Thunder devastanti ed è subito 1-0!

Non basta un gran primo tempo a LeBron e co. per espugnare Oklahoma, Durant e Westbrook ne mettono e si aggiudicano gara 1.

 

 

 

Oklahoma City Thunder – Miami Heat 105-94
(22-29; 47-54; 74-73 )
OKC 1-0

Thunder: Durant 36, Ibaka 10, Perkins 4, Sefolosha 9, Westbrook 27 (11 ass), Collison 8 (10 rimb), Harden 5, Fisher 6, Cook, Hayward ne, Aldrich ne, Ivey ne, Mohammed ne.
All. Brooks

Heat: James 30, Battier 17, Haslem 4 (11 rimb), Wade 19, Chalmers 12, Bosh 10, Miller 2, Anthony, Cole ne, Harris ne, Jones ne, Howard ne.
All. Spoelstra

Top Performance:
Rimbalzi: Collison 10 (5 off, OKC) / Haslem 11 (3 off, MIA)
Assist: Westbrook 11 (OKC) / Wade 8 (MIA)
Recuperi: Collison 3 (OKC) / Haslem 5 (MIA)
Palle Perse: Durant 2 (OKC) / James 4 (MIA)
Stoppate: Sefolosha 2 (OKC) / James 4 (MIA)

MVP: Kevin Durant (OKC) 36 punti (8/12, 4/8, 8/9) 8 rimb (1 off) , 4 ass, 2 rec, 2 perse

Recap

Non basta un gran primo tempo agli Heat per avere la meglio della squadra più in forma del periodo, i Thunder infatti ci mettono più di 24′ a carburare ma una volta innescata la “Premiata Ditta” non c’è stato niente da fare. Come detto, partenza sprint di Miami che guidata dalla precisa mano di Battier firma il +10 (20-10), James domina il parquet e i Thunder tirano male, ci pensa però Durant: a 2’44” dalla prima sirena a stoppare Wade e a mettere in contropiede un gran gioco da 3 che da il -8 (24-16). Con un fondamentale 83,3% da tre, gli Heat tengono a bada Oklahoma City che trova un po’ di ritmo solo con l’entrata di Harden che piazza inoltre con uno step back il buzzer-beater del -7 (29-22).
A inizio secondo quarto LeBron di prepotenza ruba palla a Durant e schiaccia in faccia a questi il +13 (37-24), Ibaka però carbura e piazza 8 punti e con l’aiuto Westbrook consente ai Thunder di raggiungere il -7 (54-47) al riposo lungo. Heat aiutati dalla “classe operaia” e da un Battier da 13 punti, solo 1 in meno dal top scorer Lebron James, dall’altra parte la sorpresa è Ibaka con 10 punti e la certezza è Durant con 13.
L’energia Thunder cresce immediatamente nel terzo quarto, Ibaka difende alla perfezione e Durant non sbaglia più nulla ma è Sefolosha dopo 5′ circa a rubare palla a LBJ e a prendersi 2 liberi che portano il -1 (58-57). L’intesa della squadra di casa cresce e Sefolposha sotto il ferro continua a sorprendere e a portare i giochi in parita sul 60-60. Lebron però abbassa la testa e piazza 5 punti e 1 assist, riportando ai suoi due possessi di vantaggio ma Westbrook si inventa 4 punti e poi un gioco da 3 e porta i Thunder per la prima volta nel match (74-73).  L’euforia Thunder continua e il trascinatore questa volta è Nick Collison che firma il vantaggio massimo sul +5 (78-73).
Gli Heat non mollano, James si procupara con un gioco da 3 la possibilità di portare il -2, ma sbaglia il libero supplementare e nel possesso successivo Durant piazza la bomba del +6 a 5′ 38” dalla fine. Collison non sbaglia niente  in difesa e sull’undicesima palla persa Heat Westbrook punisce con il +10 (93-83). James però non molla mai e questa volta si procure a conclude il gioco da 3 che danno agli Heat il -5 (97-92), ancora una volta però Collison prende un gran jumper e il +7 Thunder è definitivamente decisivo, la tripla del rientro di Wade infatti si ferma sul primo ferro.
Nei secondi 24′ i Miami Heat hanno messo a segno solo 40 punti mentre i soli KD e Westbrook ben 41!

