Argentina – Team USA 97-126

Dopo un primo tempo combattuto James e Durant si infiammano nel 3° quarto e demoliscono l’Argentina dove si salva il solo Ginobili.

 

 

 

Girone A 

Argentina – Team USA 97-126
(32-34; 59-60; 76-102)

Argentina: Ginobili 16, Delfino 13, Nocioni 12, Scola 11, Campazzo 8, J.Guiterrez 12, L.Guiterrez 11, Jasen 8, Mata 4, Kammerichs 2, Leiva.
All. Lamas

USA: Durant 28, James 18, Paul 17, Bryant 11, Chandler 3, Love 13, Iguodala 13, Harden 7, Anthony 5, Williams 5, Harden 7, Westbrook 4, Davis 2
All. Krzyzewski

Top performance:
Rimbalzi: Iguodala 9 (5 off, USA)
Assist: Ginobili 6 (ARG)
Recuperi: Durant 3 (USA)
Palle perse: Ginobili 5 (ARG)
Stoppate: Chandler 1 (USA)

MVP: Kevin Durant (USA) 28 punti (1/2, 8/10, 2/4), 5 rimbalzi (1 off), 3 assist, 3 rec, 3 perse

Recap

In una partita che non aveva quasi nulla da dire Team USA chiude imbattuto il Girone A sconfiggendo un’Argentina che non ha opposto molta resistenza; primo periodo bello e combattuto soprattutto per merito delle prime linee dell’albiceleste che non cedono un centimetro ad un Team USA presente si sul campo ma (come sempre) con un atteggiamento passivo, alla prima sirena il punteggio è sul 32-34 per l’Argentina grazie alla tripla sulla sirena del solito KD (11 punti)!

Nel 2° quarto coach Lamas schiera il 2° quintetto ma Team USA non schiaccia ancora sull’acceleratore affidandosi alle iniziative dei singoli e a metà del 2° quarto il punteggio è sul 45-45 con scintille tra Paul e Campazzo.
Gli americani sembrano gli stessi del match contro la Lituania e CP3 (14 punti) si mette in proprio firmando un personale 5-0 per il +4 (48-52) a 2’41” dall’intervallo, i sud-americani col tiro pesante (7/15) restano in partita e le squadre vanno negli spogliatoi sul 59-60 USA con due liberi “fortunosi” di Ginobili (15 punti) nel finale.

Nella ripresa LeBron James si innesca segnando i primi 7 punti di Team USA e la tripal dall’angolo di Durant segna il +8 (62-70) dopo 2’30” di gioco. La banda di coach K alza notevolmente il volume della radio in difesa andando a pressare subito i portatori, Ginobili & soci iniziando a subire la fisicità: LBJ decide di mettersi al lavoro, KD e Kobe non scherzano più e il vantaggio States tocca i 17 punti (68-85) dopo due triple consecutive di “Durantula”, il tutto con 4’23” dalla sirena, ma con un James a quota 4 falli. Durant è implacabile e altre due triple consecutive (la seconda tirata da 8 metri) dice +19 (74-93) e 28 punti personali
Il parziale del 3° periodo è di 42-17 con Durat che ne ha messi a referto “solo” 17 punti!

L’ultimo quarto è una formalità per entrambe le squadre che non si dannano più di molto in vista dei quarti di finale.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B