Belinelli passa ai Bulls firmando un biennale!

Adesso la notizia è (semi)ufficiale e il nostro Beli giocherà per i Chicago Bulls dove potrà esprimere il suo gioco andando a sostituire Korver.

Ne avevamo parlato stamattina dicendo che in tarda serata sarebbe arrivata l’ufficialità e così è stato, Marco Belinelli (25 anni) passa ai Chicago Bulls!

L’ex Fortitudo Bologna firmerà un contratto da $3.8 milioni per due anni, $1.9 milioni all’anno, la notizia però potrà divenire ufficiale al 100% solo quando sarà formalizzato l’addio di Omer Asik (24 anni); l’anno scorso il Beli ha viaggiato a 11,8 punti giocando diversi minuti con gli Hornets, a Chicago il nostro portacolori rischia di fare un ritorno al passato scaldando per un po’ di minuti la panchina andando a ricoprire il ruolo da specialista che era di Kyle Korver (31 anni).

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • akiro71

    vediamo potrebbe trovare anche più spazio di quello che si può ipotizzare adesso

  • Ironclaw

    come guardie ha davanti al momento solo Hamilton e Brewer, quest’ultimo destinato ad andarsene

  • Rdonnie

    Ma brewer non se n’è già andato?? Così fosse l attuale backcourt di Chicago sarebbe composto da inrinch e Hamilton, con belinelli prima riserva di Quest ultimo, il quale lo scorso anno ha giocato meta partite!! Almeno fino al ritorno di rose dovrebbero esserci buoni minuti per Marco! Lo vedo un po’ male pero con coach t per via della sua scarsa seppure migliorata difesa!!

  • graphicplayer

    Qualcuno se lo ricorda Belinelli da giovanissimo quando giocava in fortitudo solo perchè difendeva come un’animale? Poi hanno scoperto che la buttava anche dentro 🙂

  • alert70

    E’ arrivata la sua occasione. Squadra di livello altissimo, coach esigente come pochi e compagni con le palle, Rose in primis.

    Dovrà difendere come una bestia e se lo farà sarà ricompensato alla grande, perchè se servito la sa mettere dentro.

    Grande Marco. Veramente contento per lui.

  • alert70

    In una recente intervista Messina disse che Marco era quello che lo aveva impressionato di più dei tre. Evidentemente anche i Bulls.

  • graphicplayer

    grande alert 🙂 evidentemente tu il beli versione vintage te lo ricordi 🙂 bei tempi.. Belinelli forse dei 3 è quello con più forza di testa. Staremo a vedere, certamente una grande occasione per lui.

  • Base

    Esatto grandissima occasione, la cosa sicura è che con coach Thib la sua crescità cestistica ci sarà in ogni caso è questa è già un ottima notizia..

  • salviamo trigari

    Felicissimo per lui, 10ppg alla prima vera occasione con CP al fianco, 11 ppg l’anno seguente senza,migliorando la difesa… il ragazzo merita assolutamente l’nba e visti i prezzi che circolano la bi annual gli va anche stretta, ma per giocare a Chicago ben venga, allenatore e organizzazione di qualità, spazio per farsi 25 min e prendersi i suoi tiri, c’è tutto per continuare a crescere.

    concordo con Messina, dei 3 è quello che ci ha dovuto mettere più paxxe perchè a differenza di Barg e il gallo arrivati in nba in pompa magna lui il diritto ad esserci se lo è dovuto conquistare contro ogni pronostico

  • alert70

    La storia è sempre la stessa. Arrivi in NBA e speri che la franchigia sia quella giusta. I tre si sono ritrovati in tre gulag cestistici che ne hanno rallentato la loro crescita. Ricordo Belinelli a GS, un run and gun folle, nessuno che difendeva, tanta concorrenza nel ruolo col santone che di volta in volta premiava il giocatore in forma. Dava minuti su minuti a tizio, poi alle prime difficoltà passava a caio. Questo sistema gli ha portati a vincere 48 gare.
    Poi il passaggio ai Raptors che è stato anche peggio. 3 anni di involuzione cestistica salvati in extremis da Monty Williams. Se Marco deve ringraziare qualcuno, quello è lui. A NO ha visto la luce, ha lavorato sodo per avere un minimo di credibilità, giocato i po e ottenuto apprezzamenti di stima anche da CP3 che lo voleva ai Clippers. Ora con Thibo si alzerà ancor più l’asticella e l’anno prossimo, se giocheremo gli europei, vedremo una versione molto più solida del ragazzo.

    Sono contento perchè dopo anni i tre ragazzi sono in una situazione non ottimale ma migliore degli inizi. Forse potremmo vederli tutti e tre ai po. Per Andrea sarà più difficile anche se il roster è migliorato sensibilmente.

    L’equazione talento più coaching staff di livello paga sempre. Quest’anno ne avremo conferma.

  • 8gld

    Può far bene e lo merita.

  • hanamichi sakuragi

    felicissimo per marco che è quello che mi sta + simpatico dei 3..

  • brazzz

    bè però diciamolo che i bulls stan ridimensionando mica da ridere..senza rose han unreparto guardie allucinante..poi il problema booz..senza rose questi son forse da po,ma forse,e solo xhe sono a est

  • deron

    d’accordo con brazz, anche se la frontline booz-noah-gibson, resta tra le migliori ad est. E comunque anche quest’anno nonostante gli si inizi già a sputare addosso, l’est recupererà qualcosa sull’ovest.