  • alert70

    MP

    Se James prende in consegna Durant (nel quarto finale) poi cosa ti può combinare in attacco? Perchè dall’altra parte dovrà tirare il classico ragno dal buco con forzature notevoli.

    E’ rischioso mettere il tuo uomo migliore su Durant che il tiro se lo prende sempre e comunque.

    Senza dimenticare che ieri Harden non si è presentato.

  • Michael Philips

    Ed ecco lo zombie d-matt che ritorna in vita…

    Hanamichi

    I boxscore degli esordi di bird e magic c’erano fino a qualche giorno fa su basketball references, non ci sono più.

    Avevo guardato un pò di tempo fa e comunque mi pare non avessero avuto esordi incredibili. Jabbar non saprei.

    Quello di durant è uno dei più autorevoli di sempre, e lo ha fatto contro il suo rivale n.1.

    Ora i thunders devono vincere assolutamente anche gara 2 perché se perdono la prossima poi andare per 3 di fila a miami sarebbe troppo pericoloso.

    Chairo che questo team può tranquillamente vincere anche a miami, ma sarebbe comunque rischioso arrivare a gara 3 sul 1-1

  • jamikitt

    D-mad
    ma allora insieme alla tua puntuale frecciatina per James, com’è che nonhai detto nulla sul tuo idolo Wade? Playoff spettacolari i suoi non è vero? L’unico ad avere colpe per te è il 6!sei veramente obbiettivo

  • Michael Philips
  • alert70

    Parlo di Dirk sul 35.

    “KD,” Nowitzki said, “is way ahead of my curve. He’s arguably the best player in the league right now. I see a guy that really has no holes.

    “He’s a 6-10 guy with a 7-4 wingspan who can shoot it from the parking lot. He’s posting up now. In transition he’s so long that, when he gets a pass from the 3-point line, it’s a layup or dunk with one step. He’s got the one- or two-dribble pull-up, which you need to be a great scorer, because you can’t just shoot 3s or go to the basket if you want to be a great scorer, ‘cause sometimes you can’t get all the way to the bucket. He can go both ways, one or two dribbles and up.

    “He’s way more of a 3-man than I ever was. He handles the ball way better on the break than I ever did. He’s got deeper range. And he’s doing all this at 23. He’s won the scoring title three times in a row, so that he means he won the first one at 21. I barely got through my rookie year. When I was 21, Gary Trent was still killing me in practice.”

    Fantastico quando dice che superata la linea da tre a Durant è sufficiente un passo per arrivare al ferro.

    Poi quando dice che a 21 anni si faceva massacrare da Gary Trent mentre il 35 vinceva la classifica dei cannonieri della NBA.

    Insomma anche i grandi del gioco si rendono conto che stiamo molto probabilmente iniziando a vedere l’era del 35. James/Wade permettendo.

  • dontrythis@home

    sulla comparazione esordio KD_Duncan

    mi permetto solo di appuntare che il 35 aveva di fronte il numero 1 (??) della lega, o comunque il miglior pariruolo.

    Il caraibico una squadra da 8° seed con un camby che pesava 70 kg più o meno che da solo sbagliava una schiacciata si e una no, uno senza un ginocchio da un paio d’ anni che da animale da ferro era diventato un tiratore perimetrale e dalla panca si alzava un idolo vero che mimava il libero senza palla prima di tirarlo.. e sbagliarlo.

    poi per “scrivere la storia” (citandovi) il 35 deve prima vincere l’ anello.

  • brazzz

    mi pare probabile che stia iniziando l’era di KD..giocatore davvero favoloso

  • dontrythis@home

    ps. ma l’ avete vista la foto di collison su twitter???

    :-O

  • LBT6

    DTT@H mettici il link

  • dontrythis@home
  • LBT6

    HAHAHAHAHAHAHAH STUPENDA

  • alert70

    Un bel look (Collison)………..hehehehehehe

    brazzz

    Credo che ne sentiremo ancora parlare di questo giovanotto…..heheheeheh

  • Steven John 13

    D-matt ah sei un Celtics..ecco spiegato tutto..non serve che tu ci dica perché non hai postato dopo che lebron ha rispedito a casa i tuoi verdi dopo aver ammutolito il Garden ..

