James da sogno, Miami piega Boston e pareggia!

James firma a referto una prestazione superba, Wade fa lo “smooth criminal” e annichiliscono i Celtics, la serie torna a Miami per la decisiva Gara7.

 

 

 

Boston Celtics – Miami Heat 79-98
(16-26; 42-55; 61-74)
TIED 3-3

Celtics: Pierce 9, Garnett 12, Bass 12, Allen 10, Rondo 21 (10 ass), Stiemsma, Pietrus 2, Dooling, Daniels 8, Hollins 2, Pavlovic, Williams, Moore 3.
All.Rivers

Heat: James 45 (15 rimb), Battier 8, Haslem 6, Wade 17, Chalmers 9, Bosh 7, Miller, Cole 2, Jones 2, Anthony, Howard 2, Turiaf, Pittman ne.
All.Spoelstra

Top performance:
Rimbalzi: Bass 7 (2 off, BOS) / James 15 (2 off, MIA)
Assist: Rondo 10 (BOS) / James 5 (MIA)
Recuperi: Rondo 3 (BOS / Wade 3 (MIA)
Palle perse: Rondo 7 (BOS) / James 4 (MIA)
Stoppate: Pierce 1 (BOS) / Bosh 3 (MIA)

MVP: LeBron James (MIA) 45 punti (17/22, 2/4, 5/9), 15 rimb (2 off), 5 ass, 4 perse.

Recap

Nella partita più difficile dell’anno i Miami Heat non tremano e grazie alle loro stelle espugnano il Garden pareggiando la serie; nel 1° quarto è James contro tutti, realizza 14 punti (6/7 dal campo) e i Miami dopo la prima sirena chiudono avanti di 10 dopo esser stata anche sul +12 (14-26), con Boston che non ha ancora ingranato nelle mani del solo Rondo. LeBron è indomabile per la difesa di coach Rivers, non sbaglia un tiro da qualunque posizione, carica di falli Pierce (3!) e tiene praticamente da solo avanti Miami con Boston che continua a non aver il contributo de “Big Three”. Bass e Rondo tengono a galla i Celtics con le loro iniziative evitando agli ospiti di scappare, ma nell’ultimo minuto l’indemoniato James & Wade piazzano un pesante 5-0 per il +13 (42-55). Al riposo il tabellino di James recita 30 punti con 12/14 dal campo (CLICCA QUI per la mappa di tiro), mentre per Boston spicca il solo Rondo con 19+5 assist.
Nella ripresa i verdi entrano in campo col coltello fra i denti, eliminano subito i 17 punti di svantaggio (42-59) con un perentorio 8-1 ma non riescono ad andare sotto la doppia-cifra di svantaggio in quanto Miami risponde ad ogni assalto come la tripla di a 2’29” James per il +13 (59-72) dopo il -10 firmato da Pierce. Alla sirena del 3° Heat avanti 61-74 (James 41)con Boston che ha sciupato diverse occasioni per andare sotto la doppia-cifra di scarto.
Miami capisce il momento e non si fa pregare, Wade piazza 4 punti e l’assist la bomba dall’angolo di Battier per il +18 (63-81) dopo appena 90″, i padroni di casa stavolta non riescono neanche ad abbozzare una rimonta e il tap-in di “Flash” a 8′ dalla fine sigla il +21 (64-85) che di fatto manda i titoli di coda. Boston paga sia a rimbalzo (34 a 44) che nel tiro pesante (1/14 vs 7/16)

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • lilin

    credo sia stata forse la prima prestazione che mi ha fatto tornare in mente il giocatore dei cavs, da quando è agli heat

  • LBT6

    io sono un lebroniano (difficile nasconderlo, sopratutto con l’avatar) e ieri mi ha impressionato. Nn l’avevo mai visto così concentrato, così determinato e sopratutto così voglioso. Non ha mai e sottolineo MAI riso, mai esultato, mai un gesto fuori luogo. Nessun push-up a centrocampo (per dirne una).
    Davvero avesse gli occhi della tigre così come ogni partita sarebbe qualcosa fuori dal comune..avesse metà della fame agonistica di kobe sarebbe la fine per davvero..poi tutti i discorsi sui quarti quarti ci stanno, però come tira la carretta lui..nessuno

  • lilin

    ahah grande che hai messo quel viso angelico come foto del profilo!
    ispira proprio tenerezza, fra l altro come porta male lui gli anni pochi altri hanno fatto di peggio!

