James tra rabbia e rammarico per la Gara3

La stella di Miami è stata l’unica a salvarsi nel K.O della scorsa notte ma non si da pace e parla anche dell’amicone.

I Miami Heat hanno di che mangiarsi le mani per la sconfitta di stanotte a Boston, gli uomini di coach Spoelstra hanno giocato una prima parte di partita da spettatori finendo pure sotto di 24 punti durante il 3° quarto, vana la rimonta finale nel 4° periodo e a LeBron James (27 anni) non è andar giù l’atteggiamento tattico dei suoi.

Nel post partita il “King” ha ammesso: “Dovevamo attaccarli di più, sia io che Dwyane” specificando: “Intendo nell’1-Vs-1 per cercare di aprire la difesa e poter andare a punti o assistere i compagni” poi l’amaro in bocca per la vana rimonta: “Siamo entrati in partita troppo tardi e dunque nel momento sbagliato, è vero abbiamo messo su un bel parziale ma non è stato abbastanza”. James ha chiuso con 34 punti tirando 16/26 dal campo mente il suo amico, oltre al 9/20, non è mai andato in lunetta: 0 tiri liberi tentati, non gli succedeva dalla sua prima apparizione nei Playoffs nel 2004.

Intanto coach Erik Spoelstra sta meditando di schierare a sorpresa e in anticipo Chris Bosh (28 anni) nella cruciale Gara4 di domani, CB1 sta migliorando prendendo parte agli shootaround mattutini ma i medici non lo considerano ancora pronto.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B