolo…per ciò che ti possono dare lebron, ma sarebbe assurdo…oppure bosh ma devi vedere per chi e mettere in conto che avresti ancora la difficile convivenza nel gioco di wade e lebron…
    non è facile per niente

  • Matteo

    ok programmare negli anni.. ma il fatto che programmi negli anni non vuol dire che a un certo punto non sei obbligato a vincere.. sembra quasi una scusa.. “programma negli anni quindi anche se non vince pazienza”…
    okc credo abbia ancora questi e i prossimi playoff per vincere con questo gurppo..

  • Comunque sia, anche se costruita sulle scelte, OKC è una squadra che deve giocare per il titolo, soprattutto perchè come si diceva se non lo vince ora, poi potrebbe diventare difficile per le varie situazioni contrattuali che si verificheranno.

  • lilin

    anche perchè se togliamo okl dalle squadre che dovrebbero vincere chi rimane?

  • Michael Philips

    Va anche detto che i thunders hanno avuto per tre anni di fila una delle prima 5 scelte: durant 1st pick(2007) Westbrook 4th pick(2008) Harden 3rd pick(2009).

    Non era proprio impossibile costruire un buon team in questo modo. Certo devi comunque essere bravo perché la NBA è piena di milicic(2nd), thabeet(2nd), wesley jonhson(4th) olowokandi(1st) e kwame brown(1st)…

    Bisogna dire che sam presti ha davvero fatto un grande lavoro.

  • Michael Philips

    Scusate, Durant 2nd pick, dietro al povero Oden.

  • alert70

    Miami fino a quando rimarrano quei tre non ha mosse, se non firmare qualche “vecchietto”. Che so, vanno da Ray Allen e gli propongono di venire a South Beach. Ray accetta per bruscolini, etc………….

    In sisntesi è questo il tipo di mercato da fare. Oppure mandi via uno dei tre. Wade. Bosh lo puoi salutare se in cambio ti ritrovi un centro e un buon gregario.

    Poi ci sono le minchiate che minano alla base un progetto, quello dei Clips che hanno rinnovato la fiducia a Del Negro. Dare 10.5 mln a stagione per un demente (DAJ) è follia pura. Poi ci meravigliamo come mai gli Spurs l’anno prossimo partiranno da 48 con i rinnovi certi di TD e Diaw.

    Se avessero pensato con la stessa logica Splitter (più completo di DAJ) avrebbe guadagnato 11/12 mln? Follia pura. Infatti a SA non sono cretini e il brasiliano gli costa 3.6!

  • @alert70

    Daccordissimo su tutta la linea……

    PS: Ovvio che Miami se non vince e decide di ricostruire lo farà dando via Wade….

  • hanamichi sakuragi

    facciamo puro fanta basket senza contare il cap… diciamo che se dessi via lebron puoi ambire a prendere howar e deron williams… tanto per dire si intende

    il succo è che dando via lebron, come durant, prendi una squadra intera

  • Anche dando via Wade ti porti a casa un bel pò di roba….

  • jamikitt

    “non è facile per niente”

    hai perfettamente raggione, la scelta più sensata sarebbe cedere wade che è anche quello più vecchio; ma è l’idolo e non so la tifoseria come la prenderebbe.

    Per okc è forse più semplice, per me il problema è che entrambi i lunghi non hanno punti nelle mani e questo limita molto il loro gioco.Potrebbero scambiare West per un buon lungo con punti nelle mani e scambire Perkins per rafforzare gli esterni ma sopratutto è per alleggerire gli ingaggi visto che Harden e Ibaka vanno trattenuti a tutti i costi.

  • alert70

    Qualcuno citava Kaman come possibile rinforzo Heat. Impossibile. Ha 30 anni, abbastanza in salute, con offerte che non mancheranno a cifre interessanti. Parliamo almeno di 10 mln. Come farebbe a venire agli Heat non lo so.

    James e Wade guadagneranno 17.5, 19, 20.5 e 22.5 nei prossimi 4 anni. Potrebbero prendere Howard o Deron.

    Per il primo sarebbe follia pura, per il secondo si potrebbe fare a patto che a partire fosse LBJ.

    Ho la sensazione che anche in caso di sconfitta quei due rimarranno insieme.

    Curiosità: i due amigos sono talmente amigos che guadagnano le stesse cifre, fino al dollaro
    http://hoopshype.com/salaries/miami.htm

  • lilin

    secondo me wade difficilmente sarà quello a partire e sono convinto anche io che la coppia contiuerà in ogni caso…certo che se dovessi proprio fare la rivoluzione mando via sia bosh che wade, allora si che mi rifaccio una squadra come dio comanda. Magari un pò piu profonda e completa.

    non succederà mai eh sia chiaro..per lo meno nell immediato.

