Jordan risponde a Kobe: “Non c’è paragone!”

Dopo le scottanti parole di stamattina di Bryant sul paragone tra questo Team USA e quello del 1992 ha risposto il prorietario dei Bobcats.

Stamattina Kobe Bryant (33 anni) aveva lanciato la sfida al Dream Team del 1992 facendo capire a grandi linee che l’attuale Team USA ha le carte per superarli, neanche 24 ore e uno dei membri di quello storico team ha risposto al “Black Mamba”, stiamo parlando del proprietario dei Charlotte Bobcats Michael Jordan!

Ad Associated Press MJ ha rilasciato poche parole ma significative: “Quando ho sentito quella frase mi son messo a ridere, non ‘è paragone tra queste due squadre” aggiungendo: “Non è stata una delle mosse più intelligenti che abbia fatto (riferendosi a Kobe, ndr)”.

Anche Charles Barkley, tramite ESPN, ha risposto alle parole della stella dei Lakers: “Mi sono messo a ridere, uanti anni ha Kobe? 34, giusto? E chiama noi vecchi?” concludendo: “L’ho già detto più volte, a livello di esterni i nostri avrebbero battuto i loro”.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • graphicplayer

    strano che si siano così piccati per le parole di kobe.. Comunque visto che la riprova non si può fare restano solo parole. MJ comunque dovrebbe preoccuparsi di fare il proprietario invece di perdere tempo in cose che sono mero gossip..

  • BigBenWallace

    Esterni al completo a mio parere vincono questi USA, il vantaggio i vecchi lo avevano sotto canestro, ma contro la velocità e potenza di Paul-D.Will-Rose-Wade-Bryant la vedo dura

  • Ammiraglio

    Nonostante il team odierno sia eccezionali e vanti campioni incontestabili come Bryant o LBJ, mi prendo tutta la vita quello del ’92.

    Mentre tra gli esterni ( Paul, Bryant ed LBJ da una parte e Magic, MJ e Barkley dall’altra) ci può essere battaglia, sotto canestro è un massacro, una sorta di cefalonia o caporetto…

    Discorso diverso sarebbe stata una decina d’anni fa, quando potevi piazzare Shaq e Duncan o Garnett. Ma se ci riferiamo unicamente all’anno 2012, spiacente, ma non c’è minimamente paragone. E come se ne non bastasse Griffin si è anche rotto, quindi la situazione si aggrava ulteriormente ( ma ve lo immaginavate Griffin contro Malone, o Chandler contro l’Ammiraglio? Ma dai, grasse risate…).

  • graphicplayer

    Probabilmente se ne facciamo una questione tecnica (esclusivamente) vince quel dream team, ma unendo tecnica e fisica ho i miei dubbi. Francamente quelli di oggi sono indifendibili per quelli la.. James con cosa o chi lo fermi per esempio?

  • Iceman

    Anche durant è un bel problemino..

  • graphicplayer

    mi hai letto nel pensiero, l’altro a cui pensavo è proprio kd 🙂 poi il tasso atletico è totalmente diverso dai.. Quelli di oggi sono alieni al confronto, sono larghi il doppio e grossi il triplo.. Fisicamente lebron può difende se tutti i giocatori di quel dream team.. Centri compresi.. Un confronto è improponibile comunque.. Certo kobe astuto però, mette pressione ai suoi e al contempo li stimola a mille..

  • Iceman

    Si anche sui centri ma nn a lungo,perchè contro david o pat alla lunga i 10 cm di differenza si farebbero sentire sicuro;ma contro malone fisicamente ci starebbe eccome. Tecnicamente quelli di oggi sono inferiori nel complesso,ma certi accoppiamenti sarebbero problematici anche per loro…quel bird ultra trentenne su lebron farebbe fatica in difesa,con KD anche. Metti per un attimo KD da due e te lo ritrovi cn Jordan: mj lo farebbe sudare molto,ma nella sua metà campo mettersi li a marcare uno 13/15 cm piu alto con due braccia infinite che ti tira sempre sopra la testa nn sarebbe facile neanche per lui.
    Poi vabè,basta:D

  • graphicplayer

    si lebron paga centimetri ma non chili.. Malone lo marca facile. Nessuno di quel dream team marca lui però. Idem per kd. Si puoi farlo marcare da pippen ma tirerebbe in testa anche a lui..

  • Ammiraglio

    Discorsi di cui non ne capisco il senso, come se il basket fosse soltanto un uno contro uno.
    Raddoppiare su un lungo è un conto; chiudere la difesa su penetrazione è un altro.