  • Michael Philips

    Riguardo gara 2 di domani(domani notte per noi poveri stronzi…) non so esattamente che tipo di accorgimenti possa fare spoelstra per aggiustare le cose.

    Per vincerla servono tante cose: la difesa deve tenere westbrook, e wade deve riuscire a sbloccarsi come fece con indiana.

    Comunque dopo le finals del 2011 e del 2006 diventa davvero difficile capire come gli heat giocheranno. Nel 2006 andarono sotto 2-0 in modo piuttosto netto per poi vincere 4-2. L’anno scorso, nonostante l’amnesia totale di james, gli heat erano sulla buona strada per vincere: vincono gara 1 in casa, perdono gara 2 poi però riprendono il fattore campo vincendo a dallas. Poi sappiamo com’è andata.

    Il problema è che nei thunders anche westbrook nel complesso ha messo su numeri superiori a james, e se il secondo violino rende quanto o meglio il n.1 avversario, non puoi vincere.

  • lilin

    vista la partita, che dire…heat che nel primo tempo potevano ammazzare la gara sull’onda di percentuali irreali da 3 ma mancava sempre quel qualcosina…in quel momento se wade avesso giocato come sa fare si sarebbe chiusa la partita.
    2 tempo un inferno per miami anche grazie al pubblico che è davvero indemoniato…durant un mostro e se accoppiato con wade fa quello che vuole e con battier anche…bisogna pensare se mettergli addosso lebron che ha marcato tutti tranne che lui (spesso perkins e ibaka).

    vero che harden non tirerà sempre cosi, però è anche vero che durant ha tirato con il 50% da 3 e che wade nel primo tempo è stato èpiu che deleterio…

    io credo che non sia cosi scontata anche perchè lebron oggi ne ha messi 30 ma dalla media era in clamorosa giornata no. La prossima sarà non dico decisiva ma quasi e non sarà facile per okl perchè miami farà i dovuti aggiustamenti difensivi.

  • dontrythis@home

    si ma non è che se a LBJ non entrano jumper ne fa 30 e se entrano ne fa 60!! può pensare di sfiorare i 40, e wade può farne anche 20.. io continuo a pensare che – a parte giornate campali- il rendimento di uno sia inversamente proporzionale a quello dell’ altro, fanno scopa punto e basta.
    Wade serve 10/15 min in cui deve attaccare il ferro per dare a james fiato, poi dovrebbe piegarsi un po’ e difendere.
    Ma…. sta ad Haslem e Bosh aprire il campo.
    Ma…. se rupaul ha deciso che vuol diventare l’ hegotgame della nuova decade.. wade, james, o il signore in persona prenderanno grandi legnate sui denti ad attaccare l’ area intasata, e se james ha il fisico per prenderle un 30enne con un ginocchio malandato forse no (2 anni fa sostenevo che nel breve, per lo stile di gioco del 3, Roy avrebbe sorpassato in valore di gran lunga wade. Se solo non fosse stato di cristallo forse ora potrei dire di aver avuto ragione..)

  • Michael Philips

    Il punto è che ieri vedevi gli heat che per ogni canestro facevano una fatica disarmante, mentre i thunders(escluso west) segnavano in modo semplice senza dover fare i salti mortali(vedere durant).

    Quello che continuo a non capire è come sia possibile che spoelstra non trovi il modo di far intergire wade e james mentre stanno in campo assieme. Quando uno ha la palla, l’altro se ne sta in angolo ad aspettare come un mike miller qualsiasi. Non ha senso, nessun taglio a canestro nessun movimento, niente. La difesa quindi deve solo stare attenta ad eventuali scarichi, ma di fatto può rimanere compatta senza doversi sbilanciare.

    Come se nei lakers del 2001 con kobe e shaq, ovvero due giocatori da 30 a gara, quando aveva palla kobe shaq si fosse messo ad attendere sulla linea del tiro da 3. In questo modo stai annullando il vantaggio di avere due fenomeni contemporaneamente sul campo. Poi ci sono le gare che comunque questi si mettono in proprio e attaccano a turno e vinci, ma le poche volte che il due degli heat si è messo a interagire per davvero(contro indiana) si è visto quanto possano essere devastanti perché a quel punto la difesa non può capirci nulla, perché deve gestire due fenomeni senza sapere fino all’ultimo chi andrà a segnare.