    ….ah già oden..

  • Wallace

    Penso di aver letto il commento più ridicolo nella storia di Nba evolution da parte di tale Alessio.

    “MVP immeritato di quelle finals”

    E già, perchè da che mondo e mondo l’MVP si da in base ad una sola partita, non in base ad un’intera serie dove il signor Bryant chiuse a 28,8 e 4 contro il miglior sistema difensivo dell’ultima decade ed essendo l’unico insieme a Derek Fisher a presentarsi al Boston Garden mentre quelli che gli fecero vincere gara 7 cit. se la fecero letteralmente nei pantaloni. Come rendersi ridicoli da soli. Praticamente doveva vincere l’MVP Pau Gasol, quello che steccò clamorosamente non una ma TUTTE E TRE le partite in trasferta, OMG.

    P.S. Bryant quando giocava con Smush e compagnia bella usciva coi Suns di D’Antoni, sai non aveva la fortuna di incontrare le squadrette dell’est ma vabbè, memoria corta. Poi qui mi sembra che qualcuno si sia dimenticato dei playoff che giocò nel 2008, quell’anno lì non c’era Artest, non c’era Bynum, non c’era Ariza, Gasol era appena arrivato e fu letteralmente stuprato da Duncan in finale di conference. Quella serie la vinse praticamente da solo Bryant ma voi vi ricordate solo quello che vi fa comodo.

  • Wallace

    Godetevi la prestazione di Lebron e finitela di sparare scemenze su chi la storia del gioco l’ha già fatta, l’HA GIA’ FATTA. Mentre qualcun altro deve ancora iniziare…

  • Michael Philips

    Wallace non te la prendere, anche io non credo che fosse immeritato il finals mvp a bryant.

    Certo che oggi i tifosi dei lakers e di bryant sembrano proprio furibondi, non capisco il motivo…

  • Michael Philips

    Dai che c’è ancora speranza per tutti gli hater di james, manca ancora gara 7 e se poi gli heat passano ci sono i thunders…

    Non demoralizzatevi.

  • lilin

    in base a che cosa lebron non avrebbe fatto ancora la storia dell’NBA??
    per i titoli vinti? allora te ne citò altri mille di campioni che non hanno vinto…

    il tuo discorso ci stava finche non hai detto quella frase…ha perso tutto di obbiettività.

    se uno che ha vinto 3 mvp ed è il piu giovane giocatore di sempre ad aver fatto 19000 punti (e tutti quelli che ci stanno prima), il piu giovane ad essere incluso nel primo quintetto (dove poi ci è finito per altre 5 volte), oro alle olimpiadi,Terzo giocatore nella storia NBA ad accumulare almeno 31 punti, 7 rimbalzi e 6 assist di media per un’intera stagione (31.4, 7.0, 6.6) dopo Michael Jordan e Oscar Robertson ecc…

    beh se non ha fatto ancora niente lui…

  • Alessio

    Veramente i rosiconi mi sembrano quelli che oggi si stanno inventando le peggio scuse per non voler ammettere che lebron è, da anni il miglior giocatore in attività, con buona pace dei kobers…

    e comunque sì, se tiri 6/24 nella gara decisiva, in una serie in cui complessivamente tiri col 40,5% per me non ti meriti di vincere il premio di mvp…
    …ma non ho dubbi che se tra 3 settimane lebron alzerà il premio di mvp della finale tirando 6/24 nella gara decisiva voi sarete tutti lì a dire che il premio se lo meritava qualcun altro, con buona pace dell’obiettività…

    …io ieri notte mi sono fatto la diretta sperando di vedere la mia squadra vincere; hanno perso, probabilmente andranno fuori ma non posso che ammirare la prestazione mostruosa di lebron e applaudirla… quindi non sono certo un rosicone…

    Quanto a Jordan: volevo solo dire che nessuno vince da solo, nemmeno il più grande di tutti quindi se si giudica un giocatore dai titoli vinti si fa un errore enorme: dovremmo avere l’obiettività di non farci distrarre dal luccichio dell’argenteria quando si giudica un giocatore… …non volevo paragonare la carriera di nessuno…

  • Wallace

    Lilin

    Si ok l’ha fatta ma io parlo di greatness, e per quello devi iniziare a vincere, punto.