    Soprattutto per gli esterni non vale quello che dite, sennò Lebron o Durant dovrebbero fare 50 punti a partita dato che, soprattutto il primo, fisicamente è disumano.

    La storia ci insegna invece che chiunque può essere limitato ( lo stesso Durant fu limitatissimo da Artest, ben più basso di lui, quindi tutti questi tiri in testa non li vedo), soprattutto se si dispone di difensori come MJ o Pippen.

    Punto secondo, e qui me la sono veramente goduta: LBJ che difende su Robinson? Si, come no… Gli leva solo tipo 12 cm, cioè quello si gira e appoggia…
    Non è che se uno sa difendere sugli esterni, e Lebron lo sa fare bene, allora sa difendere anche su un centro. Ma che basket vedete?

    In conclusione: questi sono, come detto da altri, discorsi da bar, ma che in definitiva è curioso affrontare.
    Trovo sempre divertente leggere quello che partorisce la gente…

  • Ammiraglio

    ps: contate soprattutto che la differenza dei cm si vede molto più sotto canestro che sull’arco.
    Anche Bryant ha un tiro immarcabile e non è grazie all’altezza; questo fa capire che è molto più relativa che precisamente sotto l’anello.

  • Paolo

    Ciao, premetto che sono un gran tifoso lakers e di kobe in particolare.
    Ma a parte questo, non credo ci sia proprio paragone, anche sugli esterni.
    Davvero vogliamo paragonare magic e stochton a cp3 e dwill? Impossibile
    Ricordiamoci che il dream team aveva mj e clyde drexler come sg.
    Sotto canestro non ne parlo. Griffin e chandler non portano nemmeno la colazione in camera a Robinson e pat ewing.
    In definitva, il vero dream team è solo quello del 1992

  • Massu4

    Il paradosso (e qui lancio la mia provocazione) è che MJ ha rovinato la pallacanestro… Da lui in avanti tutto il movimento NBA ha tentato di spingere giocatori che più o meno gli somigliassero… Peccato che tutti si concentrassero più sulle doti atletiche di Jordan (che era un mostro anche a 36 anni suonati), ce non sulla sua tecnica individuale, l’applicazione tattica e, soprattutto, la sua attitudine mentale…cosa questa che faceva veramente la differenza.

    Da allora in poi l’NBA ha spinto al massimo sull’acceleratore…pompando mediaticamente più i giocatori super atletici che non quelli tecnici (con qualche eccezione, ovviamente).

    Ricordo ancora nitidamente quelle partite… Quelli del 92, sapevano giocare molto, ma molto bene…tecnicamente e tatticamente prima ancora che essere dei mostri fisicamente.
    Era imbarazzante la superiorità mostrata sul campo…e non perché saltavano in testa agli avversari.. Ricordo un’ottima circolazione di palla…e tiri piazzati quasi sempre al bersaglio perché presi comodi comodi da 3 4 metri…
    Dopo due quarti di lezione di basket…cominciava lo show time e quasi sembrava di vedere gli harem globetrotters…

    Francamente…per quanto forte sulla carta…questo team non lo vedo così superiore agli avversari…vuoi perché il livello globale è salito…questo non lo discuto…ma anche perché l’atletismo da solo non basta.

    Non è la prima volta che si fanno proclami di vittoria prima ancora di aver cominciato a giocare…e sappiamo com’è andata a finite…
    Mi basta ricordare Pozzecco che irride il fenomeno Iverson qualche anno fa…ma dai!
    Kobe…fai il bravo…che è meglio

  • Iceman

    Ammiraglio
    nn so quanti anni tu abbia,io ne ho 17 e forse ho visto la metà se nn un terzo del basket che hai visto tu.Per darti un’idea ho fatto e guardato calcio per 6anni,poi mi ha stufato in modo disarmante e girando per i canali trovo Detroit contro San Antonio e leggo finals. Non sapevo neanche cosa fosse ma mi è subito piaciuto,e quando 2 anni dopo lebron ne fa 48 senpre contro i pistons,allora capisco che nn mi era parso una meraviglia per caso,e abbandonai tutto il resto. Questa cantilena per dirti che non partorisco niente,sono un grande appassionato che ne sa la metà di te di basket e non sono ironico! Il sito penso esista anche per confrontarsi,e se dico una cavolata enorme,felice di essere “smontato” da qualcuno che ha qualcosa da insegnarmi;guai se nn fosse cosi.
    Lebron sono il primo che ha detto che nn puó marcare un robinson perchè la differenza di cm si farebbe sentire,e per quanto riguarda gli esterni probabilmente hai ragione tu,anche se continuo a pensare che se la giocherebbero.