  • tom

    miami vincera’ le finals. lebron fara’ registrare il record di punti, gara 7 si concludera’ con un tiro da 3 punti da tutto campo in replica ad una penetrazione dalla baseline con tiro da dietro la tabella, all’ultimo secondo del 3ot.
    per concludere nell’aria c’è odore di quadrupla doppia… aspettate e poi mi rammenterete!

  • Hanzo

    Thunder ne hanno di più, per ora, come sostenevamo un po’ tutti. Sotto canestro la differenza è imbarazzante. Inoltre, gli Heat hanno giocato una partita difensiva orrenda. Scusate, hai la macchina da punti più devastante del mondo (o della storia) e su 20 conclusioni contesti a Durant 4-5 tiri? Perché forse ho le allucinazioni, ma ieri i tiri di KD mi sembravano per la maggior parte comodi (per lui).
    Anche la transizione è da rivedere completamente.
    In attacco Miami come sempre pessima (nel secondo tempo). Bosh è inutile al momento per tutti quei minuti; Wade non può giocare solo il 4 quarto; il resto del team è abbastanza ridicolo in alcune occasioni.
    Rimango con il mio 4-1: dopo ieri spero almeno che il resto delle partite rimanga equilibrato.

  • Michael Philips

    Durant ha avuto diversi tiri comodo, sopratutto da 3, ma il problema non è tanto quello, contro di lui è difficile contestare il jumper.

    Gli heat gestiscono malissimo(in tutti i playoffs mica solo ieri) i cambi difensivi, ad esempio james, vista la possibilità di marcare chiunque, accetta ogni cambio difensivo rendendo così semplice ad un durant trovarsi di fronte a wade o chalmers dopo un blocco ed allora si crea un missmatch continuo e kd si ritrova contro gente 15-20cm più bassa di lui.

    Comunque serie ancora impronosticabile. Harden non giocherà sempre così male, durant(forse) non tirerà sempre dei piazzati da 3 finendo con il 50% dalla lunga, wade DEVE difendere ed essere più lucido in attacco, bosh, ora non è che mi è diventato ray allen, che gli diano palla a 4-5 metri dal ferro che ha più senso.

    Nel complesso però credo che KD e James avranno più o meno questo rendimento per la serie, le vere incognite sono il n.0 il 3 di miami, più le panchine.

    Non mi aspetto un durant da 6-20 dal campo o un james da 8pts come contro dallas.

  • mad-mel

    I 30elli abbondanti e anche qualche quarantello di kobe a 34 anni marcato da Thabo, fa capire la superiorità tecnica e anche globlale del Mamba sulle stelle di Lebron e Wade.
    E come i giocatori di altre epoce, ebbene si anche MJ Micheal Philips, avrebbero fatto la differenza
    Vediamo questi ultimi due a 34 anni giocare contro questi tipi di difensori.
    Faccio questa considerazione perchè la gente capisca che prima viene la tecnica di base e poi il fisico i salti e le dunk.
    Il basket è e restarà uno sport di tecnica e di tattica.

  • Paul

    Dopo aver sbollito la delusione, un’analisi più razionale mi fa pensare che Miami abbia qualche possibilità: James ha dimostrato di fare quello che vuole in transizione e attaccando il ferro, con una serata normale dalla media-lunga ne fa 40 a piacimento; ci sono stati segnali di buon gioco e Ibaka difensivamente fatica a seguire Battier sul perimetro; spero ardentemente in Wade, in un suo scatto d’orgoglio, nonostante le condizioni fisiche; per finire, un pò di braccino per Okc ci aprirebbe la strada. Speriamo.

  • @Michael Philips

    Dipende anche contro chi hai fatto l’esordio ed a che età. L’esordio di Magic, da rookie ed in quelmodo, è impareggiabile per chiunque. Se poi si pensa alla gara-6 del titolo con Jabbar a casa…..

  • Miami ha perso una grossa occasione stanotte.
    Non hanno sfruttato il “secondo jolly” consecutivo di Battier che difficilmente a mio parere riuscirà a tenere questi ritmi e queste medie nelle prossime uscite.
    Non hanno sfruttato la giornata storta al tiro di Westbrook che non l’ha mai messa da fuori trovando il canestro solo in penetrazione.
    Non hanno sfruttato lo sciopero del “Barba” Harden, che si è visto poco.