    Alessio

    Ammettere cosa? Sarebbe anche normale che Lebron sia più forte di Bryant da qualche anno a questa parte, UNO HA 28 ANNI, L’ALTRO 34, uno il prime l’ha passato da un pezzo, l’altro lo sta attraversando adesso sveglia.

    Quanto all’MVP, prima di quella gara Bryant era a quasi 30 di media col 44% dal campo, quella partita gli ha sporcato tutte le statistiche. Quella gara l’ha toppata al tiro, una partita dove tutti hanno tirato con percentuali ridicole. Ma mi pare abbia preso pure 15 rimbalzi che per come è stato l’andamento di quella partita qualcosa ha conticchiato caro, senza dimenticare che nel quarto periodo segnò 10 punti, c’è chi 10 punti in una finale Nba in un quarto periodo ancora non li ha segnati pensa un pò…

    P.S. Jordan contro i Sonics 41% nella serie, 5/19 nella closeout game, che dici, lo togliamo pure a lui l’MVP? Pure Duncan tirò di merda in gara 7 coi Pistons (un centro, non una guardia) ma sti discorsi caso strano li fate sempre con Bryant. L’MVP a Gasol che toppò tutte e tre le gare a Boston mentre quell’altro si sbatteva il culo da solo, ahahahaahahahhhahahahaha. Sai com’è, se magari in quella famosa gara 5 in cui jordaneggiò avesse avuto un minimo di sostegno manco ci arrivatate a gara 7 altro che MVP immeritato, cosa mi tocca leggere.

  • Ammiraglio

    Alessio

    Allora forse non capisci; quello tutti qui ti stanno dicendo non è che Bryant ha giocato la miglior serie della storia ( infatti non fu niente di speciale), ma semplicemente che non c’era nessun Laker che giocò meglio, e quindi il premio andava a lui.
    Adesso intendi? Ci arrivi? Te lo hanno scritto in 4-5 ma non hai ancora capito, e io in maniera più semplice di questa non so scrivertelo. Ti farei un disegnino, ma qui non si possono fare.

  • dontrythis@home

    @ammiraglio

    immeritato è sicuramente esagerato, ma non dategli del pazzo.
    Evito link per correttezza (e perchè non ho proprio voglia di cercarli) ma da sondaggi su un forum abbastanza frequentato prima che finisse la sette: MVP 50% Bryant 30 % gasol il resto dei voti a dei cs.
    Su playit si rideva sul fatto che se avesse vinto Gasol l’ MVP – Kobe avrebbe dato fuoco allo staples..
    Sul forum qualcuno azzardaza Gasol MVP.. e quell’ anno “gasol è millemilionimilavolte più forte di KG” era il motto lacustre.

    Il tutto nonostante la pessima prestazione offensiva nella pivotal.

    Solo per ricordare che allora il dubbio c’ era comunque.

    C’ era anche van gundy che sosteneva che doveva vincerlo kobe pure in caso di sconfitta 🙂 ..ma questa è un’ altra storia.

  • Wallace

    Kobe in quella serie fu il più continuo, fu quello che ci mise la faccia in trasferta, alla fine fu il miglior realizzatore, secondo miglior rimbalzista e assistman di tutta la serie e primo per recuperi. Ma di che cazzo stiamo parlando? Che nel complesso non sia stata una serie da far passare agli annali ok ma che meritasse l’MVP mi pare fuori discussione. Poi che qualcuno possa aver avuto il dubbio ci può stare essendosi fatto influenzare da gara 7 ma al contrario tuo ricordo su forum americani dopo gara 5 e gara 6 che l’MVP l’avrebbe meritato Bryant anche in caso di scontitta di LA perchè per Boston un vero MVP in quella serie non ci fu. Un MVP che toppa tutte e tre le partite in trasferta con un body language ridicolo sui due lati del campo non s’è mai visto.

  • Marimba

    Non avete ancora capito che Bryant è un giocatore ultra finito??

  • Mr.Funk

    “se si giudica un giocatore dai titoli vinti si fa un errore enorme: dovremmo avere l’obiettività di non farci distrarre dal luccichio dell’argenteria quando si giudica un giocatore”

    Ma vincere 5-6 anelli da protagonista e non da comparsa è una cavolata, non dovremmo guardare l’argenteria(?!?!?)…infatti oltre ad aver vinto Michael Jordan era un “dio” della pallacanestro e Kobe non mi sembra sia l’ultimo della classe, forse ti mancano un po di partite.