  • hanamichi sakuragi

    si alert sapevo che col cap non ci stavano dentro.. però chiaro è che se togli bosh e uno di quei 2 e hai in squadra howard williams e wade (lebron non lo voglio pensare) hai una squadra fortissima… più di ora

  • salviamo trigari

    Concordo, i 3 non si toccano anche in caso di mancata vittoria, forse Bosh, ma dovrebbe essere chiaro che Wade e James non si separerebbero mai, il filippino va a casa sicuro, qualche cadavere lascerà per far spazio a qualche altra salma, a meno che non si riesca ad arrivare a nash, ray o un lungo decente tipo kaman, ma come dice Alert visti i prezzi dei centri 10 mil non sono un eresia il che lo rende off limits a south beach

    ps se vincono che si fa? ci rimangiamo tutto… xD

  • in your wais

    Scrivo senza accenti, che sto cesso di tastiera giapponese non la capisco…

    Non vedo perche se OKC non vince si dovrebbe parlare di fallimento. Una cosa sarebbe fare qualche piccola modifica, cercando magari un lungo con qualche punto nelle mani, o allungando la panca. Altro sarebbe iniziare con i processi, via Brooks, via Westbrook, e chissa cosa altro…

    Jordan dovette sbattere la faccia 3 volte di fila contro i Pistons prima di vincere, e nessuno penso di mandar via Pippen o Grant perche nn erano abbastanza maturi. Bisognava solo avere pazienza

    OKC non ha rivali ad Ovest per il futuro, per il secondo anno di fila di presenta in finale di conference, e Spurs e Lakers sono a fine ciclo…non vedo motivi per rifondare o fare i fuochi di artificio

    Tanto piu che stanno sotto contro una squadra che in gara 2 sembravano gli Harlem Globtrotter, per come giravano palla e segnavano tiri di ogni tipo. Questi Spurs asfalterebbero chiunque oggi, anzi che OKC, fuori casa, li ha costretti a sudarsi la W

  • andrea

    finchè i thunder avranno westbrook in squadra il titolo non lo vincono

  • eros

    Venite anche qua a commentare vi aspettiamo!http://www.basketcaffe.com/

  • lilin

    ma io non credo molto alle cose del tipo “con questo giocatore non si vince”…westbrook è fortissimo e ha davanti a se molte altre occasioni.
    se iniziamo a discutere anche giocatori di quel livello non vinci con il 99% della lega a sto punto.

  • andrea

    è chiaro che westbrook è fortissimo però ho la sensazione che nel momento in cui non riesce a segnare non ha la capacità di rendersi utile in altro modo e diventa deleterio per la squadra…anche ieri appena aveva la palla tirava. Io prenderei tutta la vita un deron williams piuttosto che westbrook

  • alert70

    Andrea

    Mettiti nei panni di Westbrook. Questo ha maramaldeggiato contro chiunque, arriva Parker, che salta 10 cm e questo gli fa il cuolo a strisce. Non perchè il francese è migliore di lui in senso assoluto (lo penso a dire il vero), semplicemente si sta scontrando contro un team che ha un sistema offensivo/difensivo spaventoso.

    Ho guardato la sua faccia ogni volta che lo inficocchiavano con il p’n’r che vedeva coinvolto Perk. Puoi avere dei mezzi atletici assurdi, ma se Perk sta a bagno maria capisci che non è colpa sua se si prende 6/7 tiri in faccia. Inoltre ha tirato di più perchè Durant è stato marcato a turno da Step Jacks, Bonner!!!!! e Leonard. Se ci hai fatto caso la strategia di Pop è chiara: non potendo mettere la museruola a Westbrook lo isola dal gioco e dai compagni. Durant ogni volta che prendeva il pallone si ritrovava in una rete e per forza di cose ha dovuto tirare di meno.

    Quindi in soldoni il modo che hanno i Thunder per cercare di svangarla è coinvolgere il supporting cast e trovare un modo di liberare Durant dalla rete messa in piedi dai texani. In difesa, Perk si deve sedere in panca a favore di un quintetto piccolo ma in grado cambiare assegnamenti/marcature.

    Poi diciamocela tutta: il supporting cast dei Thunder è buono ma quello Spurs è oro colato. Stecca Green? No problem, c’è Neal. Stecca Neal. No problem c’è Leonard. Serve una tripla, c’è Bonner o Step Jacks, serve fare legna nel pitturato c’è Splitter che si permette pure un no look. Ops dimenticavo il ciccione Diaw.

