Houston, ecco l’assalto finale a Howard!

Con l’amnistia di Scola i Rockets hanno pronta la super trade per prendersi il centro dei Magic e i contratti pesanti di Orlando!

Nella giornata di ieri il nome di Dwight Howard (26 anni) è saltato fuori solo una volta in merito al piano degli Houston Rockets di accaparrarselo insieme ad altri suoi compagni di Orlando, oggi vi riportiamo che quel piano ha preso forma e con l’amnistia applicata a Luis Scola (32 anni) l’assalto decisivo è pronto ad esser lanciato.

Il GM Daryl Morey ha studiato questa trade nei minimi dettagli tanto ed eccola in sintesi come è stata strutturata: Dwight Howard, i contratti di Jason Richardson (31 anni), Chris Duhon (29 anni) e Glen Davis (26 anni) in Texas, menttre in Florida arriverebbero diverse se non molte future prime scelte e anche giocatori arrivati dal recente Draft come Jeremy Lamb (20 anni), Royce White (21 anni) o Terrence Jones (20 anni).

Se questa trade dovesse andare in porto i Rockets, a livello di salary cap, sarebbero come una pentola a pressione alla soglia di esplodere ma Morey sa come risolvere il tutto: liberando quasi tutti gli acquisti di questo mercato ossia Shaun Livingston (26 anni), Courtney Fortson (24 anni), Josh Harrellson (23 anni), Jerome Jordan (25 anni), Josh Leuer (23 anni), Diam Simpson (24 anni) e Greg Smith (21 anni)

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • Nicolas

    Folli!!

  • MrBobbe

    Si e poi in campo ci va il porta borraccie…ma per favore!!!

  • Lore2324

    dio bo…spero facciano giocare anche me i rockets dopo questo intelligentissimo scambio…:-)

  • lbt6

    ahahahahahhahahahahahaha queste cagate non si sono viste neanche durante la free agency del 2010..che presentava signori giocatori, non un pagliaccio di 2,16

  • hanamichi sakuragi

    forse scola è il più forte giocatore finora aministiato… più di billups…

  • Iceman

    Ma che cavolata è?

  • graphicplayer

    per la serie, come dimostrare di essere il peggior general manager di sempre.. Questo qua è un idiota fatto e finito.. Scola fa farà gola a moltissimi..

  • lbt6

    scola agli heat…ops scusate sognavo ad occhi aperti

  • Iceman

    Scusate l’ignoranza,ma come funziona? Gli heat potrebbero metterlo sotto contratto?

  • lbt6

    ne dubito, nn hanno i soldi per farlo

  • Io Odio Pat Riley

    Ma gli Heat non possono prenderlo ipoteticamente al minimo?

    Comunque spero vivamente che questi Rockets non facciano i playoff per parecchio tempo. Non si può amnistiare uno come Scola per prendere Howard! E’ da idioti!

  • lbt6

    forse al minimo si, non ho ben chiara la situazione di cap, cmq scola non è uno che prenderebbe il minimo..minimo 6/7 li vuole.
    Houston è incomprensibile, mai visto niente di tutto ciò per poi per chi? DH12? mah

  • Iceman

    Ma poi dai,prendi due giovani interessanti,stai facendo una squadra tutto sommato interessante,e la vuoi smontare cosi per Howard??

  • paolo

    Credo che funzioni così:
    dopo l’amnesty, houston deve ancora pagare tutto lo stipendio a scola, ma questo importo non viene conteggiato ai fini del salary cap o della luxury tax.
    Poi ci sono alcune squadre – credo quelle sotto il salary cap – che possono fare un’asta in busta chiusa per scola; chi fa l’offerta + alta prende il giocatore e paga solo quello che ha offerto, mentre il resto continua a pagarlo houston. Per esempio, se scola oggi prende 13 e la squadra che se lo aggiudica offre 2, houston continuerà a pagare 11 e l’altra squadara solo 2.
    se, invece, non ci fossero offerte, credo che scola potrebbe accorddarsi con qualsiasi altra squadra, sempre con il medesimo meccanismo salariale.
    Credo che così funzioni l’amnesty clause.

  • XaNdEr86

    Mandare via Scola, per prendere forse Howard (ma nn è detto) penso che sia una stronzata degna di un premio!
    …per la stagione 2012/13 il premia al paggior GM NBA va a:
    Daryl Morey…
    tra l’altro candidato a bissare il titolo anche negli anni seguenti…

  • ONIC76

    IO invece penso che l’amnesty funzioni diversamnete e cioè lil tem che la applica è comunque tenuto a pagare lo stipendio x intero al giocatore (stipendio che xò nn fa parte del salary) mentre il nuovo contratto che firmerà il giocatore si va a sommare a quello precedente

  • Accio

    ONIC invece ha ragione paolo, l’amnesty funziona come ha scritto lui. L’asta si fa a busta chiusa e quello che offre di più (anche per questioni di centesimi) se lo becca e il giocatore non può negarsi alla nuova squadra che l’ha preso.

    Difatti l’anno scorso quando i Knicks usarono l’amnesty su Billups lui fece una dichiarazione del tipo:
    “occhio a chi mi farà il contratto, perché se la destinazione non mi piacerà romperò le balle a più non posso.”
    Insomma voleva evitare di andare a finire in un gulag, dato che, come ha sempre detto paolo, il primo giro di offerte le possono fare solo le squadre sotto al CAP. E i CLippers con Paul non sono stati un vero e proprio gulag.