  • Massu4

    Gli Harem Globetrotters ovviamente sono la squadra del sultano del Brunei 🙂

  • skiptomylou

    Sinceramente, concordo abbastanza con chi dice che Kobe abbia detto na mezza cazzata, ma la verità è che non mi sarei aspettato nulla di diverso da lui. Cioè, ce lo vedete Kobe a rispondere alla domanda del giornalista, dicendo: si beh, ci avrebbero stracciato? Bah, a me sembra uno che non vuole perdere manco a scopone col figlio piccolo, per quale motivo avrebbe dovuto dire che la sua squadra è inferiore a qualsiasi altra mai esistita? insomma, dichiarazioni in linea col personaggio.

  • hanamichi sakuragi

    ma scusate magic chi lo marca??? lebron??? ok e MJ? chi lo marca? no perchè qua pare che lebron sia immarcabile… ma ricordo che un play al 1° anno giocò la gara decisiva delle finals in trasferta facendo tipo una tripla doppia da 40 punti giocando CENTRO!!!!!!! diciamo pure che magic lo ferma lbj ed il resto, di grazia?
    ma malone a barkley o pippen andrebbero tanto sotto con durant che gioca da 4 o da 3? non penso proprio.. anzi penso che il buon durant patirebbe sir charles parecchio.
    cmq gli esterni in qualche modo se la giocherebbero ma sotto nun c’è confronto.
    riguardo la squadra del 2000 il confronto non ci sarebbe in playmaking nelle guardie e sull’ala piccola.. per me questo d.t e quello del 2008 sono più forti del 2000.. ma posso anche sbagliarmi

  • Vabbè se ci fossero anche Wade Howard e Rose se la giocherebbero pure, ma senza se la possono giocare con quella del 96 forse.

  • Ma poi cosa pensate che possa dire bryant:” si siamo inferiori” mi ricordo dichiarazioni simili anche nel 2008 .

  • Paolo

    @iceman
    scusa Iceman, permetti. tu nel 1992 non eri ancora nato. mi spieghi come fai a dire che se la giocherebbero se neanche eri nato quando quei fenomeni (intendo quelli dle 1992) giocavano? vedere qualche partita in videocassetta o qualche highlights negli anni forse non basta.
    Poi, tornando, agli aspetti tecnici.
    Ragazzi non scherziamo. davvero c’è qualcuno che pensa che il fisicamente impressionante Lbj possa limitare Magic? certo non aveva un fisico atletico come quello di Lbj, ma magicca aveva un’intelligenza tattica ed una tecnica sopraffina: Lbj non avrebbe neanche avuto il tempo di capire dove posizionarsi che la palla sarebbe già sparita.

    Avete menzionato Durant: sono d’accordo con hanamichi sakuragi che ha detto che avrebbe avuto qualche problemino con sir charles. potenza allo stato puro e grande tecnica. Chi mi spiega come durant avrebbe potuto contenerlo in post basso?

    @ DrDre
    francamente, credo che howard rose e wade poco avrebbero cambiato.

    In definitiva credo che gli unici di questo team usa per i quali la tecnica ed il talento prevalgono sull’atletismo siano kobe e durant. gli altri credo siano grandi atleti, con doti enormi, ma, francamente, tecinca e talento sono altra cosa.

  • hanamichi sakuragi

    cmq diciamo che l’ammiraglio ha ragione quando dice che gli unici di questo D.T. che giocherebbero nell’altro sono Bryant LBJ e durant al posto di leattner drexler e mullin.. anche se in quel D.T. doveva esserci Thomas (al posto di leattner escluso da Jordan)

  • Iceman

    Bè sulla tecnica siamo d’accordo,ma mi vuoi dire che quelli di adesso non hanno talento vero?
    Sul resto posso anche concordare,anche se dire che lebron non l’avrebbe neanche vista mi sembra forzato. Cmq generazioni differenti,non si possono fare confronti veramente oggettivi,nn lo
    Sapremo mai.