    Ad esempio, Karl Malone è stato tra le power foward più forti della storia, ma non avendo mai vinto, tra le cause la dinastia dei Bulls, non verrà mai ricordato come un campione che oltre all’enorme talento è riuscito a coronare il sogno di vincere il titolo.
    Per quale assurdo motivo pensi che James stia soffrendo tanto? per vincere, altrimenti che cazzo ci sta a fare, di certo non per fare statistica

  • Mr Big Shot

    @Mr.Funk

    Quoto, prendo spunto proprio da Malone, visto che qui spesso si parla di cifre, Malone in carriera ha cifre nettamente migliori di quelle di Duncan sia in RS che nei playoff ma caso strano quando si tratta di considerare chi è la più forte PF della storia del gioco 8 su 10 fanno il nome di Duncan. L’argenteria tra giocatori dello stesso status fa la differenza altrochè.

  • Michael Philips

    Il problema è che la cosidettà “argenteria” la si vince con il resto del team non da soli, quindi in teoria chi ha il team migliore vince.

    Un esempio: Un jordan ai warriors forse non avrebbe vinto nulla pur essendo quello che era. Lo chiamereste perdente?

    Quello che dico è che paragonare giocatori cercando di dimostrare che uno è più forte dell’altro portando come prova i titoli vinti con il proprio team è rischioso, perché non è detto che billups(un anello, 2 finali, 1 finals MVP) sia più forte di deron williams(direi anzi che il confronto nemmeno esiste)che non ha mai vinto nulla ne a livello personale che di squadra.

  • Lore2324

    io penso che il discorso argenteria conti nel senso si gioca poi per quello….noi tutti esprimiamo i nostri pareri su quello o quest altro giocatore…con la situazione che si e creata intorno a lbj…un po’ per sponsor e altro, un po’ anche a causa sua lui in primis sa benissimo che questa partita ad esempio per quanto fantastica sia stata se non alzerà il larry o brian trophy non verra quasi presa in considerazione…io penso lo sappia lui per primo…nello sport e un po’ così…si gioca per vincere…

  • lilin

    da un certo punto di vista è giusto valutare un giocatore per ciò che ha vito, ciò non toglie che siamo esseri dotati di ragione e che possiamo valutare un giocatore secondo parametri meno discriminanti rispetto la conquista di anelli perchè alla fine è sempre e comunque uno sport di squadra…non è il tennis o il ping pong!

  • region

    un ultima fiammella di speranza per i iverdi: pare che dan peterson abbia pronosticato la vittoria degli heat

    sognar eè possibile

  • Mr Funk

    La fortuna di Jordan è stata avere un allenatore con i controcazzi in panchina che ha saputo creare un nucleo supportato dal vincente triangolo di Tex Winter, ma non possiamo dire che fossero colmi di talento, anzi a parte lo stesso Jordan e Pippen, non c’erano altre superstar eppure nel 1995-1996 finirono la regular season con un record di 72-10 sbaragliando chiunque nei play off: 3-0 contro i Miami, 4-1 contro i New York Knicks, 4-0 contro gli Orlando Magic e 4-2 in finale contro i Seattle, 4 squadre veramente durissime che potevano contare su Tim Hardaway, Alonzo Mourning, Patrick Ewing, Oakley, Starks, Penny Hardaway, Shaq, Nick Anderson, Shawn Kemp e Payton. Ma ripeto, a livello di roster c’era un Jordan che scendeva in campo e ti poteva vincere la partita da solo, cioè “palla a Jordan e scansarsi”.
    Per quanto riguarda i paragoni, certo non possiamo prendere qualsiasi giocatore così allegramente, vedi il Billups da te citato, un buon giocatore, oppure Luc Longley, anche lui ha vinto parecchio, ma con Jordan penso si possa andare sul sicuro e anche per quanto riguarda Kobe, hanno avuto statistiche stratosferiche e si sono portati a casa 6 e 5 anelli, alla fine è quello che conta. Malone anche se non ha mai vinto un anello non lo chiamerei un perdente, pure il mitico Stockton, per non parlare di Ewing, infatti non userei quel termine, come non lo farei con James se non vincesse mai

