Carta bianca a Nash da parte di coach Brown!

Il coach dei Lakers lascerà gestire liberamente l’attacco al neo-arrivato ed molto fiducioso sulla stagione che sta per iniziare.

C’é molta attesa per vedere in azione i nuovi Los Angeles Lakers al completo con al timone Steve Nash (38 anni) e sotto le plance Dwight Howard (26 anni), proprio in merito al canadese coach Mike Brown è entusiasta del suo arrivo tanto da dargli subito le redini dell’attacco senza limitazioni.

Ad ESPN Los Angeles l’ex coach dei Cavaliers ha elogiato il suo nuovo playmaker dandogli carta bianca malgrado comunque l’innesto della “Princeton offense” di coach Eddie Jordan: “Steve sarà il nostro quaterback, deciderà lui cosa giocare durante la partita, lui è in campo e ci darà le sue impressioni e come evolvere il nostro atatcco e la Princeton” aggiungendo: “Non voglio svelare tutti i nostri piani ma di certo il numero dei pick’n roll aumenterà rispetto all’anno scorso e Steve ne avrà un paio ad inizio gioco per poi dar libertà al suo ingegno”.

Su questi Lakers c’è molta pressione visto la super campagna acquisti ma Brown non è preoccupato: “Si, continuo a sentire di pressione, aspettative, pressione, aspettative ma sono fenomeni che possono colpirti se non sei preparato e noi lo saremo”.

 

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Lemmy

    Ma va!

  • Lemmy

    Comunque i Lakers fanno paura…fanno paura davvero…se tutto va liscio e si crea una giusta chimica, non ce n’è per nessuno, per quest’anno…

  • Iceman

    Relax..

  • Ironclaw

    beh mancasse altro, Steve è il miglior play della lega, seppur vecchiotto è un leader incontrastato!

    forse pretendo un po’ troppo ma manca ancora una riserva valida…

  • shaq4ever

    sarà, ma a me sembra un segnale di un staff un po’ incompetente o quanto meno che non si sa imporre..
    l’anno scorso era “carta bianca a kobe” (dichiarazione di coach brown a inizio anno)
    oggi siamo passati a “carta bianca a nash” che è già un bel passo avanti.. ma provare a gestire voi l’attacco visto che è il vostro lavoro?

    il filippino che probabilmente è anche più scarso non se n’è mai uscito con “palla a lebron e vediamo quello che fa”, che pure è lo Schema con la S maiuscola. ma almeno ha la dignità di non dirlo

    oh che poi a me brown sta pure simpatico, si vede che ci tiene e si espone in prima persona per tutelare i suoi giocatori.. però le palle le ha lasciate a casa

  • graphicplayer

    dai brown è un allenatore mediocre che ha avuto la fortuna di allenare james. Punto. Ai lakers ha trovato kobe e gasol e gli è andata di culo di nuovo. Ma non ha mai vinto una cippa. Se a los angeles si trovassero un allenatore con la A maiuscola allora non ce ne sarebbe davvero per nessuno, altroche..

  • Michael Philips

    Non capisco dove sia la notizia. Puro Mike Brown. Ha kobe, nash, howard, gasol, artest e jaminson, possono andare avanti da soli. Tanto anche quando ai cavs c’era il solo james 21enne, il buon mike gli lasciava carta bianca. Brown probabilmente sarebbe un buonissimo assistant coach, come era in passato o qualcosa di simile, uno specialista difensivo, ma allenare è altra cosa. Non lo ascolta nessuno.

  • Paolo

    Probabilmente ai lakers oggi manca proprio un buon coach
    Brown è davvero mediocre, non ha idee, ai cavs il suo motto era palla a lbj e vediamo cosa fa.
    Non capisco proprio le scelte dei lakers in fatto di allenatori: lo scorso anno avevano in staff il secondo di coach zen, accettato da tutti in squadra, ed hanno preso brown.
    Quest’anno avevano coach Messina in staff ed hanno confermato brown che ha dimostrato ancora una volta lo scorso anno di essere un perdente mediocre,un allenatore solo da regular seasons che si scioglie nel playoffs. L’unica nostra speranza è che i 5in campo facciano quello che credono in attacco senza tener conto di coach brown.

