Thunder devastanti ed è subito 1-0!

Non basta un gran primo tempo a LeBron e co. per espugnare Oklahoma, Durant e Westbrook ne mettono e si aggiudicano gara 1.

 

 

 

Oklahoma City Thunder – Miami Heat 105-94
(22-29; 47-54; 74-73 )
OKC 1-0

Thunder: Durant 36, Ibaka 10, Perkins 4, Sefolosha 9, Westbrook 27 (11 ass), Collison 8 (10 rimb), Harden 5, Fisher 6, Cook, Hayward ne, Aldrich ne, Ivey ne, Mohammed ne.
All. Brooks

Heat: James 30, Battier 17, Haslem 4 (11 rimb), Wade 19, Chalmers 12, Bosh 10, Miller 2, Anthony, Cole ne, Harris ne, Jones ne, Howard ne.
All. Spoelstra

Top Performance:
Rimbalzi: Collison 10 (5 off, OKC) / Haslem 11 (3 off, MIA)
Assist: Westbrook 11 (OKC) / Wade 8 (MIA)
Recuperi: Collison 3 (OKC) / Haslem 5 (MIA)
Palle Perse: Durant 2 (OKC) / James 4 (MIA)
Stoppate: Sefolosha 2 (OKC) / James 4 (MIA)

MVP: Kevin Durant (OKC) 36 punti (8/12, 4/8, 8/9) 8 rimb (1 off) , 4 ass, 2 rec, 2 perse

Recap

Non basta un gran primo tempo agli Heat per avere la meglio della squadra più in forma del periodo, i Thunder infatti ci mettono più di 24′ a carburare ma una volta innescata la “Premiata Ditta” non c’è stato niente da fare. Come detto, partenza sprint di Miami che guidata dalla precisa mano di Battier firma il +10 (20-10), James domina il parquet e i Thunder tirano male, ci pensa però Durant: a 2’44” dalla prima sirena a stoppare Wade e a mettere in contropiede un gran gioco da 3 che da il -8 (24-16). Con un fondamentale 83,3% da tre, gli Heat tengono a bada Oklahoma City che trova un po’ di ritmo solo con l’entrata di Harden che piazza inoltre con uno step back il buzzer-beater del -7 (29-22).
A inizio secondo quarto LeBron di prepotenza ruba palla a Durant e schiaccia in faccia a questi il +13 (37-24), Ibaka però carbura e piazza 8 punti e con l’aiuto Westbrook consente ai Thunder di raggiungere il -7 (54-47) al riposo lungo. Heat aiutati dalla “classe operaia” e da un Battier da 13 punti, solo 1 in meno dal top scorer Lebron James, dall’altra parte la sorpresa è Ibaka con 10 punti e la certezza è Durant con 13.
L’energia Thunder cresce immediatamente nel terzo quarto, Ibaka difende alla perfezione e Durant non sbaglia più nulla ma è Sefolosha dopo 5′ circa a rubare palla a LBJ e a prendersi 2 liberi che portano il -1 (58-57). L’intesa della squadra di casa cresce e Sefolposha sotto il ferro continua a sorprendere e a portare i giochi in parita sul 60-60. Lebron però abbassa la testa e piazza 5 punti e 1 assist, riportando ai suoi due possessi di vantaggio ma Westbrook si inventa 4 punti e poi un gioco da 3 e porta i Thunder per la prima volta nel match (74-73).  L’euforia Thunder continua e il trascinatore questa volta è Nick Collison che firma il vantaggio massimo sul +5 (78-73).
Gli Heat non mollano, James si procupara con un gioco da 3 la possibilità di portare il -2, ma sbaglia il libero supplementare e nel possesso successivo Durant piazza la bomba del +6 a 5′ 38” dalla fine. Collison non sbaglia niente  in difesa e sull’undicesima palla persa Heat Westbrook punisce con il +10 (93-83). James però non molla mai e questa volta si procure a conclude il gioco da 3 che danno agli Heat il -5 (97-92), ancora una volta però Collison prende un gran jumper e il +7 Thunder è definitivamente decisivo, la tripla del rientro di Wade infatti si ferma sul primo ferro.
Nei secondi 24′ i Miami Heat hanno messo a segno solo 40 punti mentre i soli KD e Westbrook ben 41!

  • Michael Philips

    Iceman

    Durant è entrato in nba che era un 6-9(205cm) poi è cresciuto ulteriormente a 208, ma ieri ho sentito che lo classificavano come un 6-11 (211cm).

    Vedendo in giro nei siti amercani si nota una tendenza pro-thunders e pro-durant a livello di pronostici.

    In effetti la sensazione è che KD non senta alcuna pressione, e che abbia quel fare alla duncan che spiazza. Non è un magic, o shaq che ti ridono in faccia, lui ti uccide senza cambiare espressione.

    L’atmosfera è la stessa che ricordo durante le finals del 97 e del 98. Jordan amato da tutti, malone odiato dai più.

  • redbull

    scusate l’OT, ma anche voi quando provate ad andare sul sito dell’nba vi rimanda sul sito della gazzetta?