  • jim

    Meglio Wade,Bosh,Miller,Haslem,Battier e Chalmers o Gasol,Artest,Odom,Bynum e Fisher?
    Chi erano Gasol e Odom prima di arrivare a Hollywood sponda Lakers?
    Vogliamo paragonarli a Wade e a Bosh?
    Purtroppo inutile continuare a darci dentro,James fino a oggi ha vinto zeru titoli,se non dovesse vincere quest’anno saranno due anni di non vittorie malgrado la presenza al suo fianco di uno dei primi cinque della pista,questo se non vogliamo allargarci molto,altrimenti diciamo primi tre.
    E se lo scorso anno James non ha vinto per l’ennesima volta si metta una bella mano sulla coscienza per aver disputato le peggiori finali della storia se prendiamo in considerazione tutti i big di questo sport.
    Poi continuate pure con la barzelletta Horry 7 titoli Jordan solo 6.
    Lo status di Bryant e quello di James sono simili ecco perchè i titoli fanno la differenza se paragoniamo i due.
    Barzelletta è anche quella che vede James come il più forte al mondo da 5 anni a questa parte.
    Mi chiedo in quale sport?
    Non certamente in questo.
    Bryant dal 2003 al 2010 è sempre stato superiore a lui.
    Oggi invece superiore a lui c’è Durantola e si consacrerà il numero 1 in modo definitivo fra qualche settimana quando davanti alle telecamere di tutto il mondo alzerà al cielo un titolo che James non ha mai alzato e probabilmente mai alzerà in vita sua.

  • Paragoni inutili soprattutto fra giocatori in attività. Piuttosto penserei all’eventuale finale se fosse Okc-Bos la vedrei troppo sbilanciata verso i thunder. Se fosse vs Miami non saprei proprio le vedo troppo simili come squadre solo che Miami difende meglio soprattutto se il team avversario gioca maluccio in attacco con isolamenti etc. Poi james nonostante ciò che si dice è più forte di durant. Bisogna vedere peró bosh e Wade in che condizioni arrivino perchè contro Boston può bastare solo james mentre contro Okc non saprei.

  • LBT6

    jim madonna santissima ma che ti ha fatto? quanto astio in 20 righe

  • michele

    “ma non possiamo dire che fossero colmi di talento, anzi a parte lo stesso Jordan e Pippen, non c’erano altre superstar”

    st

  • michele

    dennis rodman e toni kukoc valevano meno del nick anderson da te menzionato tra le superstar delle avversarie di quei bulls? su…..

  • redbull

    per quanto riguarda malone-stockton, il secondo è più vincente del primo, anche se non hanno vinto niente entrambi

    questo perchè quando contava malone tendeva a nascondersi e a non rendere al meglio, esattamente il contrario faceva stockton

  • graphicplayer

    Dunque,
    la partita l’ho vista in differita purtroppo, ma una cosa mi è saltata all’occhio subito. La tranquillità di Lebron. Non una furia interiore, ma tipo la consapevolezza che non c’era nessuno in grado di fermarlo. Ha letteralmente controllato la partita. Dettato i ritmi. Risposto ai celtics ogni volta che questi accorciavano. Non un espressione facciale fuori posto, un comportamento sopra le righe (nemmeno in senso buono). Zero. Sembrava estremamente zen. Come se giocasse una partita diversa dagli altri. Non sono un lebron lover (nemmeno un hater comunque, grandissimo rispetto comunque)ma un lebron così non l’ho mai visto. Mai. Fino a ieri ero convinto che il titolo l’avrebbe vinto OKC, ora ho un dubbio. Mi sembra che sia andato anche oltre il dualismo con Wade (al momento nettamente sotto Lbj) e finalmente mentalmente sia tranquillo. Non so, mi ha dato una sensazione di “onnipotenza” strana. L’ho visto fare altre partite spaventose nei playoffs (perchè non è la prima) ma la mimica del corpo non era MAI stata come sta notte. Se fossi quelli che stanno aspettando in finale e i verdi che attendono gara 7 mi preoccuperei. Perchè se lebron è questo AUGURI (mi ricorda un po la maschera di ghiaccio di Kobe quando ha vinto l’ultimo titolo, ora per favore però non riprendiamo il dualismo Kobe/LBJ vi prego)… Attendo con ansia gara7 per capire se era un caso o se qualcosa nella sua testa è cambiato.

