Team USA – Nigeria 156-73

Bastano appena 180″ per la compagine stelle/strisce per affondare la nave africana con un Carmelo Anthony caccia-bombardiere da 3 (10/12)!

 

 

Girone A

Team USA – Nigeria 156-73
(43-29; 78-45; 119-62)

USA: James 6, Bryant 16, Durant 14, Chandler 2, Westbrook 21, Paul 7, Anthony 37, Love 13, Williams 13 (10 assist), Davis 9, Iguodala 9, Harden 7
All. Krzyzewski

Nigeria: Diogu 27, Obasohan 8, Al-Faarouq Aminu 7, Skinn 3, Oyedeji, Oguchi 11, Ugboaja 8, Oruche 7, Aminu 2, Ibekwe, Archibong.
All.Bakare

Top performance:
Rimbalzi: Davis 6 (USA)
Assist: Williams 10 (USA)
Recuperi: Westbrook 3 (USA)
Palle perse: Skinn 6 (NIG)
Stoppate: Love 1 (USA)

MVP: Carmelo Anthony (USA) 37 punti (3/4, 10/12, 1/3), 4 rimbalzi (1 off), 1 assist, 1 rec, 1 persa.

Recap

A differenza della Tunisia la Nigeria nei primi 3′ non fa notare la sua presenza naufragando sotto 13-0 (7 di Bryant) con LeBron James che da sfoggio a tutte le sue doti di assist-man (3).
Il primo gol della Nigeria arriva dopo 3’15” con due liberi a segno di Aminu, successivamente la compagine africana riuscirà a trovare qualche canestro dal campo ma a la notizia è Kobe Bryant che va a sedersi in panchina con già 14 punti a referto col 100% dal campo (3/3 e 2/2 da 3).
Il +20 arriva a 2’25” (35-15) con un comodo layup firmato da Deron Williams su assist no-look di Westbrook, Carmelo Anthony entra a 3′ dalla fine ha giusto il tempo per sparare un facile 4/4 da 3, alla prima sirena il punteggio dirà solamente Team USA avanti 49-23: 82% dal campo, 11/14 da 3 e due uomini in doppia-cifra (Bryant 14, Anthony 12).

Nel 2° quarto gli americani iniziano il festival delle schiacciate con Westbrook, Durant, Harden, Anthony e la “classica” di LeBron il quale continua sempre ad assistere i compagni, l’alzata per Tyscon Chandler vale il +30 (62-32) a 6’28” dalla sirena e l’assist n°5 per la stella di Miami.
Alla fine la Nazionale a stelle/strisce non riesce nel record di realizzare 100 punti nei primi 20′ chiudendo solo 78-45 con Westbrook che si brucia il possesso dell’80ello, i numeri per gli uomini di coach K dicono: 77% da 2, 58% da 3, 20 assist e un totale di 46 tiri tentati dal campo (31 realizzati)
Per la Nigeria 15 punti per l’ex NBA Diogu.

La ripresa si apre subito con Melo che la alza per il neo-entrato Anthony Davis, schiacciata e ecco gli 80 dopo solo 10″ di gioco, intanto sempre la stella di New York continua a bruciare la retina dalla lunga distanza toccando quota 37 punti dopo aver realizzato 4 triple consecutive (10/13 da 3!!) e siglando il punteggio sul 100-54 a 5’26” dalla sirena del 3° quarto!!!
A 3′ dalla siren Westbrook mette a segno la tripla (la 20^ della partita) per il +50 sul 106-56, la frazione si chiuderà sul 119-62 con Westbrook e Harden che chiudono il quarto con una giocata a due da “Slam Dunk Contest”.

Nell’ultimo periodo Team USA ha nel mirino il record di punti segnati in una singola partita ossia i 138 realizzati dal Brasile contro l’Egitto nel 1988: missione compiuta da Andre Iguodala a 4’35” dalla fine con la tripla del 139-68!
È l’ultima nota di rilievo in uno scrimmage che non ha mai avuto storia dove la Nigeria ha toccato anche il -83 sul 153-70!

Alla fine il tabellino americano reciterà le seguenti statistiche:
– 30/37 da 2
– 29/46 da 3
– 41 assist

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B