  • Ammiraglio

    Iceman

    Ma infatti mica ce l’avevo con te per la storia di LBJ contro l’Ammiraglio 😉

  • Iceman

    Okok,meglio ancora

  • Paolo

    iceman
    a parte kobe e kd, di talento vero c’è ne è poco in questo dream team.
    LNj non ha talento, secondo me, è solo un grande atleta.
    westbrook idem
    per non parlare di griffin: salta tanto, è potente ma poi…
    Dwill e cp3, grandi giocatori, talentuosi, ma magic e mj altra cosa

  • XaNdEr86

    Paolo come??? LBJ nn ha talento…ma dove vivi sulla luna! Uno che potrebbe viaggiare in tripla doppia di media nn ha talento! Ma hai visto come da via la palla! Hai visto come difende sui lunghi e sugli esterni…
    Probabilmente non sarà mai un vincente come KB o il dio MJ ma lì nn centra il talento è questione di carattere di testa.
    Se Lebron nn ha talento nel mondo cestistico c sono al max 2/3 giocatori di talento, il resto e fuffa…

  • Iceman

    Lebron è solo un grande atleta? Ma dici sul serio? Ok magic e Jordan avevano piu tecnica indubbiamente,ma nn è uno che salta solo,non lo era 5 anni fa quando era ancora più esplosivo…
    Nn sarà forse bellissimo o elegante da vedere il suo modo di giocare,ma non è una scimmia che salta solo come Deandre jordan

  • Paolo

    ognuno ha la sua opinione.
    personalmente credo che fare tripla doppia non significhi per forza avere un grande talento, soprattutto in una nba molto fisica come è quella di oggi.
    in difesa nessuno potrà mai dirci se LBJ riuscirebbe a difendere alla stessa maniera anche non avendo quel fisico e, di nuovo, determinante è l’aspetto fisico, la reattività, la velocità.
    Talento, poi, significa anche rispetto delle regole – in europa molti dei movimenti di lbj sarebbero fischiati come passi.

  • hanamichi sakuragi

    paolo anche a me lbj sta antipatico ma ti invito a riconsiderare la tua affermazione. indubbiamente LBJ se non avesse quel fisico non sarebbe il giocatore che è oggi.. ma quest’anno ha grosso modo tirato col 50% dal campo… questo non è merito del fisico ma del talento e del suo amore per il gioco che l’ha spinto a migliorarsi. si può dire che dal james del 2003 ci si potevano aspettare ancora maggiori miglioramenti (es tipo quelli di durant in questi 3 anni) ma il ragazzo è comunque migliorato tantissimo ed in maniera evidente… e questo grazie al talento di cui dispone…

  • mad-mel

    Quanto forte era Magic??!!

  • mad-mel

    http://www.youtube.com/watch?v=v4Dm0lZTqCc&feature=related

    quando il buffa e il tranquillo non hanno mai visto un 205 correre cosi, fare il play e passare la palla in quel modo, forse si dimenticano sempre di questo (dubito) o fanno i paraculi per l’utenza attuale che guarda l’nba (molto probabile).
    Bravi sono bravi ma di cagate ne sparano anche loro e molte.

  • hanamichi sakuragi

    IN UNA PAROLA #32 = SHOWTIME!!!

  • graphicplayer

    Allora, io non sono un fan di lebron, ma veder scritto che Magic se lo mangiava lebron quanto ad assist… vi prego…
    Vedete questo:
    http://www.youtube.com/watch?v=ooEELfpn2C8&feature=related

    e ditemi ancora che Magic se lo mangia. Dai, siamo seri.. Ok il mito di Magic ecc, ma sentire certe robe è aberrante.. Tra l’altro penso che Buffa e Tranquillo abbiano visto qualche partita più di tutti gli utenti di questo forum (me compreso), quindi prima di smerdarli così ci penserei due volte…

  • graphicplayer

    Ho visto adesso un’altra perla: “personalmente credo che fare tripla doppia non significhi per forza avere un grande talento”, allora the big O era privo di talento? Ah no aspetta, hai scritto nell’nba di oggi, invece di quella di 30 anni fà era tutta un’altra storia.. Sapete cos’è ridicolo di tutto ciò, che l’evoluzione è inevitabile. Prendete i cento 100metri, non ci sono SE e MA, Bolt è più veloce di tutti quelli del passato, con il basket vale lo stesso, il gioco cambia, e per quanto certi miti meritino rispetto metterli a prescindere sopra tutto è una cagata. Che poi i fenomeni esistano (e vale per MJ nel basket come per Federer nel tennis per esempio o Maradona nel calcio ecc) è un fatto, ma che tutti i giocatori del passato vengano visti come semidei è patetico.