  • redbull

    graphicplayer

    hai detto bene, bisognerà aspettare gara 7 per vedere se sul serio sia a posto mentalmente o era solo un fuoco di paglia

  • Alessio

    Che vi devo dire ragazzi? Evidentemente il mio metro è diverso dal vostro… …per me il premio di mvp di una finale dovrebbero darlo a chi è stato decisivo nei momenti critici quindi se uno toppa la gara finale dovrebbe essere automaticamente fuori dai giochi…

    mi vedo, per dire, nell’assegnazione del premio nel 1980, quello della famosissima gara 6 di magic. In realtà il giocatore di gran lunga più dominante della serie fu Jabbar, che nelle prime 5 gare piazzo una serie da 33 punti, 14 rimbalzi e 5 stoppate di media (più qualche assist); purtroppo per lui non giocò gara 6 e il premio andò meritatamente a Magic (peraltro pare che Kareem prese malissimo la cosa)…

    …certo ad averne di annate in cui devi scegliere tra un jabbar extralusso e una matricola infinita come Magic…

  • graphicplayer

    @redbull
    se non è un fuoco di paglia però son cazzi…se kd vuole il titolo e in finale becca questo dovrà sputare l’anima. Che finale pazzesca però sarebbe…

  • Www

    Sono fatto marcio..letron James il,miglior giocstorem della.storiw

  • enrico91

    i lakers con solo kobe e odom sono usciti a gara 7 contro i suns vero…ma c’è stato anche l’anno in cui non sono nemmeno andati ai p.o. gara 7 contro boston è stato il chiaro esempio di come nell’NBA come in qualunque altro gioco di squadra a vincere è proprio la squadra e non il singolo altrimenti senza il super apporto in quella gara di fisher gasol e artest a quest’ora staremmo parlando dei big three di boston lanciati verso il terzo anello. detto ciò mvp comunque giustamente attriuito a kobe per quello mostrato nelle precedenti 6 gare. riguardo a james credo che per talento sia uno dei primi 3 ogni epoca…manca ancora la mentlità vincente però che mi auguro sia definitivamente arrivata. mentalità che ha ad esempio billups per il quale mi viene da ridere per il paragone negativo fatto con d will…billups per palle e carisma ha solo che da insegnare a williams! c’è troppo accanimento contro james a priori…nessuno dice nulla su durant quando le partite come in gara 6 contro spurs gliele risolvono fisher e harden ma tutti puntano il dito contro james che segna 4 punti nell’ultimo periodo incoronando wade come unico giocatore con le palle dopo che ha dormito per 3 quarti di gara o addirittura in tutta come successo in gara 3 contro indiana!

  • Mr Funk

    dennis rodman e toni kukoc valevano meno del nick anderson da te menzionato tra le superstar delle avversarie di quei bulls? su…..

    Toni Kukoc veniva spesso bastonato da Jordan per il rendimento e portava un 12-13 punti di media, Rodman era un gran rimbalzista ma non dava molti punti, era uno specialista dei rimbalzi più che altro, al contrario di Nick Anderson che in quegli anni viaggiava a 20 punti di media ed era un gran tiratore.

    magari Dickey Simpkins era la miglior ala forte dell’Nba vero?

  • Mr Funk

    “Quando con kobe giocavano Kwame Brown e Luke Walton i lakers uscivano al primo turno, quando al posto di quei due hanno schierato Gasol e Artest hanno vinto il titolo (quello 2010 va assegnato proprio ai “comprimari” dei lakers piuttosto che all’immeritato mvp di quelle finals, che steccò clamorosamente gara 7)”

    intendi l’anno in cui Kobe nei play off viaggiò a
    29.2 punti,6.0 rimbalzi e 5.5 assist di media?

  • in your wais

    Madonna che stronzate che tocca sentire…bravo Wallace, te ed un altro paio di luminari qui dentro siete il motivo per cui ogni tanto penso poi di non essere un fallito totale. C’e’ sempre qualcuno messo molto peggio

    Vi saluto, e mi raccomando, gufate per LBJ stanotte, cosi’ potrete farvi le pippette su Kobe, invece di godervi i campioni…giusto, non e’ un campione perche’ non ha vinto…che ritardati che girano…

  • redbull

    spero veramente che non sia un fuoco di paglia, e che finalmente riesca a vincere il titolo

    troppe critiche gli sono state sputate addosso, è ora che si prenda una bella rivincita

  • Lore2324

    critiche ingiuste…?non sono d’accordo…quando uno gioca male e giusto essere criticato e quando uno gioca bene deve essere elogiato…di solito funziona così..