    Poi non parlo di El-contusion. Palle cubiche.

  • andrea

    alert
    io sono convinto che westbrook sia fortissimo, contro 25 squadre su 30 può dominare ogni partita ma il suo problema è che non gioca con intelligenza, adesso si è trovato contro una squadra che fa degli aggiustamenti tattici per limitarlo e lui ci capisce poco.
    Sulle due panchine come hai detto te differenza abissale. Per fare rendere una panchina devi avere buoni giocatori e farli sentire importanti come hanno fatto gli spurs per tutta la stagione, nei thunder la panchina è stata sempre poco coinvolta. Diciamo che la panchina spurs si è abituata prendersi responsabilità per tutta la stagione, quella dei thunder no

  • Danilo

    Oklahoma è una formazione straordinaria, il futuro è dalla loro parte…. il problema è che questi Spurs sembrano finora dei marziani sul campo… Duncan sembra essersi fatto una decina di bagni nella piscina di “Cocoon”, un demone tornato dal passato a “infestare” la propria area e ad aleggiare nell’area avversaria con la atleticità dei tempi di Wake Forrest…. l’inchiodata in faccia al Sig. Ibaka, che di stopponi se ne intende, ha dell’incredibile…. Continuo a nutrire dubbi su Perkins, pensavo che la sua fisicità fosse più deterrente a centro area…

  • jamikitt

    Anche a me Westbrook non piace, ma non ne discuto il valore assoluto. Ma i thunder il prossimo anno devono fare delle scelte per poter rifirmare il barba e Ibaka quindi io avrei ceduto Wes per un ottimo lungo e sottolineo ottimo cosi da poter rinunciare agli otto milioni di contratto di Perkins.

    IYW se ti riferivi a me io non ipotizzo questo perchè sarebbe un fallimento non vincere anzi, ma quante squadre partivano tra le 3 favorite quanto il tu uomo più “anziano” ha 23 anni?

    Ma alcuni equiparano la situazione di Miami con quella di OKC e per me è una bella forzatura.

    Riguardo alla mia ipotesi Presti ha gia dimostrato di avere idee molto diverse dalle mie dando un contrattone a Wes, e credo che prestie ne sappia un pò più di me.

  • Danilo

    Westbrook è croce e delizia dei Thunders, ma ha un talento pazzesco e io ci penserei bene prima di intavolare una trade che lo veda protagonista… in fondo è ancora giovanissimo e in un ruolo che necessita di esperienza per valorizzarti in assoluto ( vedi Kidd o lo stesso Nash )….

  • lilin

    credo che le difficoltà westbrook le abbia perchè sta sfidando un sistema difensivo da paura…
    però se guardiamo ai playoff dell’anno scorso mi sembra che un bel passo in avanti l’abbia fatto.

    io quello che voglio aspettare al varco la prossima è durant perchè in casa almeno una la deve far vincere leonard o cap jack che lo marchino, non ci sono storie per quello che è considerato tra i primi 3 della lega.

  • jamikitt

    westbrook è un talento e non lo discuto, ma io lo vedo più una guardia che un play in staggione ha superato solo 4 volte i 10 assist, non è proprio quello che io voglio da un play.

    Lilly scusa ma westbrook ha le attenuanti perchè difeso da un sistema da paura, invece Durant sta giocando contro Toronto?che poi a me sembra che Durant il suo lo stia facendo tranne che nel quarto quarto della prima partita.

  • lilin

    si certo però io durant lo reputo 10 spanne sopra westbrook..una partita delle prossime due se la squadra non gira mi aspetto che la prenda in mano e la faccia vincere…

  • Danilo

    Ad Oklahoma gli Spurs troveranno l’inferno in terra…. azzardo un pronostico : i thunders vinceranno di 10-15 punti, trentello di Durant, quasi trentello di Westbrook e quasi tripla doppia di Ibaka che spazzerà i tiri degli Spurs come King Kong respingeva gli aerei in cima all’Empire State Building…. cmq è questa la vera finale 2012….

  • salviamo trigari

    Si può discutere su chi abbia giocato peggio tra Durant e Westbrook e magari metterci in mezzo pure al barba, ma dopo una notte in cui hanno fatto storia in attacco-così tanti punti da un trio ai PO non si vedevano dal 95 con Hakeem, Kenny Smith e the glide – mi sembra un pò superfluo, magari giocassero sempre così, il problema è che se vogliono portare a casa la serie devono evitare di subire 120 punti e visto che fanno una fatica immonda a difendere il pick & roll la vedo dura

  • jamikitt

    Sto rivedendo ora la partita e devo dire che Leonard sta entrando tra i miei giocatori preferiti, non ricordo un rookie cosi incisivo nei playoff grande manovra quella che fece San Antonio l’anno scorso, Hill era anche molto considerato dal Pop; spero non diventi sporco come Bowen.