    Thunder favoriti a col vento in poppa.

    http://www.vaxgelli.it/heat-occasione-persa-1-0-thunder/

  • makahuna

    d matt, buon natale….

    risultato che non mi sorprende, anzi, mi aspettavo una vittoria più schiacciante…miami viene cmq da un calo atletico emotivo dopo gara 6 e 7 giocate spalle al muro. nelle dinamiche di una serie la uno si può anche perdere. credo che in gara 2 inizi realmente la serie.
    spoelstra sinceramente c’ha capito ben poco.
    sei punto a punto nei minuti finali, loro ti graziano giocando solo con collison come lungo (20 punti in più di okc nel pitturato) e tu invece di andare piccolo, continui con haslem e bosh???? collison marca haslem, e va in aiuto su lebron e wade quando penetrano.
    mossa inspiegabile, soprattutto alla luce del fatto che il secondo tempo miami è stata comunque asfaltata a rimbalzo.

    altro motivo tecnico interessante, i due non si marcano quando conta.
    lebron ha fatto 17 punti marcato da durant, nel quarto quarto lo marca solo sefolosha che lo tiene 2-8 per 7 punti. gli tiene tanto le mani addosso (e a miami non credo sarà questo il metro di giudizio)
    dall’altra parte è battier a marcare durant, e sinceramente non me lo spiego. lebron doveva tenerlo.

    per chi nei giorni precedenti parlasse di questo wade superiore a questo westbrook, ecco, ne abbiamo avuto la controprova.
    wade non ha mai tenuto lo 0 in penetrazione, e in attacco non l’ha ricambaito della stessa moneta.

    sinceramente ho visto la miglior miami dell’anno nel primo tempo, ma non mi spiego perchè hanno cambiato modo di giocare, dato che erano sopra di 13.

    serie lunga, e pronostico : miami vincente in gara 2.
    qualora vincesse okc, credo sarà un imbarcata.

  • Gail

    Ma che 40 a piacimento, come se avesse gli ultimi dei coglioni di fronte.

  • Michael Philips

    Dopo gara 1 tra okl e miami, la sfida tra james e durant(vinta dal secondo) la cosa più interessante da scrivere per mad-mel è un commento riguardo la superiorità di kobe rispetto a kd ed lbj.

    Boh, non lo so, fai te. Riguardo la tua nostalgia compulsiva per la nba del passato, sì, bird avrebbe servito un 50ello con il 70% dal campo e magic 33 assist, tutti passandola con il gomito stile jason williams. E jordan? Dai, lui considerando i 100 che metterebbe(senza problemi poi…) in rs, contro thabo minimo 70.

  • makahuna

    mad mel…di kobe parliamone l’anno prossimo su…non mi sembra ora sia attinente

  • lilin

    cmq miami nel primo tempo secondo me stava facendo forse una delle piu belle prestazioni offensive dell’anno…la palla girava molto bene e sfruttavano molto il supporting.
    nel secondo tempo si sono bloccati e facevano una fatica immonda per fare un canestro.

    dontrythis@home

    lebron quando gli entrano i tiri dalla media non ne fa 60 ma condiziona molto di piu la difesa e nei finali di partita dove la penetrazione è piu difficile può mettere punti pesanti.

    in ogni caso con il quintetto basso sicuramente molto meglio miami che sfrutta le difficoltà di perkins e ibaka a giocare lontano da canestro.

  • maximtsigalko

    40 a piacimento?? Bene, li facesse allora! Non ha tirato dalla media non perché non fosse in giornata ma perché una volta sbagliati due ha deciso di attaccare il canestro come tutto il resto della stagione. Prestazioni come gara6 con Boston (assurda) non possono capitare tutti i giorni soprattutto da uno che ha perso ormai la confidenza a tirare cosi tanto dalla media e non avendo stavolta un Paul Pierce davanti. Ho visto il solito gran Lebron James ma che è lo specchio della sua squadra. Se non arriva al ferro non si segna. Poca costruzione e pochi tiri in quanto tali. E’ da 2 anni che giocano cosi e ancora non hanno capito che puoi farlo in RS ma ai PO, soprattutto con squadre di una certa caratura, non vai da nessuna parte.