  • Luke

    Non parlerei così male di Mike Brown.
    In America il rispetto per un allenatore (o giocatore) si guadagna sul campo: per ora non ha vinto nada de nada, indi il suo indice di rispetto tende ad andare (o rimanere) a sud.
    In questo scenario cosa pretendete che dica: “Seguitemi che con me si vince?”… Gli arriverebbero picche da tutte le parti. Il suo discorso mi pare un modo di responsabilizzare Nash e, allo stesso tempo, un modo per dire “Kobe, non giocherai solo te in attacco, come l’anno scorso”.
    Mi pare un modo intelligente, poi, come al solito, solo il campo dirà chi ha ragione.
    Ricordo cmq che il buon Michele Marrone è arrivato in finale grazie alle sue (indubbie) capacità di allenare la difesa e, soprattutto, l’attitudine a difendere (prima di lui LeBron difendeva come mia sorella seduta sulla poltrona mentre guarda heidi…)

  • in your wais

    D’accordo con Luke

    Diciamo che almeno per quello che riguarda la fase difensiva, M.Brown è senz’altro uno dei migliori coaches che circolino nella NBA…o meglio, fino a che è rimasto in sella ai Cavs, c’era molto poco da opinargli sotto quel punto di vista

    Diverso era il discorso per la parte offensiva, ma è vero anche che il talento in attacco di quella squadra variava, se non ti chiamavi LeBron, tra lo squallido ed il mediocre (con minime eccezioni, Mo Will, Jamison…comunque non dei fenomeni)

    Che i Cavs fossero un one man show tutto sommato ci stava anche…

    Diciamo che le magagne su Brown sono venute fuori nel 2012, quando con una squadra con almeno 3 bocche da fuoco, si sono visti troppi isolamenti per Kobe, ed in generale, il coach è sembrato molto succube delle decisioni e degli eventuali egoismi della sua superstar

    Non è mai sembrato all’altezza, non è mai sembrato uno capace di dire “ok, Kobe, mi hai rotto le palle, fai questo e questo sennò ti metto in panca”, è sempre parso subire. Lo spogliatoio è stato una polveriera per tutto l’anno, e mai lui è sembrato dirigerne gli umori

    Ed anche in difesa, non è che si sono visti chissà quali miglioramenti…

    Diciamo che considerando il materiale a disposizione, una bocciatura ci sta tutta. Ora però non ci sono più scuse: conosce la squadra, i singoli, non è più nuovo dell’ambiente. Gli hanno messo attorno un Dream Team, sulla carta la squadra più forte della Lega, e neanche di poco

    Niente solitari di Kobe, niente mattane di Artest, niente Gasol che sciopera in attacco e difesa, niente bambinate di Howard

    In questo senso, dire da subito che Nash (ovvero quello che sembra avere più sale in zucca, e meno manie di protagonismo) sarà quello che gestisce il gioco, mi sembra una buona mossa

  • dwyanewade32008

    Ma dico,pensate davvero che nella dirigenza Lakers ,e in generale in nba,siano tutti degli allocchi?
    Ma se Brown fosse davvero un allenatore mediocre pensate veramente starebbe allenando i Lakers? o qualsivoglia franchigia nba aggiungerei.
    Incredibile..

  • OT ciclistico
    Lance Armstrong è stato condannato per doping e perderà i sette tour de france vinti consecutivamente. L’ho voluto scrivere perchè mi ricordavo che c’erano molti utenti interessati al ciclismo, in particolare su play.it, ed uno in particolare che gasava armstrong all’infinito, come il miglior ciclista di sempre, peccato che questo utente non si faccia sentire da un po’.

  • mjrossit

    OT ciclistico

    Premetto che non seguo il ciclismo perchè lo reputo noioso ed illegale, in quanto si sa che sono tutti dopati.
    Praticare legalmente questo sport è impossibile e sta cosa del doping inizia ad essere imbarazzante, rendendo poco credibile lo sport stesso.
    Amici dottori con l’hobby del ciclismo mi hanno raccontato che in Spagna molte sostanze non sono vietate come in Italia o in altre parti del mondo. Per questo Contador vince facile in Spagna ma fa fatica altrove.
    Tutto ciò non mi invoglia di certo a guardare un sacco di gente che va in giro in bici all together.
    Patetici.

