Sullinger risponderà alle critiche sul campo!

Il prossimo rookie ex Ohio State ha deciso che dimostrerà a tutti che è all’altezza dell’NBA cosa alla quale molti non credono.

Dopo non essersi dichiarato l’anno scorso per restare e provare a vincere il campionato NCAA, Jared Sullinger (20 anni, SCHEDA) adesso si prepara allo sbarco nei PRO ma in molti dubitano che il prodotto dei Buckeyes possa imporre il suo gioco nei pitturati NBA, lui ha ascoltato tutte le critiche e non è rimasto impassibile.

Al San Francisco Chronicle ha dichiarato: “So di non avere l’atletismo che hanno diversi miei colleghi, è una cosa che ho accettato e spero che molti lo capiscano” poi lancia la provocazione ai team: “Se sei una franchigia NBA e vuoi draftare uno stupido che salta 3 metri e tocca l’apice del tabellone, con solo un talento grezzo e senza avere abilità tecniche/tattiche, faccia pure ma non fa una grande scelta” infine la sua promessa: “Se sai giocare in post, sai giocare in post.punto”.

Sullinger è stato particolarmente criticato dopo il K.O alle Final4 contro i Kansas Jayhawks, per molti non ha dato un gran contributo facendosi mettere sotto nel pitturato da Thomas Robinson, al mock-Draft Jared è previsto intorno alla chiamata #7 con i Golden State Warriors.

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • hayes

    “Se sei una franchigia NBA e vuoi draftare uno stupido che salta 3 metri e tocca l’apice del tabellone, con solo un talento grezzo e senza avere abilità tecniche/tattiche, faccia pure ma non fa una grande scelta”

    Questa frase mi sembra molto indicativa dell’idiozia generale che sembra regnare quando si parla di talento di un futuro giocatore. Per qualche assurdo motivo, oggi viene definito “talento” l’altezza a cui arrivi quandi sbatacchi il tiro di un avversario in tribuna, mentre saper mettere la palla dentro il canestro è un aspeto molto secondario. Fortunatamente la storia sta dando torto a questi GM incompetenti, e la stragrande maggioranza dei cosiddetti “talentuosissimi ma molto grezzi” scelti agli ultimi draft (che sono in realtà solo grezzi e senza alcun talento) non ha ancora combinato nulla sui campi.