Stern sul flopping e sull’onestà della Lottery

Il Commissioner torna a parlare e lo fa su due temi scottanti, specialmente quella lottery molto discussa.

Prima della palla a due di Gara1 tra Oklahoma City e Miami, il Commissioner dell’NBA David Stern ha (come da prassi) parlato con i media e il tema sul quale si è concentrato di più è stato quello della simulazione, il flopping.

Già nei mesi scorsi Stern ne aveva parlato dicendo che sarebbe intervenuto, ecco ad oggi il suo pensiero: “Il flopping non rende giustizia a questo sport, è un inganno progettato a rendere il gioco diverso da quello che è, dobbiamo prendere provvedimenti per far si che si estingua” aggiungendo: “I nostri arbitri devono svolgere il loro lavoro al meglio e quindi ci riuniremo per cercare un modo per agevolarli” e tra queste soluzioni si sta tenendo in considerazione il fatto di ampliare l’uso dell’istant replay durante la partita.

Un altro argomento che molto ha fatto discutere è stata la Draft Lottery dove per molti è stata “truccata” per agevolare l’ex squadre comandata dalla Lega, i New Orleans Hornets, Jim Rome di ESPN non è andato giù leggero chiedendo proprio se la lottery fosse stata corretta/manomessa al momento dell’estrazione, Stern ha risposto a tono: “Per niente, ed è una vergogna che tu me lo chieda” Rome è andato avanti e Stern non si è tirato indietro: “È ridicolo che tu insista, ma va bene così” arrivando anche ad usare una metafora un po’ forte: “La smetti o no di picchiare tua moglie?” ad incitare il giornalista a smettere di fare domande in merito alla vicenda.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B