Nowitzki ritorno col successo, Alba K.O

Il tedesco torna nella sua madre patria e i suoi Mavs battono i capitoli in un match non tanto esaltante, bene Carter e Collison

 

 

 

Alba Berlino – Dallas Mavericks 84-89
(23-21; 39-45; 61-65)

Alba: Morley 6, Thompson 20, Miralles 2, Wood 13, Schultze, Schaffartzik 7, Idbihi 12, Djedovic 15, Fulle ne, Herwing ne, Kleiner ne, Monse ne, Ney ne.

Mavericks: Marion 12 (11 rimb), Nowitzki 8, Kaman 14, Mayo 8, Collison 14, Brand 5, Carter 14, Beaubois 4, West 6, Crowder 2. Do.Jones 2, J.Cunningham ne, Da.Jones ne, Wright ne.
All.Carlisle

Top performance:
Rimbalzi: Marion 11 (2 off, DAL)
Assist: Collison 9 (DAL)
Recuperi: Morley 4 (ALB)
Palle perse: Miralles 5 (ALB)
Stoppate: Kaman 2 (DAL)

MVP: Vince Carter (DAL) 14 punti (1/1, 4/8 da 3), 6 rimbalzi (1 off), 1 rec.

Recap

Prima uscita stagionale per i Dallas Mavericks opposti, sul parquet di Berlino, ai tedeschi dell’Alba prossimi all’inizio della loro stagione di Eurolega. I Mavs di Rick Carlisle si schierano con tre volti nuovi nel quintetto di partenza, Collison, O.J.Mayo e Chris Kaman, che si uniscono ai due veterani Shawn Marion e Dirk Nowitzki, che gioca davanti ad un pubblico decisamente amico. La partita inizia al piccolissimo trotto con Dallas che cerca subito una partenza decisa e dopo i primi precocissimi cambi di coach Carlisle tenta un primo allungo grazie ai canestri di Collison e Carter fino a portarsi sul 19-14. Ma complice la miglior preparazione atletica della squadra tedesca l’Alba piazza un parziale di 9-2 e con un jump shot di Djedovic chiude il quarto avanti di 2 punti, 23-21. Nal secondo quarto la situazione si capovolge diametralmente, i padroni di casa partono sfruttando il buon finale di quarto e con un paio di belle giocate del duo Thompson-Avdalovic salgono fino al loro massimo vantaggio 29-23 dopo 3 minuti giocati nel quarto. A questo punto Carter batte un paio di colpi dietro la linea dei tre punti e questo unito alle giocate di energia del solito Collison e, finalmente, di O.J. Mayo permette ai texani di avvicinare prima e sorpassare dopo così da chiudere il secondo quarto sul 45-39.

Parlare di bel basket è davvero difficile, la partita e lenta, ricca di errori e si capisce che i Mavs con buone probabilità si sono conosciuti due giorni prima all’imbarco per l’Europa. L’Alba per contro è decisamente più avanti nella preparazione ma non essendo una squadra di prima fascia in Europa, fatica anche contro questi Mavs lenti e svogliati. Emblema di questi primi due quarti un contropiede uno contro zero di Wunderdirk che si conclude con il tedesco che si stampa contro il ferro.

Il terzo quarto invece vede la squadra di coach Carlisle entrare con la giusta determinazione Nowitzki si fa vedere con un paio di giocate, le uniche della partita per la verità, che sembrerebbero indicare la retta via ai compagni e dopo 7 minuti del quarto i punti di vantaggio diventano 11, grazie ancheal solito Carter da dietro l’arco ed in avvicinamento, e alle giocate in post di Chris Kaman, importante addizione per la franchigia di Mark Cuban. Ma mai tempo verbale, sembrerebbero, fu più giusto, perchè gli ultimi 5 minuti del quarto vedono salire in cattedra il duo Deon Thompson-Avdalovic che riavvicinano l’Alba fino ai 4 punti, 65-61, con cui si chiude il terzo quarto. Il quarto periodo ci da la speranza di vedere del basket quasi vero, la partita diventa comunque punto a punto con belle giocate di Woods e Djedovic da una parte e del trio Collison, Marion e un sempre più convincente Kaman dall’altra ma sembra sempre una partita destinata ad essere vinta da chi sbaglia di meno non di chi gioca meglio.

Ci si trascina stancamente in equilibrio fino alle battute finali dove un gran canestro di Delonte West e uno splendido rimbalzo in attacco con canestro di shawn Marion, giocata decisiva della partita a 23 secondi dalla fine, portano i Mavs ai 4 punti di vantaggio che risulteranno decisivi. I due tiri liberi della staffa portano la firma di Dirk Nowitzki, unico altro lampo di fioca luce in una partita abulica e la disfida si chiude sull’89-84 con il tiro libero di West.

I Mavericks in questa prima uscita sono assolutamente ingiudicabili, l’unica nota positiva è venuta dal duo Kaman-Collison mentre Mayo è parso svogliato e l’altro grande acquisto estivo, Elton Brand non si è visto proprio per niente. Certo è solo la prima partita di pre season di una stagione lunghissima ma questi Mavs non hanno per niente impressionato, aspettiamoli ad altre e più importanti sfide.

Doc. Abbati

Doc. Abbati

Il diversamente giovane del gruppo, appassionato di motociclismo e, soprattutto, dello sport made in USA , fan dei Lakers, dei Raiders e dei Mets rigorosamente in quest’ordine, seguo il basket NBA fin dagli anni 70 Nickname: Doc.Abbati