Durant crede nel gruppo, Westbrook in lui!

I tre leader dei Thunder parlando della serie contro Miami con il bomber che crede nei suoi compagni, il PG che lo loda.

Dopo aver sentito i protagonisti dei Miami Heat adesso è il turno di quelli degli Oklahoma City Thunder con Kevin Durant (22 anni) e Russell Westbrook (22 anni) con il primo che segue il filo del suo allenatore.

Infatti KD ha iniziato così la sua conferenza stampa: “Stiamo parlando delle migliori squadre della Lega ed è difficile poter fare pronostici, quel che succederà…succederà” sul duello con LBJ: “Sento molto parlare della sfida tra me e LeBron James, ma è Thunder contro Heat!” aggiungendo: “Voglio dire: una soda a due, 1-Vs-1, non ti fa vincere una serie o un anello, è una questione che gira attorno alle squadre. Noi dobbiamo dare il massimo, abbiamo una grande opportunità e dobbiamo prenderla”. Quando gli sottolineano la giovane età KD non si scompone: “Abbiamo giocato grandi partite contro grandi squadra come Spurs e Lakers, abbiamo imparato molto”

Mentre il suo compagno di squadra col #0 ci ha tenuto a sottolineare l’importanza proprio del suo compagno: “Kevin è totalmente focalizzato su quello che serve alla squadra per vincere, sarà una grande serie per entrambe le squadre e speriamo di poter concluderla vincendo”.

Infine non poteva mancare James Harden (22 anni) al quale è stata fatta una curiosa domanda in merito alla sua barba, resterà o se ne andrà dopo le Finals? Ecco la risposta del miglior “6° uomo” dell’anno: “Che si vinca o che si perde, la barba resterà!”

FINALS 2012, L’ANALISI

FINAL 2O12, IL SONDAGGIO

Tutte le nostre vignette le potete trovare su FLICKR!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Michael Philips

    Piccolo appunto, durant è del 1988 e non ha 22 anni, anzi
    tra qualche mese ne fa 24, idem westbrook.

    Sulle pressioni della stampa riguardo la loro inesperienza, beh, ditelo ai mavs, lakers e spurs. Saranno giovani ma hanno talento e testa e già l’anno scorso sono andati vicini alle finals, e sono stati eliminati dai fututi campioni NBA.

    Tutta gente di sui 22-25 anni più qualche esperto(fisher) che giocano già con grande maturità.