Le parole dei protagonisti dopo Gara4

Miami rimonta di nuovo e LeBron chiude la partita malgrado l’infortunio, andiamo ad ascoltare le parole del post-partita.

 

 

 

 

LeBron James: “Ci sarò per Gara5, ho capito subito che non era graveCLICCA QUI per le altre dichiarazioni di LBJ!

Dwyane Wade: “Mario Chalmers è un vincente! Ha giocato una grande partita e ci ha aiutato a portarla a casa, LeBron è il nostro giocatore di punta ma sappiamo che possiamo contare su giocatori come Mario in queste situazioni” poi sul duro scontro con Ibaka: “Non ci sono scuse, nessuno di noi vuole lasciare il parquet neanche un momento, qualunque cosa serva io la faccio anche se devo giocare col dolore, nessuno vuole perdere l’opportunità di diventare importante per la squadra”

Chris Bosh: “Si parla di LeBron che è l’MVP, dei “Three Kings”, ma questa è una squadra! Abbiamo il talento per uscire dai momenti difficili e stasera lo abbiamo dimostrato

Mario Chalmers: “L’ho considerato come un segno di non rispetto nei miei confronti e ho fatto quello che dovevo” riferendosi alla difesa passiva di Kevin Durant.

Erik Spoelstra: “Siamo emozionati a carichi di avere questa occasione di giocare per il titolo (Gara5, ndr), ma non dobbiamo distrarci e continuare a stare sul pezzo” aggiungendo: “I ragazzi sono usciti con una gran ferocia dai problemi, hanno mostrato una grande competitività“.

 

 

Kevin Durant: “Andremo avanti a lottare! So che è frustrante ma andremo di nuovo fuori a combattere come ho sempre fatto dal primo giorno che ho messo piede in NBA” sul 3/16 da 3: “Abbiamo grande fiducia nei tiratori e in chi passa la palla, abbiamo avuto solo 9 punti ma questo non cambierà la nostra mentalità, dobbiamo continuare a crederci“.

Russell Westbrook: “Non conta nulla (riferendosi ai suoi 43 punti, ndr), non siamo riusciti ad uscire e portare a casa la vittoria” aggiungendo: “Ho accettato le sfide ma non era Westbrook contro il mondo“.

Scott Brooks: “Non sono deluso, succede!” su Westbrook: “Russell ha giocato una grande partita, ero ed eravamo con lui e ha fatto giocate incredibili, se avessimo fatto qualche giocata in più durante la partita forse avremmo vinto

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B