  • Iceman

    Michael Philips

    Grazie per l’informazione…mi è sempre sembrato strano 205,adesso nn so se 211 ma 208 a mani basse,anche a giudicare da questa foto:
    http://shesomajor.com/wp-content/uploads/2012/06/Kevin-Durant-and-Lebron-James.jpg
    Cmq non ricordo l’atmosfera del 98 causa anagrafe,ma è vero quello dici.
    Nonostante il mio commento di prima lebron mi è sempre piaciuto…anzi ho cominciato ad amare questo sport,e a seguirlo,dai famosi 48 punti del 23 dei cavs in quel di Detroit.
    Nn mi piacciono i discorsi è piu forte quello o questo,lebron sparisce nel 4/4 o durant è dio,mi limito ad ammirare entrambi sperando che diano vita ad una gran finale,e poi che vinca chi avrà dimostrato di meritarselo di più

  • D-Matt

    LeBron secondo me ha limiti credo difficilmente superabili( la vedo cosi è un opinione personale), spero di sbagliarmi…

  • marimba

    il giocatore finito per antonomasia ha dichiarato “durant è la mia versione 6-11”.

  • hanamichi sakuragi

    non ci credo ma rispondo a marimba… chiedo perdono al forum.. cmq è quello che ho scritto un pò di tempo fa.. una guardia nel corpo di un ala grande… stica&&i

  • Michael Philips

    redbull

    Sì, lo fa anche a me. Una cosa insopportabile. Ci vogliono almeno 2-3 tentativi per accedere al sito nba.com.

    Il reindirizzamento verso il sito della gazzetta(orrido tralaltro) è una cosa che non aveva mai fatto. Bisogna capire se è colpa di nba.com o di quelli della gazzetta.

  • Marimba

    Naturalmente non ero io quello di prima…. Si ricomincia con i miei falsi… Kobe è finito

  • michele

    mah leggo troppe critiche a lebron in generale. se wade e bosh non gli danno una mano seriamente, mica puo’ farne 45 a sera.

  • michele

    Salve,

    perché non ve ne andate a fanculo? Cosa me ne frega di essere rediretto qui se voglio leggere NBA.COM, non GAZZETTA.IT.

    Cordiali saluti.

  • JoH

    Chi critica Lebron non ha visto la partita oppure è il solito hater…Ieri non ha fatto la sua miglior prestazione al tiro in carriera ma non è stato certo lui a perderla.

    Penso che per quanto riguarda quest’ultimo argomento bisognerebbe rivolgersi a quello col numero 3 degli Heat, ieri veramente nullo sia in attacco sia soprattutto in difesa contro Westbrook. Concordo con chi diceva ieri, mi pare, che uno degli errori più grossi degli Heat è stato accettare ogni switch proposto dai Thunder nel 4/4.
    Wade, poveretto, era già in crisi contro Westbrook poi s’è dovuto appioppare pure Durant (che è almeno 20cm più alto di lui…).

    Per vincere gli Heat devono restare attaccati fino al 4/4 e poi provare il quintetto piccolo con LBJ da 4 fisso su KD, devono rifiutare i cambi difensivi e cercare di costringere Brooks a rimettere Perkins in campo (provando magari ad attaccare Collison con Bosh), Wade deve poi tornare a fare il Wade in attacco e difendere molto meglio su RW.

    Cmq anche se gli Heat dovessero perdere oggi la serie non sarebbe chiusa secondo me.

  • JoH

    Un’altra cosa… Per avere qualche speranza di rallentare KD, gli Heat, e soprattutto Lebron, dovrebbero cercare di metterla un po’ di più sul piano fisico secondo me.

    In gara1 secondo me non è stato fatto abbastanza contro KD sia sul pick n’ roll sia in transizione. LBJ deve cercare di mettergli le mani addosso e non fargli ricevere palla in post, i lunghi poi devono difendere meglio sui cambi e uscire in aiuto ogni volta che il difensore viene battuto. Wade non può assolutamente stare su KD, è un missmatch che significa canestra ogni volta.

    Non basterà sicuramente ma secondo me KD (che è il più grande scorer del pianeta) ha approfittato del momento di disunione di Miami e ha avuto troppe libertà nel 4/4.

  • lilin

    un fattore molto importante per i thunder è stato collison secondo me…ha dato una dimensione totalmente diversa all attacco e non si è fatto mettere troppo in crisi sul piano difensivo…
    wade sicuramente deve dare di piu sicuramente però metterlo su westbrook fisso può essere unrischio perchè harden non farà sempre partite come ieri sera e inoltre visto che già la condizione non è ottimale correre dietro allo n.0 non so quanto possa essere una buona idea…

    l’ultima cosa fondamentale per gli heat stasera è non lasciare tirare durant da 3 come se fosse un howard qualsiasi… a messo 12 punti ieri sera e nessuno dei quali contestato come si deve. cosi è un suicidio

  • redbull

    michael philips

    come fai ad andare su nba.com? ci ho provato mille volte ma mi va sempre sul sito della gazzetta

  • dontrythis@home

    googla nba finals o qualcosa del genere.. e poi clicca sul link in questione (a caso basta che non sia la homepage).

