L’NCAA indaga e i Bruins non la prendono bene!

I Bruins sono irritati dalle indagini della federazione su 2/3 dei suoi giocatori in quanto non ancora abilitati a giocare da dilettanti, ma è così!

Il direttore atletico di UCLA Dan Guerrero ha definito fuorvianti e imprecise le voci su una possibile indagine da parte della NCAA su dei giocatori di UCLA, ma in una dichiarazione rilasciata lunedì ha riconosciuto che alcuni giocatori devono ancora ricevere lo status di dilettante da parte della NCAA.

Secondo fonti anonime l’NCAA sta indagando sull’ ammissibilità delle matricole Kyle Anderson (18 anni) e Tony Parker (18 anni ) i quali non avrebbero rispettato i prerequisiti per entrare al college: “Di recente ci sono state delle voci pubbliche che non hanno riferito l’esatto stato delle cose, la verità è che ci sono 2 studeti-atleti di UCLA che ancora non hanno ricevuto il certificato di dilettante dalla NCAA” ha detto a ESPN Los Angeles Guerrero.

Negli ultimi mesi l’NCAA stava e sta indagando sui presunti benefit illceiti ricevuti da Shabazz Muhammad durante il suo reclutamento e a causa di tale indagine non gli è stato permesso di partecipare alla tourne in cina della squadra, Anderson e Parker invece hanno potuto partecipare alla tourne, il primo ha giocato bene le sue prime tre partite in maglia Bruins e il secondo è stato fermato da un infortunio.

Sempre il direttore  ha aggiunto che non ci sarebbero state piu risposte a queste voci in quanto UCLA non si può permettere di mettere in pericolo da privacy dei suoi studenti.

S.Bei

Sono di Rieti e ho una passione viscerale per il college basketball. Il mio giocatore preferito è Doug McDermott, non seguo particolarmente le vicende dei top team ma mi piace scovare giocatori promettenti nelle cosidette Mid-Major perchè a trovare il fenomeno a Kentucky, Duke o Louisville sono capaci tutti…il bello è trovarli dove non guarda nessuno! Nickname: Ste

  • Yaomingmania

    se sono irritati, sono colpevoli..

  • Sid

    no, ma scusate perchè prima invece non parliamo dei reclutamenti irregolari di cui puntualmente è sospettato coach Calipari? e stiamo qua a parlare dei vizi di forma di UCLA?
    nessuno si è mai chiesto come mai i più grandi prospetti NBA accettano di giocare per le squadre allenate da Calipari?
    mha?!?!

  • @Sid della serie “Lo sanno tutti ma nessuno ci mette naso”

  • cuni

    stra quoto sid!
    Calipari però, stando a quanto dice l’avvocato, nn fa direttamente gioco sporco.. Cioè, lui teoricamente è in super regola, solo ke c’è un suo amico ke è buttafuori di una discoteca di NY molto ‘in’ dove circolano giocatori di nba molto spesso. I giocatori di high school di un certo potenziale sono già consapevoli del loro futuro, e bazzicano questi posti sapendo che vi trovano atleti nba. Il buttafuori ci parla un po, se li lavora, e fa capire loro che se vanno da calipari, hanno privilegi che da altre parti nn possono avere. Esempio: due tutor per ogni materia, autisti, altri tutor che fanno gli esami al posto loro (esami stupidissimi tra l’altro, se cercate su youtube ”federico buffa imperia”, in uno dei video spiega tutto, ma probabilmente lo avete già visto), e altri aiuti così.. Derrick rose? A memphis, da calipari. Cosi come anthony davis (per citare due prime scelte assolute). Più o meno come fanno vedere a Jesus Shuttlesworth in He Got Game quando gli fanno vedere il campus, e ke si può fare tutte le ragazze ke vogliono.. Ho già detto gran parte, ma la versione dell’avvocato è inimitabile

  • Sid

    Buffa ad Imperia l’ho visto direttamente dal vivo in quel suo monologo 🙂

  • cuni

    grande sid