Jennings si allontana da Milwaukee

L’ex Virtus Roma molto vicino dall’abbandonare il Wisconsin, l’estensione non è sul tavolo e l’agente del giocatore apre le porte.

Fallito l’accesso al foto-finish contro i New York Knicks, i Milwaukee Bucks stanno mettendo giù le basi per la prossima stagione con Monta Ellis (26 anni) l’unico punto fermo dal quale partire, infatti due pedine fondamentali del roster di coach Skiles sono in procinto di cambiare aria.

Il primo è Ersan Ilyasova (25 anni) reduce dalla sua miglior stagione in NBA (13.0 punti e 8.8 rimbalzi)) tanto che è stato in lizza per vincere il “Most Improved Player”, il turco si sta godendo le vacanze e non ha ancora parlato del suo futuro però sappiamo che l’idea di tornare nella madre patria lo stuzzica molto, visto che riceverebbe un ingaggio da sogno, ma anche in NBA diverse squadre sono sulle sue tracce; il secondo nome invece è quello sul quale i Bucks avevano puntato sul ricostruire la franchigia 3 anni fa, Brandon Jennings (22 anni).
La situazione contrattuale dell’ex Lottomatica Roma dice che il giocatore è un Buck fino a giugno 2013 ($3 milioni) con un’opzione da $4 milioni per la stagione 2013/14, come va di moda in questo periodo i giocatori vogliono certezze/sicurezze per il futuro e Jennings vuole un’estensione di contratto ad hoc, ma qualcosa si è rotto tra il californiano e la franchigia; il “Racing Journal-Times” rivela che i Bucks non hanno ancora proposto nessun rinnovo di contratto al suo agente, Billy Duff, e già dopo la dead-line di marzo le due parti si erano beccate con Jennings che aveva espresso il desiderio di potr giocare da un’altra parte.

Al Draft Milwaukee ha la scelta #12 del primo e del secondo turno, il primo obiettivo è quello di trovare un uomo di peso da mettere nel pitturato ma attenzione agli esterni dove Will Barton (21 anni) di Memphis a riscontrato molti favori da parte dello staff-tecnico: “Io sono un’ala ma i Bucks vorrebbero utilizzarmi come una SG di peso, l’idea non mi dispiacerebbe” ha rivelato il giocatore.

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B