Passeggiata USA, Parker batte Ginobili, ok LIT!

Tutto troppo facile per la Nazionale stelle/strisce contro la Tunisia, il francese decide la sfida contro l’amico e la Lituania supera la Nigeria.

 

Day 2

Girone A

Lituania – Nigeria 72-53
LIT: Kaukenas 10, Songaila 12, Kleiza 11,
NIG: Diougu 12, Aminu Al-F 12, Aminu A 10

Dopo la brutta sconfitta subita per mano dell’Argentina, parte forte la Lituania, guidata dai due Toronto Raptors Valanciunas e Kleiza. La Nigeria invece non trova in Aminu il suo leader in campo e chiude il primo quarto con soli 8 punti realizzati (14-8). Jasikevicius apre il secondo periodo con la prima bomba da dietro l’arco della partita (1/14, l’unica nel primo periodo) mentre i nigeriani faticano sempre più a trovare la via del canestro. Salgono in cattedra poi Songaila e Jasaitis che portano sul +12 il vantaggio a 7’ dall’intervallo. Nel finale di quarto però la squadra di coach Kemzura si rilassa un po’ troppo, permettendo ai bianco verdi di riportarsi sotto grazie a 5 punti consecutivi di Al- Farouq Aminu (29-19 a 3’ dalla sirena dei 24’) e di andare negli spogliatoi sul -7 (34-27). Gli africani faticano sempre più a trovare la via del canestro, soprattutto non riescono più a trovare quei secondi tiri a rimbalzo che li avevano tenuti in vita nel primo tempo (12 rimblazi all’intervallo, solo due nel terzo periodo). Jankunas infila la terza tripla a 3’ dalla sirena, portando il vantaggio a +18. La prima tripla dei nigeriani firmata Skinn, dopo 12 tentativi andati a vuoto, da il 56-40 alla penultima sirena.
L’ultimo quarto è pura accademia da parte dei lituani: Kavaliauskas regala il +20 a 8’ dalla fine mentre i nigeriani continuano ad infrangersi contro il muro eretto sotto le plance. Alla sirena finale il tabellone dice 72-53.

MVP: Linas Kleiza (LIT) 11 punti (3/5, 5/6, 0/2), 6 rimbalzi (6 dif), 4 perse

Francia – Argentina 71-64
FRA: Parker 17, Batum 14, Gelabale 13, De Colo 11, Seraphin 10
ARG: Ginobili 26, Scola 16

La Francia comincia bene grazie alle giocate di Nicolas Batum (8 punti su 19) e ad un’Argentina che gioca bene ma sbaglia molto (7/18), alla prima sirena transalpini avanti 19-12 ma la reazione dei sud-americani non si fa attendere: break di 10-3 e parità a quota 22 dopo 5′ di 2°, l’inerzia però non passa dalla parte di Ginobili & Co, la Francia col suo atletismo sotto le plance e in difesa respinge l’assalto albiceleste ma alla sirena del riposo lungo il vantaggio è solo di 3 punti (32-29), il tutto con un Tony Parker da 1/7 dal campo.
Nella ripresa è vera battaglia punto a punto con gli argentini che faticano contro l’elevazione dei francesi ma allo stesso tempo riescono con Ginobili (20 punti) e l’esperienza a “comprarsi” falli e quindi tiri liberi per rimanere in partita, il punteggio a fine 3° recita 55-53
Quarto periodo teso tanto che il primo canestro dal campo arriva dopo 3’20” con la bomba di Batum per il +5 (58-53), l’Argentina si attacca a Ginobili ma finalmente ecco TP9: il PG degli Spurs segna 6 punti filati (jumper, layup e liberi) lanciando la fuga decisiva sul +8 (66-58) a 4’12” dalla conclusione. Nel finale niente rimonta degli uomini in blu che hanno pagato la pessima serata dal tiro pesante (4/23).

MVP: Tony Parker (FRA) 17 punti (4/16, 9/10 tl), 1 rimbalzi, 4 assist, 1 rec, 2 perse

Tunisia – Team USA 63-110

CLASSIFFICA

N.S

N.S

Dal sangue verace romagnolo, ma cresciuto 19 anni in quel di Como (in parte assieme proprio a FMB), si innamora della palla a spicchi nell’ormai preistorico 2001 (militando in squadra con FMB), al Pianella di Cantù per il derby contro i cugini varesotti. È un inguaribile tifoso Lakers, Packers e del Cesena calcio, venera Jason Williams e le IPA luppolate e la jersey dei Raptors di Damon Stoudamire. Nickname: N.S

  • Iceman

    Cmq vada a finire team usa fa ridere!

  • Danilo

    SARà MA A ME ‘STO TEAM NON EMOZIONA PER NIENTE….. MANCA DI CARISMA, PUNTO E BASTA