    Evita la home che da li reindirizzano.

    mail di reclamo di massa a gazzetta e nba.com??

  • redbull

    ah ok grazie mille

    si ci sto a mandare una mail di reclamo

  • makahuna

    se vi reindirizza sulla gazzetta…in alto a sinistra c’è il logo nba.com, cliccate la e finite sul sito nba

  • hanamichi sakuragi

    sulla merda rosa ho trovato qeusto articolo:

    http://www.gazzetta.it/Basket/Usa/13-06-2012/miami-cercasi-wade-disperatamente-911527078356.shtml

    nella parte finale vengono riportate, se non sono invenzioni, delle dichiarazioni di wade che potrebbero, almeno in parte, speigare il perchè di questo rendimento sottotono.

  • mad-mel

    Da un po di anni a questa parte, la gazzetta è utile solamente come carta da culo.

  • Michael Philips

    Non capisco di chi sia la colpa, o meglio ci sta che siano quelli della gazzetta ad aver fatto qualcosa.

    Sulla gara di oggi non saprei. Gara 1 non basta per capire quale sarà l’andazzo della serie(probabilmente nemmeno gara 2 comunque).

    James per me deve essere messo sulle tracce di durant, e lebron deve smetterla di accettare qualsiasi cambio difensivo gli viene proposto solo perché in grado di gestirlo. Durant si è ritrovato quasi sempre ad essere marcato da wade. Battier è inutile, non può farci nulla, non ha il suo passo e non salta un libro.

    Ah immagino gli heat abbiano visto e rivisto le immagini di gara 1, ecco, forse sarebbe meglio evitare di concedere a durant altri 5-6 piazzati, manco fosse rondo. Questo ha preso palla, ringraziato e finito con 4/8 da 3, anche se comunque quando lo vedi giocare la sensazione è che quando non fa canestro la colpa sia principalmente sua. I suoi jumper sono quasi impossibili da contestare.

  • hanamichi sakuragi

    mad-mel condivido però se le dichirazioni non se le sono inventate fanno pensare.. tutto qui

  • Stiv#6

    Pronti per il 2-0 Thunders? mi metto comodo sul divano e me lo pappo tutto 😀

  • Michael Philips

    In questi giorni si sono fatte tante discussioni in giro per il web riguardo KD.

    Che sia Durant il vero predestinato?

    A 18 anni miglior giocatore della ncaa,
    a 19 rookie of the year
    a 21 miglior realizzatore della nba (30.1 ppg)
    a 23 Gioca le sue prime finals da assoluto protagonista e da favorito contro gli heat di james.

    Lui ha avuto molto meno hype rispetto a james, eppure come carriera alla stessa età non vedo grosse differenze.
    Certo va sempre valutato anche il team in cui uno gioca e i compagni che si ritrova.

    Ed è questo che inizia a far pensare al concetto di “prescelto”: lui dopo soli due anni si è ritrovato in squadra due giocatori che in poco tempo sono diventati delle stelle, è allenato da un coach serio e il team è stato costruito con grande bravura dal loro GM sam presti(36 anni…).

    Durant così si ritrova a guidare un team molto giovane ma fortissimo che prova a vincere il suo primo anello(con buona pace dei tifosi dei sonics).

    Questo è arrivato senza grosse pressioni e non se lo è filato nessuno per quasi 2 anni, poi lentamente si è guadagnato l’hype che meritava.

    Ha dominato ai mondiali di basket guidando gli usa ad una scontata vittoria.

    Oggi dopo quello che ha fatto vedere prima in stagione e poi in questi playoffs (sopratutto in gara 1 delle finals), si leggono grandi attestati di stima da parte di star del calibro di kobe(uno che di solito non fa molti complimenti) e dirk nowitzki, ma da tutti in generale, basta guardare anche le dichiarazioni di battier.

    Forse il vero dominatore della lega in futuro è questo qui, uno scherzo della natura, una guardia di 210cm.

    Vedremo…

  • Michael Philips

    Miami vince gara 2, ma che dire, lebron alla fine ha messo un jumper pesante ad un minuto dal termine, e i due liberi decisivi, ma comunque il suo “body language” nel 4/4 non è stato il massimo. Tendenzialmente prendeva palla e: o la passava subito, oppure provava a superare l’uomo e alla prima difficoltà fermava il palleggio e scaricava.

    Durant, credo 16-17pts nel 4/4 compresa la clamorosa tripla del -2, mi ha dato tutta un’altra impressione. La sensazione di essere una vera minaccia, e lo ha dimostrato. Sull’ultima azione comunque c’era il fallo di james su durant. Il 35 ha giocato limitato dai falli e ancora una volta è stato allucinante.

    Nonostante i 32pts di james direi che gli heat la passano soffrendo dopo averla dominata per 3 quarti e mezzo, ma lui nonostante la freddezza nel finale, non mi ha dato una buona impressione.

    Ora 3 gare di fila a miami che tecnicamente potrebbero chiudere la serie, tecnicamente, ma non ci crede nessuno.

  • Ammiraglio

    “Da un po di anni a questa parte, la gazzetta è utile solamente come carta da culo.”

    Sottoscrivo in pieno.