    Comunque penso che Scola un minimo di mercato possa averlo quindi per tutti coloro che hanno la fottuta paura che vada agli Heat non vi preoccupate non potrà mai accadere. Se lo prenderà qualcuno sotto al CAP. Ma chi sono i top team ancora sotto il cap?

    P.S. Se dovesse veramente accadere che si accasasse a Miami io comincerei a pensare veramente che c’è qlk sotto, ma non accadrà al 101%.

  • shaq4ever

    No no è esattamente come dice Paolo.
    Se un team sotto il cap se lo accaparra (come succederà di sicuro), Houston pagherà solo la differenza. Scola complessivamente prenderà lo stesso stipendio previsto dal contratto con Houston

    Se nessuno fa l’offerta diventa free agent e fa quello che vuole
    Zero possibilità che vada agli heat

    Ma per prendere un giocatore in scadenza dai via tutti i tuoi giovani e scelte e ti accolli 3 (più o meno ex) giocatori e i loro super contratti????
    Posso capire uno scambio scola-dwight alla pari
    Ma così è da folli: hai solo howard che ovviamente tra un anno saluta e va dove vuole senza rifirmare
    Qualcuno dice che il tentativo sia prendere paul l’anno prossimo ma con i 3 contrattoni di orlando non credo riusciranno a firmare un free agent da 20 milioni… Considerando che se anche ci riuscissero (come??) dovrebbero poi costruirsi il resto della squadra

  • shaq4ever

    Accio
    Mi hai bruciato sul tempo

    Squadre non pessime sotto il cap c’è Dallas che pero sta puntando brand sempre con lo stesso meccanismo
    Senno si va con squadre come Cleveland, charlotte, new Orleans….

  • Paul

    Pazzi. Distruggono tutto per un giocatore non decisivo, inoltre prima di regalare Lamb vorrei vederlo…

  • XaNdEr86

    Concordo con Paul…J.Lamb è un ottimo prospetto io non lo darei via a cuor leggero

  • Ammiraglio

    Vabbè, scambio incommentabile per Houston. Rimane la solita questione, cioè che Howard non rifirma.

    Scola agli Heat? Ma perchè, non vi bastano i giocatori? 🙂

  • graphicplayer

    Fossi in scolta o i Cavs o NO. Se non lo vuole dallas dico, certo che scola e dirk, quanto a bagaglio tecnico sarebbero una cosa indescrivibile..

  • KB24

    Una bella mossa! L’anno prossimo, quando Howard non rifirmerà perchè tornerà a fare i capricci si ritroveranno senza squadra, scelte del draft e col salary cap intasato J. Rich&Company. Così saprei farlo anche io il GM!

  • mad-mel

    Ma invece che agli heat..uno Scola a Boston vicino a Garnett?

  • salviamo trigari

    Solo una precisazione sull’ Amnesty a Scola, stamattina leggendo hoopsworld mi sembra di aver capito che in base alla situazione salariale dell’argentino il minimo da inserire in busta sono 3,2 ml annui.

    detto questo 25ml per asik 50 per javalone 70 per lopez e 9 di scola amnistiati, chi ci capisce è bravo

  • Accio

    bisogna ben capire per squadre sotto il cap cosa di intende e poi bisognerebbe capire bene tutte le dinamiche del mercato. So che, anche se sei sopra il cap puoi rifirmare un tuo giocatore a patto di averne i Bird right. Quindi se è così e Boston aspetta a firmare Garnett forse ci stanno sotto il cap e potrebbero offrire un contratto a Scola. Stessa cosa, se questo è vero, per molte altre squadre di livello alto. A patto che poi i proprietari paghino durante la stagione la luxury tax.

    Se poi ho scritto una boiata, me ne pento.

  • Alessio

    No Accio, non funziona così…

    una squadra può firmare TUTTI i propri free agent (con o senza Bird rights) fregandosene del salary cap. I bird rights servono solo a dire quanti soldi puoi dargli (nell’nba non c’è libertà di pagare i giocatori ma vanno seguite delle tabelle che prevedono minimi e massimi). Il problema è che, senza i bird rights, può succedere che il massimo che puoi offrire ad un tuo giocatore, sforando il cap, può essere molto inferiore al valore di mercato: in quel caso se vuoi offrire di più devi usare le eccezioni salariali previste per le squadre sopra il cap (in particolar modo la MLE).

    Boston, poi, non può fare il giochino che dici perché tutti i free agent (con o senza bird right) pesano comunque sul salary cap: detto brutalmente (e in maniera inesatta) è come se tutti i tuoi free agent, ai fini dello spazio salariale libero avessero ancora un anno di contratto allo stesso stipendio dell’anno precedente.
    Quindi finché Garnett non firma occupa comunque i 22 milioni dello stipendio di stipendio sul salary cap di Boston, così come Allen ne occupava 10 fino a che non ha firmato per gli heat.
    Quindi aspettare a rifirmarlo non solo è inutile ma è addirittura dannoso perché se lo rifirmano a 12 liberano ben 10 milioni di spazio salariale!
    Ovviamente una squadra può sempre rinunciare definitivamente a rifirmare un giocatore, nel qual caso libera spazio salariale ma, a quel punto, il giocatore è come se fosse un free agent di un’altra squadra.

    Ultima specificazione della luxury tax: questa non parte con lo sforamento del salary cap (circa 58 milioni) ma a ben più alta quota (circa 70 milioni).

    Mi rendo conto che la disciplina è complessa ma spero di essere stato, almeno in parte, chiaro (peraltro ho pure omesso un bel po’ di situazioni che avrebbero ulteriormente ingarbugliato la cosa!)