Bird elogia LeBron e lancia il paragone!

L’ex proprietario degli Indiana Pacers ha parlato della stella dei Miami Heat e del suo cammino nei Playoffs, azzardando anche un paragone.

Larry Bird ha salutato gli Indiana Pacers nel migliore dei modi, lasciando alla città una squadra competitiva che negli ultimi Playoffs ha pure spaventato quelli che poi sarebbero diventati i campioni NBA, adesso Larry “Legend” si godrà la pensione e ha recentemente parlato di quel LeBron James (27 anni) che nel 2° turno dei Playoffs gli ha fatto molto male.

Alla ESPN l’ex Boston Celtics ha cominciato col dire: “Qualcuno ha mai avuto una corsa così perfetta?” riferito al cammino dell’MVP nell’ultima post-season, aggiungendo: “Non ha mai avuto una serata storta o una partita difficile, la sua fiducia nei suoi mezzi cresceva serata dopo serata rafforzandola sempre di più” poi Larry si lascia andare con un azzardo non da poco: “Credo che LeBron dovrebbe passare alla storia come uno dei migliori giocatori di sempre, e magari è lui quello che può avvicinarsi a Michael Jordan”.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • LBT6

    che palle sti paragoni…lui è lui, jordan è jordan

  • Paul

    Quoto LBT6
    Il problema è che li fanno loro(Bird e Pippen l’anno scorso)

  • LBT6

    lebron è stato rovinato anche da questi paragoni che si porta dietro dall’high school..

  • Stiv#6

    Vi quoto entrambi.
    Ognuno è una storia a se, alla fine della carriera di LeBron tireremo le somme sicuramente resterà uno dei migliori di sempre e su questo credo non esistano dubbi già oggi, per il resto si vedrà.

    ps: quello che Bird ha detto sui playoff di quest’anno però è vero..è stata una cavalcata pazzesca..determinazione, fiducia, forza, precisione, palle, cuore, impegno..vado avanti?? 😀

  • Lore2324

    come modo di giocare mi ricorda più magic avendolo visto giocare…siccome Jordan e stato più realizzatore di magic e le bron…anche fisicamente assomiglia più a magic…bryant e più un Jordan come modo di giocare…meno assist e rimbalzi ma grande realizzatore…ma resto Dell idea che ne il 24 ne il 6 si avvicinano al 23 e al 32..

  • Danilo

    ma Bird è mai stato proprietario dei Pacers???

  • in your wais

    MA Bird nn era quello che diceva che prende Kobe per vincere e Lebron per divertirsi? Come cambia in fretta opinione…

    Le 23 partite di LeBron in post season sono state una delle piu’ grandi prestazioni individuali della storia, non parlo di picchi, parlo di costanza. Le statistiche finali sono fuori dal mondo, e non dicono tutto dell’enorme impatto anche in difesa

    Ma pur di sminuirlo i Pacers sono una squadretta, i Celtics delle mummie, ed i Thunders, osannati fino a gara 2 delle finali, un gruppo di pippe e cacasotto…

    Comunque, come tipo di gioco, l’unico paragonabile ad MJ e’ Kobe…LeBron e’ qualcosa di unico, al massimo lo si puo’ paragonare a Oscar Robertson, solo che lui difende il triplo

  • Paul

    Quoto IYW
    La vittoria coi Celtics era inizialmente indicata come la fine dei “vecchietti”, la vera finale Nba era quella ad Ovest ecc..; poi visto il risultato delle finals la vera finale è tornata ad essere quella coi Celtics mentre l’incredibile Ovest è tornato a far schifo…

  • Michael Philips

    Appunto, Bird è sempre lo stesso che fece quel paragone tra kobe e lebron. Le parole degli ex-giocatori NBA, sopratutto se si tratta di gtandi campioni, le ho sempre prese con le molle. Così come bisogna prendere le ultime parole di larry legend.

    Guardare anche come è cambiato il giudizio del lunatico charles su james immediatamente dopo vittoria degli heat.

    Le uscite di jordan, thomas, o magic in generale, ad esempio le ultime su westbrook(peggio pg nella storia delle finals, o qualcosa del genere) fanno capire che spesso ci sono delle enormi differenza tra il giocatore con talento immenso e l’uomo fuori dal contesto sportivo.

    Grottesco continuare ad insistere con paragoni tra jordan e james, giocatori oggettivamente diversissimi sia per ruolo che per stile e fisico.

    Così come insistere nel confrontare giocatori ritirati da tempo con giocatori ancora attivi con una prospettiva di 8-9 stagioni da giocare ancora. Chiaro che chi ha 16 stagioni NBA di solito abbia raggiunto più traguardi e vinto di più(anche se ci sono i vari barkley e malone…)rispetto ad uno di 25-30 anni.

  • hanamichi sakuragi

    scusate ma il lebron di quest’anno è lo stesso dell’anno scorso?
    a me sembra proprio di no altrimenti gli heat avrebbero fatto la stessa fine. solo le persone stupide non cambiano mai opionione. ah si poi ci sono i furbi che salgono sempre sul carro dei vincitori e non sanno cosa sia la coerenza con se stessi.. e badate bene che uno se ammetto lo sbaglio e lo motiva pure resta coerente pur cambiando opinione.