    Comunque San Antonio la ricordo sempre tra la squadre più odiate, ma quest’anno con l’ottimo gioco che hanno sono diventati molto più simpatici.

  • Danilo

    x Lilin

    cmq se non ci fosse Westbrook lo stesso Durant avrebbe senza dubbio molte più “attenzioni” da parte delle difese avversarie…. difficile stabilire fino a che punto l’uno limiti l’altro, o, se preferisci, migliori l’altro… di fatto sono un’accoppiata micidiale e nelle prossime gare gli spurs se ne accorgeranno eccome….

  • makahuna

    ora pare evidente come questi thunder hanno un grave problema…la difesa…avere stoppatori non ti rende un ottima difesa…
    miami invece, ha un sistema difensivo…io credo che , se la serie finale sarà miami san antonio, si giocherà a ritmi bassi e punteggi bassi…la difesa di san antonio nn è tra le migliori, invece quella di miami è un sistema collaudatissimo…
    tecnicamente sarà stupenda
    detto ciò, san antonio in attacco è uno spettacolo per gli occhi…e diaw è molto più importante di quello che s pensi

  • Danilo

    SAN ANTONIO è LA DIFESA!!!!!!!!!!!

  • salviamo trigari

    sono d’accordo, Diaw è una specie di play occulto e in una squadra che fa della circolazione di palla il suo credo uno come lui è oro che cola, allo stesso tempo va detto che il francese avesse bisogno di un sistema come quello Spurs che lo sproni a giocare con determinazione e mettere in campo le qualità che ha, copia incolla per Cap Jack

  • Alfred

    Sarò ripetitivo, ma Westbrook è stupido…non ha istinti da play, bisogna lavorarci molto perchè se decidono di puntare su di lui il saper gestire la squadra mettendo in ritmo i compagni sarà la chiave di volta per creare un team vincente. a mio avviso il tutto potrebbe passare anche dall’assunzione di un allenatore competente, un santone alla Sloan o PJ, dato per certo che comunque Brooks lo devi mandar via

  • Michael Philips

    Westbrook per due anni di fila ha chiuso con almeno 8 assist di media, mentre questa stagione solo 5.5. Credo che questo calo sia dovuto alla crescita di harden che quando è in campo è lui il vero play.

    Westbrook stupido non mi pare, direi piuttosto che spesso di fa prendere dalla foga, ma non è stupido. Guardate che il suo modo di giocare, così come il rendimento, è davvero molto simile a quello di Rose, che certamente non è proprio un play e come prima cosa pensa a segnare. In difesa sono ancora due tasse per il proprio team, quindi insomma la smetterei con i soliti attacchi contro di lui.

  • Michael Philips

    Westbrook sarà un casinista, ma nonostante questo nei playoffs non ha solo 1.6 turnovers a gara. Durant che gestisce molti meno possessi e la palla la passa pochino, ne perde il doppio, ma lui no, non è un casinaro, non è uno che butta via palloni…

  • Alfred

    non butterà via palloni, ma non è lucido come play, per stupido voglio dire questo, non coinvolge i compagni nelle sue giocate e spesso si limita all’1vs1

  • alert70

    Westbrook è una combo guard. Come Rose. Come lo era Iverson, come lo era Parker prima della cura Popovich.

    I play veri sappiamo chi sono per cui accanirsi su di lui è come sparare sulla croce rossa. Non è un play, quello è Harden.

    Che debba migliorare è palese, specie in difesa ma ragazzi questo ha 23 anni. Un pò di pazienza per un giocatore in continua crescita. Paragonatelo a 12 mesi fà. Altro giocatore.

  • Ammiraglio

    “Scrivo senza accenti, che sto cesso di tastiera giapponese non la capisco…”

    ahahahahahahahah!

  • alert70

    Godo

    Il pick numero 1 è andato a New Orleans (hanno anche la 10ma) mentre i BobCats solo la seconda. Jordan è stato un grande ma come proprietario fa cagare. Hanno voluto giocare a perdere ed infatti hanno perso!!!!
    Sacramento la 5a mentre i Raptors l’8va. Blazers con la 6sta e 11ma. I Nets a mani vuote.

  • Michael Philips

    Felice che il 1st pick sia andato agli hornets piuttosto che ai bobcats.

    Direi a questo punto Davis giocherà a New Orleans, tutto il resto è variabile in base alle esigenze dei vari team.