Iguodala carico per l’avventura a Denver!

L’ex Sixers dopo 8 anni nella città dell’amore fraterno si trasferisce nel Colorado convinto che coach Karl lo lancerà al massimo.

Il passaggio di Andre Iguodala (28 anni) ai Denver Nuggets è stato uno dei trasferimenti avvenuti nella super trade che ha visto Dwight Howard (26 anni) sbarcare ai Los Angeles Lakers, dopo 8 anni in quel della città dell’amore fraterno Dre è pronto ad una nuova avventura ed è già entusiasta di iniziare.

A Philly Iguodalha svolto prima il ruolo di gregario di Allen Iverson poi gli ha succeduto come leader/go-to-guy con alti e bassi, a Denver non ci sono punti di riferimento e il suo gioco potrà trarne molti benefici: “Credo che i miei punti di forza saranno ben sfruttati col gioco di coach Karl, mi piace il gioco dinamico dei Nuggets e sono carico per la nuova avventura” sono state le sue parole al sito ufficiale dei Nuggets, mente il presidente Josh Kroenke loda il suo arrivo: “È vero abbiamo perso due uomini squadra come Arron e Al ma abbiamo preso un giocatore che è in gradi di fare tutto sul parquet, è un all-star e recentemente ha rappresentato al meglio il suo paese nelle Olimpiadi”

Concludendo: “Andre è sicuramente un’aggiunta preziosa per la nostra franchigia e ci darà una mano a fare meglio dell’anno scorso” nella passata stagione Iguodala ha viaggiato a 12.4 punti, 6.1 rimbalzi e 5.4 assist a partita.

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • tom

    iguodala, professionista vero che stimo fin dal suo esordio, partirebbe come starter in qualsiasi team nba, a denver però aggiunge poco al secchio.
    della serie 1+1=3.
    detto ciò mi auguro di darla di fuori perchè quegli sfigati dei nuggets mi stanno simpatici.

  • 8gld

    Non credo abbia ancora fatto capire quali siano le sue potenzialità, o se l’ha fatto non di continuo.
    L’avventura a Denver con Karl potrebbe divenire un connubio interessante.

    I Nuggets rimangono con Karl intriganti.