  • shaq4ever

    “contador vince facile in spagna ma fa fatica altrove”
    ????
    ha vinto 5 tour de france, 2 giri d’italia e 1 vuelta (spagna)

    poi quasi certamente sarà dopato, ma direi che andava benino anche all’estero

  • black mamba

    se andiamo a vedere tutti quelli che sono arrivati dietro lance cioè tutti i secondi ci sono 2 ulrich 1 di basso 1 zuelle e altri 2 atleti che comunque hanno avuto a che fare con fuentes chi per un motivo chi per un altro…c è poco da fare in quella disciplina persino nelle gare provinciali gira certa roba figuriamoci a quel livello

  • tom

    OT CICLISMO

    questo è puro divertimento videoludico e senza sostanze dopanti http://www.youtube.com/watch?v=hWsHB85sVKs
    nba2k13 al confronto è recitare il rosario alle sette di sera.

  • Mr Big Shot

    Contador 5 tour? Dove? Nei sogni? Ne ha vinti 2 di tour (volendo 3 ma uno gliel’han tolto).

    Quanto ai Lakers, hanno preso Eddie Jordan, uno che quanto a sistema offensivo ha poco da imparare, giocheranno la princeton, direte voi Howard e Gasol da 4 con la princeton non c’entrano niente, sarà intanto avranno finalmente un sistema.

  • black mamba

    AhAhAh ma che é?

  • black mamba

    avranno un sistema in più che è la princeton Offense inoltre nash potrà giocare parecchi pick n roll con un certo Gasol che è un maestro a farlo! Nash possiede parecchie soluzioni di gioco,l anno scorso era palla a Kobe e tanti troppi iso

  • shaq4ever

    Ho sbagliato a scrivere, intendevo 4 (considerando quello che è arrivato 2º dietro armstrong, anche se effettivamente o conto uno o conto l’altro)… Comunque direi non cambia la situazione: andava forte (eccome, li staccava sempre tutti) anche fuori dalla Spagna.
    Con questo non vuol dire non sia dopato eh, anzi, ma non è che in Spagna vince perché si dopa e all’estero non vince

    Dai ricominciamo a parlare di basket

  • Ammiraglio

    Scusate, ammetto la mia ignoranza, ma cos’è la princeton offense?

  • in your wais

    Eccotela…in diretta da Pete Carril…

    “The Princeton offense is an offensive basketball strategy which emphasizes constant motion, passing, back-door cuts, and disciplined teamwork. It was used and perfected at Princeton University by Pete Carril, though its roots may be traced back to Franklin “Cappy” Cappon, who coached Princeton Tigers men’s basketball in the late 1930s[citation needed], and Bernard “Red” Sarachek, who coached at Yeshiva University from 1938 to 1977.[1]

    The offense is designed for a unit of 5 players who can each pass, shoot and dribble at an above average level. It attempts to isolate and exploit a mismatch using these skills.[2] Positions become less important and on offense there is no point guard, shooting guard, small forward or power forward.[3]

    The offense usually starts out with four players outside the three-point arc with one player at the top of the key. The ball is kept in constant motion through passing until either a mismatch allows a player to cut to the basket or a player without the ball cuts toward the unoccupied area under and around the basket, and is passed the ball for a layup. Having a strong post player is important because this player is critical to passing to backdoor cutters, and can draw help defense to open outside shots.

    The hallmark of the offense is the backdoor pass, where a player on the wing suddenly moves in towards the basket, receives a bounce pass from a guard on the perimeter, and (if done correctly) finds himself with no defenders between him and a layup. Alternatively, when the defensive team attempts to pack the paint to prevent backdoor cuts, the offense utilizes three point shots from the perimeter. All five players in the offense—including the center—should be competent at making a three point attempt, further spreading the floor.

    The offense is often a very slow developing one, relying on a high number of passes, and is often used in college basketball by teams facing opponents with superior athletic talent, to maintain a low-scoring game (believing that a high-scoring game would favor the athletically superior opponent). As a result, Princeton has led the nation in scoring defense 19 times including every year from 1989–2000.”

  • shaq4ever

    Che con il roster dei lakers, detta così, c’entra come i cavoli a merenda..
    “senza play”
    “il centro deve saper tirare da 3”
    “il centro deve avere capacita di driblare e passare superiori alla media”
    “tanti passaggi prima del tiro”

    Mah

    Che poi non è più adatta al basket universitario con il cronometro da 30″ visto che prevede tanti passaggi e manovre lente?