  • lilin

    beh insomma sta sera dalla distanaza su 21 tiri fatti 7 o 8 dalla media se li è presi ma li ha sbagliati quasi tutti..

  • maximtsigalko

    Ma la domanda è: Secondo voi nel secondo tempo Miami ha improvvisamente smesso di giocare oppure è OKC che ha alzato l’intensità difensiva e non ha permesso più niente sporcando tutto lo sporcabile come successo già in gara6 con gli Spurs? Io propendo per la seconda…

  • Marimba

    Ancora Bryant?…. Kobe è un giocatore strafinito

  • D-Matt

    la carriera di wade mi ha insegnato a prlare di lui alla fine…quindi dopo la fine delle finals mi pronuncierò anche su di lui tranquilli! fino ad ora lo davate x morto contro indiana e celtics e alla fine è cmq stato sufficiente anzi decisivo in un paiodigare, poi so e vedo anche io che non sta tenendo i suoi livelli, sopratutto a livello di consapevolezza credo… aspettiamo aspettiamo

  • Paul

    Beh non vai da nessuna parte non direi, come minimo due finali in due anni, tanta roba partendo dal nulla cosmico; poi ovvio che con squadre che giocano meglio vai a casa,come è successo l’anno scorso.
    Non voglio salire sul carro Okc, che comunque ha tutti favori del pronostico; secondo me per Miami una speranza c’è e lo ripeto, se James attacca in transizione è immarcabile, anche da Ibaka e Perkins, e mettendo qualche jumper in più ne farebbe 40 sempre; il problema per Miami è solamente Wade, come hanno dimostrato tutti playoffs, è lui che gioca sotto gli standard ma allao stesso tempo vuole tirare anche in giornata no. Dipende tutto da lui secondo me…

  • lilin

    d-matt

    mi dispiace ma wade sufficente proprio no. e lo dico perchè lo rapporto agli standard che doverebbe avere uno con il suo talento.

  • D-Matt

    uno che tiene 23 punti di media , 4 rimabalzi e 4 assist non è sufficiente allora ok!!! x me lo è , poteva fare meglio ma secondo me cmq sono dei buoni PO

  • lilin

    a livello di statistiche sono inferiori a quelli che face lebron l anno scorso eppure se non ricordo male tu sei uno di quelli che sostiene che abbia fatto dei play off da queen james o sbaglio?

  • Gail

    Ancora con sti 40 ROTFL, che poi state parlando sempre di Miami. Nessuno che abbia fatto notare che la partita è girata nel secondo tempo soprattutto per merito dei Thunder che hanno giocato di small ball con un solo lungo. Nel primo tempo erano andati in difficoltà soprattutto perchè Ibaka e Perkins facevano fatica a seguire Battier sul perimetro che l’ha quasi sempre messa, e Miami ha trovato spaziature migliori col campo allargato.

  • D-Matt

    io ho sempre detto che lebron toppò le finals con 17 di media…non tutti i PO!!! ricordi male

  • mad-mel

    Non era parlare di kobe o della sua superiorità verso gli altri due, ma semplicemente ho preso lui come riferimento per far capire cosa conta nel basket.
    Cosa vuoi che dica delle finali? avete già detto tutto voi, verso sera ci infogneremo su Lebron che cala nel quarto che Wade non è più quel giocatore e che Durant è un fenomeno ecc…
    Semplicemente volevo dire che i giocatori di una volta non avrebbero sfigurato anzi…e che questo atletismo non è tutto al giorno d’oggi…vedi Lebron spalle a canestro contro Thabo e uno contro uno a partire da fermo contro Durant che ha gli stessi mezzi atletici…ti fa capire che è molto limitato tecnicamente in alcune situazioni…

  • mad-mel

    E per un tre volte mvp è parecchio imbarazzante…

  • lilin

    d-matt

    allora ti chiedo scusa ciò non toglie che è proprio dove non arrivano le statistiche che si vedono i play off insufficenti del 3. e se vedi le partite non mi puoi dire di no. a grandi tratti e deleterio…

  • Michael Philips

    Mad-mel

    continuo a non capire la tua crociata.