  • Wallace

    Ma sarai te un ritardato, invece di godervi i campioni? Ma se il demente che ha accesso la miccia sparando merda su Bryant quando non c’entrava un emerito cazzo sei te, RIPIGLIATE. Ci sono i campioni VINCENTI, e ci sono i campioni NON VINCENTI, magari ti faccio un disegnino.

  • LBT6

    schifato dalla homepage di nba.com, complimenti stern

  • Michael Philips

    LBT6

    Non capisco, schifato perché?

  • LBT6

    per la gufata! non so se hai visto l’immagine di lebron e kd vicini e la scritta sotto please please preatty please…chiedono scusa ai fan di boston ma la lega è ben lieta di avere quella finale ahah

  • jamikitt

    che schifo, una lega che si schiera cosi apertamente di una squadra piuttosto che un altra.
    Ha raggione Michele a dire che si tratta di un sito bolschevita.

  • LBT6

    da tifoso miami sono schifato.

  • Michael Philips

    Ah ok, sì in effetti non è comunque la prima volta che il sito spera in un team piuttosto che in un altro, sopratutto in chiave finals.

    Nel 2009 tutti volevano cavs vs lakers, o meglio james vs kobe. Nel 2010 durante le finali di conference quasi tutti(sito NBA compreso) volevano i celtics vs i lakers.

    Immagino anche che nel 1991 tutti volevano jordan contro magic e negli anni 80’s tutti volevano bird contro magic.

    Comunque riguardo la gara di questa notte, direi 55% miami – 45% celtics, ed è principalmente perché si gioca a miami.

    Anche se questi team hanno dimostrato di poter vincere fuori casa quindi è davvero dura, poi non mi sorprenderei di nulla, ma proprio nulla, è una gara 7 quindi potrebbe essere decisa anche da insospettabili tipo chalmers o bass con le stelle che si annullano a vicenda.

    La sensazione è che al di là di quello che ha dichiarato coach rivers(che marcherà james come ha fatto in gara 6) gli heat possono fermare rondo, pierce e allen, ma garnett? Solo bosh potrebbe infasdidirlo, e sottolineo infastidirlo perché garnett gli heat non hanno modo di annullarlo.

    Oggi agli heat servirà un ottimo wade per sfangarla altrimenti la vedo grigia.

  • Michael Philips

    *come prendere a calci in culo la sintassi italiana…

  • lilin

    va beh già fermare gli altri 3 è una ottima cosa…credo che spolestra ripeterà l altrenanza di marcature su rondo tra wade (principalmente) e lebron, garnett dovranno farlo sudare piu che altro quando sarà lui a dover difendere ed è fondamentale che ci sia bosh per fare ciò.

    in ogni caso stasera mi aspetto una prestazione super di wade in risposta all’amico.

  • jamikitt

    Lilin
    Mi raccomando sta sera cerca di non aggitarti troppo!!!
    E ricorda che se dovreste uscire da domani dovrai tornare a sentire i vaneggiamenti di D-mad.

  • michele

    “Rodman era un gran rimbalzista ma non dava molti punti, era uno specialista dei rimbalzi più che altro”

    ahahahahaah

    rodman era anche uno straordinario difensore, capace persino di limitare shaq, un giocatore fortissimo. kukoc pure, ron harper non ne parliamo, ci mancava solo la mitologia di jordan che vince da solo

    veramente di pessimo gusto l’articolo che auspica la finale heat thunder ma non mi stupisco, spero soltanto che l’arbitraggio non sia consequenziale. michael philips, miami vincerà comunque stasera perchè è più forte ma piantala di fare l’avvocato d’ufficio, sai benissimo che nei casi che hai menzionato non c ‘è mai stata una presa di posizione cosi’ netta da parte del sito bolscevico, che poi anche nel 2010 la finale da sogno era lebron vs kobe ma i celtici rovinarono i piani di stern shylock, il mercante di venezia.

  • Michael Philips

    Buone notizie per boston, gli heat sono in modalità “relax tanto giochiamo in casa”.

    Super brandon bass!