Duncan si sacrifica per gli Spurs!

Il capitano degli speroni dimostra ancora una volta il suo amore verso la franchigia texana lo stipendio per aiutare San Antonio a non pagare la luxury tax!

Tim Duncan (36 anni) non si smentisce, o meglio, mostra ancora una volta tutto il suo rispetto ed affettoverso la sua franchigia compiendo un gesto che difficilmente altre stelle NBA avrebbero fatto, infatti il caraibico si è tagliato lo stipendio.

Nella sorda stagione TD percepiva $21 milioni circa, per aiutare gli Spurs a non pagare la fastidiosa luxury tax il giocatore si è tagliato lo stipendio fino a $11,5 milioni cosicché San Antonio non possa sforare; gli Spurs hanno sotto contratto 14 giocatori e col sacrificio di Duncan la somma degli stipendi raggiunge $69,130 milioni, la luxury tax è fissata a $70, 307 milioni nella stagione 2012/13.

 

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Ammiraglio

    .

    Quello che dici è giusto, ma non lo ricordavo, quindi sono andato a vedere; Bryant nel 2003 ad esempio guadagnava 12 milioni, per poi salire di circa un milione all’anno fino al nuovo contratto. Ecco alcune altre superstar contemporanee:

    Garnett: 25 milioni nel 2003 e 28 nel 2004
    Webber: 14, ma 19 nel 2006
    Kidd: 13 nel 2003
    Allen: 12 nel 2003
    Marion: nel 2009 è arrivato fino a 18 milioni
    Karl Malone: 19 nel 2003
    Allan Houston: 14 nel 2003 e 19 nel 2006 ( caso particolare, ovvio)
    Jermaine O’Neal: 13 nel 2004 e 23 nel 2010

    Ci stanno molti altri esempi, ma questo non toglie che Bryant, visti gli stipendi medi confrontati al valore del singolo, è stato in passato sottopagato.
    Ma non è il solo: Duncan e Iverson nel 2003 prendevano la stessa cifra.

  • in your wais

    Ammiraglio

    Io ti ho solo fatto una precisazione su di una cosa giusta che hai detto, parlando di possibilità che sono la prassi per le squadre normali, e molto rare per i Lakers

    Ma, e ti ho portato l’esempio di Odom, certe cose sono capitate e possono capitare anche ad L.A., ed in quel caso il contratto di Kobe potrebbe risultare problematico

    Dimmi cosa c’è di sbagliato in questa affermazione. Se Bynum rimane in casa, avremo già una possibile risposta nell’Estate 2013 (specie se il bimbo se ne esca con offerte deliranti, tipo 20 milioni annui)

  • in your wais

    *

    Dai su, nn fare così. Facciamo che ti dico che hai ragione. Tanto ci hanno pensato gli altri a prenderti per il culo mentre io ero fuori…ben mi ricordo quanti commenti positivi avevano le tue flautolenze contro LeBron e gli Heat

  • Sempre queste prese per il culo inutili mah…

  • XaNdEr86

    Tim sei sempre un esempio per tutti…Forse nn sarai più quello di un tempo in campo, ma fuori sei come il buon vino con il tempo migliori