    Riassumendola potrebbe suonare così: lebron è il simbolo della nba di oggi, fatta per lo più da giocatori scarsi tecnicamente, ma con grandi capacità atletiche. Il livello di gioco fa pena perché i giocatori, con alcune eccezzioni, sanno solo saltare e schiacciare. Un giocatore che vince per 3 volte l’MVP non può avere grossi limiti tecnici.

    In sostanza quelli di oggi verrebbero rasi al suolo dai campioni del passato, e per passato non si intende un passato generico, ma quelle star degli anni 80 e 90 immagino.

    Le solte lagne insomma…

  • redbull

    il vero problema è spoelstra. non puoi avere due dei 3 migliori giocatori del mondo e sfruttarli così male

    nel primo tempo credevo che avesse finalmente capito la cosa e si era messo a fare schemi su schemi, e infatti si è andati al riposo sul +6 o 7 heat

    non credo che chiama gli schemi e i big 2 and a half non lo caghino nemmeno di striscio..secondo me è proprio lui che non ha le idee ben chiare

    l’avete già detto molte volte, ma se ci fosse riley, o popovich, o anche phil jackson (quando allenava) ci metterei la mano sul fuoco nella vittoria finale heat

  • andrea

    ma mettere sefolosha su lebron anziche su wade? mi sembra ke wade sia più fermabile o che comunque spesso sembra fermarsi da solo

  • D-Matt

    lilin
    sono d’accordo che wade in questa stagione se non è in serata è più un male che un bene! nell’intervista ha detto che una sera gioca bene e nell’altra male non sa il perchè e che è cosi da tutto l’anno! spero lo capisca velocemnete altrimenti temo lo sweep… battier su durant: ” x marcarlo devi fare 2 cose : andare in chiesa e pregare”… credo sia uno dei difensori piu forti dell nba , quindi fa capire durant che giocatore sia…

  • lilin

    sefolosha spesso e volentieri a difeso su lebron ieri e cmq credo che come boston non vogliano rischiare di farlo entrare in partita e preferiscano sia solo lebron a fargli male…

  • alert70

    Shane Battier: “Per marcare Durant devi fare due cose: andare in chiesa e pregare”

    D-Matt

    Mi hai preceduto.

    Sono sempre dell’idea che nelle difficoltà ti affidi a ciò che sai fare meglio.

    James e Wade sono due che amano andare nel pitturato e usare il talento e il fisico per fare la differenza.

    Durant-Harden-Westbrook amano tirare dalla media lunga distanza. Westbrook è più casinaro ma i jumper dai 4 metri li mette.

    In quei finali i ragazzi di Brooks si trovano alla grande perchè fanno quelo che gli riesce meglio. Non li puoi battezzare e se gli dai 10 cm ti fanno male. Se poi mettono palla a terra non sono sprovveduti.

    Gli Heat vengono battezzati, nessuno escluso, perchè Brooks sa che chi conta non ama tirare i jumper che è spesso ondivago. Per cui va avanti a proteggere il pitturato ben sapendo che un’avventura di James/Wade contro la difesa schierata non pagherà dividendi.

    Il tutto senza dimenticare i liberi. Ai Thunder si scollina facile sopra 80%, negli Heat se arrivano al 65/70% accendono un cero.

    Marcature
    Spoeltra non può chiedere a James di mettersi sulle piste di Durant perchè poi deve averlo lucido dall’altra parte. Lo può fare per qualche minuto a rischio e pericolo.

    Quello che fa la differenza è la difesa schierata. I Thunder fanno di tutto per non concedere la transizione agli Heat, che è indifendibile. Infatti nel terzo quarto James è arrivato al ferro facile facile. Cosa non avvenuta nei minuti finali.

  • Iceman

    Se Miami gioca come nel secondo tempo,rischia veramente un 4 a 0 e a casa. Se invece fanno girare la palla come nel primo se la possono giocare….durant immarcabile e fantastico,ma è un gioco di squadra e anche questa partita l’ha dimostrato: westbrook ha un primo passo terrificante,ieri nessuno riusciva a tenerglielo! Thabo diabolico in difesa come pochi,Fisher esperienza e i suoi punti per tenere a contatto okc li ha messi….
    Wade un po’ in ombra,quanto servirebbe a Miami il numero 3.
    Ma durant è cresciuto ancora? Sarà una mia impressione ma è infinito,mi è sembrato piu alto di bosh….