Spagna tirata su Team UK, Russia al fotofinish!

Gli iberici giocano al 50% e rischiano contro i britannici nel finale, Firdzon batte il Brasile sulla sirena, ok i Boomers.

 

DAY 3

Girone B

Australia – Cina 81-61
AUS: Andersen 17, Mills 20, Ingles 13
CHI: Wang 21, Yi Jinlian 12 (12 rimb), Chen 10

L’Australia finalmente batte un colpo battendo una Cina troppo molle, troppo discontinua per questo livello di gioco, grazie alle prestazioni dei due leader Andersen-Mills (17+20). In un primo quarto decisamente al di sopra delle proprie aspettative la Cina è avanti di 4 punti, per poi sciogliersi completamente nei successivi periodi, i canestri di Andersen da fuori e le scorribande in contropiede di Mills fanno si che all’intervallo la partita sia gia chiusa; 49-33. L’australia a parte un terzo quarto in cui la China riesce a trovare la via del canestro abbastanza facilmentge gestisce più che bene il vantaggio e lo aumenta sul finire di gara; il tabellone alla fine recita 81-61
(-N.P-) 

MVP: David Andersen (AUS) 17 pt: (4/11, 2/3, 3/3), 7 rimbalzi (2 off), 1 assist, 1 stop, 2 rec, 2 perse

Brasile – Russia 74-75
BRA: Taylor 12, Barbosa 16
RUS: Shved 17, Mozgov 18, Kirilenko 19

Primo quarto molto combattuto soprattutto sotto canestro, così le squadre cercano molto il tiro da fuori. Meglio i brasiliani che con Varejao annullano Kirilenko in difesa (0 punti nei primi 10’) e davanti puniscono con Splitter e Huertas, chiudendo avanti di 5 (20-15).
Kirilenko si riscatta aprendo subito il secondo quarto con 9 punti per il sorpasso russo (23-26). Giovannoni, Nene e Marquinho tengono viva la partita (32-34) ma Shved chiude in crescendo firmando il canestro che chiude il primo tempo sul 32-40.
Partono ancora forte gli uomini di Blatt che trovano subito il +10 (32-42). Varejao sfrutta due disattenzioni della difesa russa e firma il -6 (42-48). Kirilenko dalla lunetta e Kaun riallungano la distanza tra le squadre (50-59) prima del canestro da dietro l’arco di Barbosa che chiude il terzo quarto sul 53-59.
Il Brasile ritrova l’affiatamento in attacco e a 6’ dalla sirena finale Taylor, con un gioco da tre punti, trova il -2 (61-63) mentre Leandrinho Barbosa impatta la parità (63-63). Dalla lunetta Nene riporta in vantaggio i verdeoro dopo una faticosa rimonta (66-65) e poi un immenso Taylor e Barbosa sfruttano una difesa russa troppo statica per allungare (70-65). Shev e taylor fanno entrambi 0/2 dalla lunetta, ma è glaciale dall’arco lo stesso Shved per il pareggio (72-72) a 26” dal termine. Huertas in penetrazione ridà il +2 al Brasile (74-72) ma un’incredibile tripla di Fridzon (vedi video sotto) chiuderà la più bella partita dell’Olimpiade (per ora) sul 74-75.
(-N.S-) 

MVP: Alexey Shved (RUS) 17 punti (5/8, 2/7, 1/4), 3 rimbalzi (3 dif), 6 assist, 6 perse,

[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=Jbo2KtvdBGw]

Spagna – Regno Unito 79-78
ESP: P.Gasol 17, Calderon 19, M.Gasol 12
UK: Freeland 25, Deng 23

Il massimo risultato col minimo sforzo e con brivido per le Furie Rosse contro i padroni di casa i quali hanno resistito appena 7′ nel 1° quarto; la partita è stata tale fino a 3’18” dalla prima sirena sul 14-11, da quel momento break spagnolo di 8-0 per il +11 (22-11), la frazione si chiuderà sul 24-15.
Nel 2° quarto la Spagna si limiterà a mantenere il vantaggio (all’intervallo 37-29), iberici che non schiacceranno mai sull’acceleratore limitandosi solo a controllare e mantenere quegli 8/9/10 punti di vantaggio.
Ad Inizio 4° periodo la Spagna sfrutta un fallo tecnico fischiato alla panchina britannica e l’1/2 dalla lunetta di Llull sigla il massimo vantaggio sul +13 (61-48), ma dal nulla arriva un brivido per gli uomini di coach Scariolo: a 4′ dalla conclusione una bomba senza ritmo di Joel Freeland e un layup in entrata di Deng siglano il -3 Teak UK (68-65)! I Campioni d’Europa vanno in rottura prolungata e a 55″ Deng ha la palla del pareggio a quota 71 ma l’ala dei Bulls perde una sanguinosa palla che consente a Calderon di ri-allungare sul +4 (73-69) a 44″.
Il finale è tirato perché Team UK non molla e José Claderon è costretto a fare gli straordinari dalla lunetta (6/6) per archiviare la pratica, negli ultimi 10″ Deng segna la tripla del -1 ma poi i britannici non sono riusciti a far fallo su Calderon che ha chiuso la partita con la palla in mano.
(-F.M.B-) 

MVP: Pau Gasol (ESP) 17 punti (5/12, 1/2, 4/6), 2 rimbalzi, 4 assist, 2 stop

CLASSIFICA

 

Nico P

Nico P

Appassionato di ogni tipo di sport, con il basket a svettare nella sua classifica, tifo Lakers e Broncos con la preferenza sempre verso la squadra più debole. Nickname: Nico P

  • Stiv#6

    Mamma mia..ma come ha tirato? una bomba di pura voglia, complimenti.

  • in your wais

    Tra l’altro c’era pure il fallo di quello che gli rotola ai piedi…