Bryant, James e Durant castigano l’Argentina!

Le tre punte di diamante di coach K decidono la sfida contro i rivali storici e lotteranno per l’oro domenica contro la Spagna.

 

 

 

SEMIFINALE

Argentina – Team USA 83-109
(19-24; 40-47; 57-74)

Argentina: Ginobili 18, Scola 15, Delfino 15, Nocioni 7, Prigioni, L.Gutierrez 9, Campazzo 7, J.Gutierrez 6, Kammarichs 4, Jasen 2, Mata.
All.Lamas

USA: Durant 19, James 18, Bryant 13, Paul 10, Chandler 4, Anthony 18, Love 9, Westbrook 7, Williams 3, Harden 3, Davis, Iguodala 2
All.Krzyzewski

Top performance:
Rimbalzi: Delfino 5 (ARG) / Love 9 (4 off, USA)
Assist: Prigioni 6 (ARG) / Paul 7 (USA)
Recuperi: Ginobili 1 (ARG) / Bryant 2 (USA)
Palle perse: Ginobili 3 (ARG) / Chandler 2 (USA)
Stoppate: Ginobili 1 (ARG) / Durant 2 (USA)

MVP: Kevin Durant (USA) 19 punti (2/4, 5/10 da 3), 4 rimbalzi, 1 rec, 2 stop, 1 persa

Recap

A differenza delle 6 partite precedenti Kobe Bryant e Team USA cominciano subito seriamente; il “Black Mamba” spara 3/3 (schiacciata in reverse dalla linea di fondo) dal campo per 8 punti, la difesa è ermetica e soffocante e la schiacciata in campo aperto di Durant dopo 4’ dice +11 (4-15) States!
Dopo l’avvio traumatico Argentina riesce a reagire con le giocate degli NBA e grazie a qualche ingenuità statunitense arrivando a -3 (15-18) a 1’52” dalla prima sirena, le seconde linee di coach K manterranno il vantaggio am solo di 5 lunghezze.

Nel 2° periodo coach K toglie le spente riserve, rimette il quintetto base e il volume della radio torna ad alzarsi, a 5’11” LeBron James porta a casa un gioco da 3 punti per il nuovo +10 (27-37), negli ultimi 5’ i ritmi di gioco che scemano con l’Argentina che riesce a fermare i contropiedi avversari (solo 2 punti) e Team USA a controllare il vantaggio, all’intervallo lungo la nazionale stelle/strisce guiderà 40-47 con la boma di Ginobili sulla sirena.

La ripresa si apre con Ginobili che infila la tripla del -4 (43-47), qualche minuto di botta e risposta sempre con l’ala degli Spurs protagonista KD: segna 2 triple nel break di 8-0 per il +13 (46-59) dopo 3’30” di gioco!
L’albiceleste non molla e resta attaccata con le unghie, con i denti e tanto orgoglio ma la difesa States alza l’intensità e la coppia deluxe James-Durant decide che è ora di uccidere la partita, 11-0 di break (due triple di KD e 5 pt di LBJ) e +19 (53-72) a 1’40” dalla sirena.

La stanchezza si impadronisce degli uomini di Lamas e dopo 70” Westbrook e Anthony piazzano le bombe del +25 (57-82) che di fatto mettono in ghiaccio la partita contando anche che proprio il coach argentino leva i suoi titolari in previsione del match per la medaglia di bronzo.
Anthony, reo di una pessima prestazione, si riscatta sparando 3 triple consecutive di puro orgoglio registrando il +29 (64-93) e mandando anche qualche messaggio “d’amore” a Facundo Campazzo.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • max

    troppa differenza tra il roster della nazionale usa e quello argentino(e di qualsiasi squadra di questa olimpaide).finchè i 6/7″ titolari” reggono ci può esser4e anche partita ma alla lunga il team usa sfrutta tutto il suo potenzaiale.grande partita di james che dopo essersi tolto la scimmia dalla spalla per la vittoria con miami sembra un altro giocatore.
    cmq una considerazione: sentire tranquillo(ed altri) dire che james con quel fisico 20/25 anni fà sarebbe stato messo pivot e che un giocatore di quella stazza fare quelle cose era impossibile forse si è perso per 15 anni magic johason.
    io capisco che si debba cercare ti attirare verso il basket il pubblico giovanile ma almeno non dire ste boiate sarebbe anche più utile verso quel pubblico ch eha un certa età e che seu il basket da 30 e passa anni

  • brazzz

    max
    Tranquillo,che mi piace ogni giorno di meno da alcuni anni,ci mangia col prodottino di cui sopra,per cui deve dire certe cose…lo sa che chi ha visto magic o altri si rivolta e vomita,ma il pubblico di riferimento ha un’età per cui magic l’ha visto al massimo negli highlights,o addirittura manco sa chi sia..
    da questo punto di vista buffa è più corretto,si sente che certe cose proprio non riesce a dirle…

  • Heat Fan Since 07

    ragazzi scusate,ma che cosa è successo tra melo e campazzo?

  • max

    il play argentino ha datto una bella botta a melo nella partita del girone

  • tom

    prigioni r.o.y. 2013