  • DW3

    concordo con shaq…

    ma non era il sistema dei magici kings di c-webb?? quella si che è poesia

  • Mr Big Shot

    Contador secondo dietro Armstrong? Ma dove?
    2000 Lance Armstrong Jan Ullrich
    2001 Lance Armstrong Jan Ullrich
    2002 Lance Armstrong Joseba Beloki
    2003 Lance Armstrong Jan Ullrich
    2004 Lance Armstrong Andreas Klöden
    2005 Lance Armstrong Ivan Basso

    La princeton a livelli celestiali sono anni che la gioca Adelman

  • shaq4ever

    Mi sono fidato della memoria ma ho sbagliato malamente, l’ultimo tour di armstrong era il suo primo tour..
    Cmq fai pure:
    Tour d’Italie 2 (2008, 2011)
    Tour d’Espagne 2008
    Tour de France 3 (2007, 2009, 2010)
    Paris-Nice 2 (2007, 2010)
    Tour d’Algarve 2 (2009, 2010)
    Tour du Pays-Basque 2 (2008, 2009)
    Semaine Catalane 2005
    Tour de Castille et Léon 3 (2007, 2008, 2010)

    Non mi sembra uni che vinca solo in Spagna perché li può doparsi a piacimento mentre quando va all’estero non vince essendo senza aiutini

  • black mamba

    appunto nei kings di webber e divac non c’era eddie jordan come head coach o vice?

  • Marimba

    Nash ritirati con kobe siete 2 giocatori arcifiniti

  • Ammiraglio

    Ti ringrazio, ma, come Shaq, ho notato delle notevoli differenze con il roster che possiedono i Lakers.

  • salviamo trigari

    OT ciclistico

    Contador è un fenomeno, dal 07 al 10 ha vinto tutte le corse a tappe a cui ha partecipato, poi il calo e la squalifica, non me la sento di demonizzarlo perchè è uno sport severamente plagiato dal doping, sono invece molto contento per Armostrong che a differenza degli altri oltre a doparsi si presentava come eroe e guru, sono felicissimo che abbia sconfitto il cancro ma quell’aurea di santità non l’ho mai digerita

  • max

    concordo con shaq4….dimostra proprio che lo staff tecnico,con il suo capoallenatore che a fine anno se non prima verrà tagliato,dei lakers fà ridere

  • max

    sul ciclsimo: il più “pulito” c’ha la rogna

  • gasp

    Buss jr è un coglione perche ha ingaggiato un allenatore senza palle.Sul ciclismo dico che non è piu uno sport perche ci sono troppe cose immonde(doping,autotrasfusioni ecc)

  • tom

    riguardo i ciclisti, beh dai sarà pure vero che si drogano ma gli va dato atto che compensano questa manchevolezza facendo tanto sport.

  • redbull

    sulla pagina ufficiale dei lakers vedo che han preso chris duhon

  • black mamba

    Beh Gasp che brown non sia PJ Pop o Doc Rivers ok ma dare del coglione buss jr proprio no ha cmq preso Paul(basketball reason a parte) Howard Nash jamison nel giro di un anno…spoelstra e brooks non sono fenomeni

  • gasp

    Black mamba
    Jim buss è un coglione perche aveva un allenatorr in casa,brian shaw,rispettato da kobe e gli altri invece ha scelto brown che non sarebbe ascoltato da un cane.
    Poi sugli acquisti di paul(basketball reason),howard e nash li ha fatti perche kobe aveva chiesto a gran voce di rinforzare la squadra senno non li faceva

  • black mamba

    voleva cancellare ogni traccia di phil jackson la tpo lamar odom…Brian shaw era il vice,di tutto lo staff è rimasto il massaggiatore Gary vitti…non lo voglio difendere a spada tratta ma allora anche il padre jerry ha comprato solo quando Kobe si è lamentato,anche lui chi aveva comprato nel post shaq? Paccottiglia più Kobe erano i Lakers fino al 2007…non mi sento di dare contro i buss perché bene o male tankeggiano x 2 anni ma poi la mano nel portafoglio la mettono eccome!

  • alert70

    OT ciclistico

    Contador è dopato. Farà la fine di Armstrong. E’ solo questione di tempo. Da chiedere come mai in Spagna non vogliono il passaporto biologico.

    Princeton-offense – Lakers!!!!!!!! Come no.

    Infatti mi sembra di rivedere i Kings……………….