San Antonio e Parker abbattono i Thunder!

Stavolta San Antonio non corre rischi e in 3 quarti annichilisce i Thunder con difesa, tiro da 3 punti e un sontuoso Tony Parker da 34 punti.

 

 

 


San Antonio Spurs – Oklahoma City Thunder 120-111

(28-22; 55-44; 92-76)
SAS 2-0

Spurs: Leonard 18 (10 rimb), Duncan 11 (12 rimb), Diaw 9, Green 10, Parker 34, Ginobili 20, Bonner 4, Splitter 8, Neal 3, Jackson 3, Anderson.
All.Popovich

Thunder: Durant 31, Ibaka 8 (10 rimb), Perkins 3, Sefolosha 2, Westbrook 27, Harden 30, Fisher 10, Collison, Cook, Mohammed.
All.Brooks

Top performance:
Rimbalzi: Duncan 12 (3 off, SAS) / Ibaka 10 (5 off, OKC)
Assist: Parker 8 (SAS) / Westbrook 8 (OKC)
Recuperi: Leonard 1 (SAS) / Durant 3 (OKC)
Palle perse: Duncan 3 (SAS) / Perkins 4 (OKC)
Stoppate: Duncan 4 (SAS) / Ibaka 4 (OKC)

MVP: Tony Parker (SAS) 34 punti (15/19, 1/2, 1/2), 3 rimb, 8 ass, 2 perse

Recap

Nessun patema stavolta per i San Antonio Spurs che, malgrado i 69 punti della “premiata ditta” Durant-Westbrook-Harden, superano i Thunder si portano sul 2-0 nella serie e registrano la 20esima W consecutiva (10ima nei Playoffs); nel primo tempo la difesa di coach Popovich lavora alla grande facendo tirare gli avversari col 36% mentre davanti Tony Parker (17 punti nel 1° tempo) guida l’attacco facendolo tirare col 58%, all’intervallo lungo però il vantaggio degli speroni è di 11 punti (55-44). nella ripresa i Thunder provano a rimontare ma i loro tentati sono vani, a metà del 3° quarto gli Spurs decidono di mettere in ghiaccio la partita, break di 10-0 e vantaggio che s’impenna sul +22 (80-58) a 4’47” dalla conclusione della frazione dando via in anticipo al garbate-time. Se in gara1 OKC aveva avuto la supremazia da 3 punti (24-27) in Gara2 San Antonio le ha tolto pure quella, 33 a 24 tirando 11/26.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B