  • Ammiraglio

    Gran bel video, seriamente, ma Magic era un’altra cosa comunque, nonostante LBJ sia un ottimo assistman. Non li paragoniamo per cortesia…

  • graphicplayer

    Ma non li paragoniamo perché scusa? Neanche stessimo facendo un paragone magic contro lin.. Tra l’altro lebron non è nemmeno play e la da via così. Magic aveva tutt’altro tipo di compagni come talento, e sai benissimo che avere gente che sa giocare vuol dire tanto… Mi sarebbe piaciuto vedere magic ai cavs.. Invece che ai lakers dello showtime..

  • Alessio

    Direi che con la cura atletica (ma anche tecnica) del giorno d’oggi è quasi sicuro che una qualsiasi squadra nba (oddio: sui bobcats non ci giurerei) batterebbe il dream team del ’92… …un po’ come una squadra di calcio di lega pro non avrebbe problemi a spazzare via l’italia dell’82…

    …se però il confronto lo facciamo supponendo come sarebbero potuti essere i giocatori del ’92 con le metodologie di allenamento attuali io non ho dubbi che la squadra del ’92 farebbe a fettine quella attuale, malgrado Laettner e il povero Bird con la schiena distrutta (grande anche in quello)…

  • Paolo

    Graphicplayer: secondo il tuo ragionamento allora David lee, che fa doppia doppia ogni sera è un giocatore di grande talento? Allora vediamo decisamente il basket in ma ieri diversa.
    Quello che volevo dire è che le statistiche non sono tutto e non sono necessariamente segno di talento.
    Poi se vuoi sostenere che lbj è il giocatore + grande di tutti i tempi o che è superiore a magic, beh, ognuno la può pensare come vuole, ma francamente mi sembra una tesi poco sostenibile. Un giocatore è un grande anche per mentalità vincente, anche per caricarsi la squadra sulle spalle, per essere una certezza nei momenti difficili: beh, non mi sembra la descrizione di lbj, mentre sembra tanto quella di magic….

  • graphicplayer

    Non ho scritto da nessuna parte che Lbj è il migliore del mondo. Ne che David Lee è un giocatore di immenso talento (anche se sono dell’idea che se non hai talento alcuno in Nba non giochi, giochi in promozione). Ma che per mettere su alcune cifre il talento conta eccome (big O l’unico in tripla doppia media certificata, se non ci vuole niente perchè è l’unico?). Se il tuo ritratto di giocatore immenso e vincente è Magic e Bird mi sta bene (d’altronde loro erano la Nba prima di mj) ma Barkley? Cos’ha vinto in nba? NIENTE. “Un giocatore è un grande anche per mentalità vincente, anche per caricarsi la squadra sulle spalle, per essere una certezza nei momenti difficili” parole tue. Allora la verità dov’è? Forse a metà strada. Ora sarei curioso di sapere una cosa, mi dai per favore la tua definizione di talento. Che poi ci ragioniamo su un attimo (se vuoi).

  • graphicplayer

    P.S: tra l’altro io non ho mai scritto che Lebron è superiore a Magic, ma sentire che “James bene ma Magic diversi gradini sopra” mi sembra un’esagerazione. Oppure che Lebron non lo vede neanche.. Come se parlassimo di una pippa clamorosa..

  • hanamichi saakuragi

    cerco di trattenere l’orticaria nel leggere un confronto sugli assist tra lebron e magic e provo ad analizzare la differenza. la 1° cosa è che uno è un play e quindi un REGISTA e l’altro un finalizzatore.
    quando la palla l’aveva EMJ lui dirigeva la squadra, decidendo tempi e giochi. la regia è comunque una cosa diversa dall’assist.. lebron è un ottimo assistman ma è quanto di più distante esista dal regista dato che accentra il gioco lo ferma con la palla in mano penetra attira il raddoppio e scarica.
    allora direi che prima di confrontare lebron con un vecchio vogliamo dire che lebron sia meglio come assit man di williams o paul? credo di no. semplicemente è lebron e guardate più highlight di lebron che non di williams o paul. e credo che nessuno nella sua squadra da fantabasket preferirebbe uno tra D-WILL e CP£ a magic… pi ci sarebbe il resto ma mi fermo qui

  • graphicplayer

    Si stava parlando di come da via il pallone. Non di chi è il miglior playmaker. E comunque James è a tutti gli effetti il play mascherato degli heat così come lo era nei cavs. Scusa se James non giocava con 5 all star ed è costretto a segnare di più (tra l’altro magic quasi 20 di media in carriera, alla faccia del play).