Denver espugna San Antonio, bene Waiters

Il Gallo splende a San Antonio, bene Houston e Indiana, Cleveland vince col brivido finale mentre i Thunder perdono un’altra volta.

 

Toronto Raptors – Detroit Pistons 82-75
TOR: Valanciunas 11, DeRozan 14, Davis 12
DET: Stuckey 14, Kravtsov 10

Italian Job: Bargnani 7 punti (0/3, 1/2, 4(4), 3 rimb, 2 rec, 1 stop

Vittoria dei Raptors contro i Pistons arrivata negli ultimi minuti di gara dopo la rimonta degli ospiti; infatti Detroit con un 6-0 a 5′ dalla conclusione sorpassa i canaedi sul 68-67, reazione dei padroni di casa con la tripla di Ross che da il via ad un parziale di 9-3 che consente agli uomini di coach Casey di portarsi sul +5 (76-71) con 47″ da giocare

Indiana Pacers – Minnesota Timberwolves 96-91
IND: Green 18, Mahinmi 17, George 19, Hansbrough 10
MIN: Williams 25, Budinger 14, Amundson 10

Prima vittoria in pre-season per i Pacers trascinati dall’ottimo Paul George contro i T-Wolves (privi di Kirilenko); il successo di Indiana è arrivato in rimonta, dopo aver chiuso il 3° sotto di 7 lunghezze (63-70), i Pacers hanno ucciso il match con un break di 17-0 a 10′ dalla fine per il +12 (87-75) a metà frazione, Minnesota non è più riuscita a recuperare.

Chicago Bulls – Cleveland Cavaliers 83-86
CHI: Boozer 10, Hamilton 10, Hinrich 14, Gibson 12
CLE: Zeller 10, Waiter 18

Italian Job: Belinelli 8 punti (2/3, 0/3, 4/4), 7 rimb (4 off), 1 rec, 1 persa

Dion Waiter si carica sulle spalle i Cavs e li trascina alla vittoria di misura sui Bulls; Cleveland comanda nell’ultimo periodo e quando Boobie Gibson spara la bomba del +10 (75-85) a 2’12” sembra chiusa, Chicago ha una reazione d’orgoglio proprio col Beli e arriva fino al -2 (83-85) e palla in mano con 21″ da giocare, il tiro del pareggio se lo prende Nate Robinson ma il suo layup non troverà fortuna, a Zeller basterà un libero per chiudere i giochi.

Houston Rockets – New Orleans Hornets 95-75
HOU: Parsons 10, Patterson 10, Martin 17, Douglas 11, Motiejunas 13
NOH: Aminu 15, Lopez 11, Vasquez 10, Miller 10

Coach Williams fa riposare Anthony Davis e i Rockets dominano gli Hornets grazie alla solita prestazione offensiva di Kevin Martin; New Orleans sta in partita per un quarto e mezzo prima di cedere ai texani che, con anche qualche fiammata di Lin, si portando sul +11 (52-41) a cavallo tra il 2° e il 3° quarto, un +11 che poi si trasformerà in un +19 a fine periodo grazie alla tripla di Martin per il 70-51.

San Antonio Spurs – Denver Nuggets 91-97
SAS: Duncan 21, Neal 19, Jackson 13
DEN: Gallinari 19, McGee 10, Iguodala 11, Brewer 24, Koufos 5 (11 rimb)

Italian Job: Gallinari 19 punti (4/9, 2/5, 5/5), 6 rimb (2 off), 3 ass, 1 rec, 1 persa

Danilo Gallinari e Corey Brewer guidano i Nuggets ad una bella vittoria contro gli Spurs sempre privi di Ginobili; Denver costruisce il suo successo nei primi minuti del 4° quarto grazie ad un break di 12-0 con be 3 triple consecutive (Gallo, Fournier e Brewer) per il +12 (69-81) dopo appena 4′ di gioco, vantaggio che poi gestiranno fino alla fine.

Utah Jazz – Oklahoma City Thunder 97-81
UTA: Ma.Williams 10, Jefferson 12, Hayward 13, Mo.Williams 15, Kanter 12 812 rimb), Burks 11
OKC: Ibaka 12, Aldrich 11 (10 rimb), Jackson 10, Jones 14

Fuori Westbrook e Harden con un Durant da 9 punti in 18′ i Thunder perdono la loro seconda partita pre-stagionali a Salt Lake City contro i Jazz; partita equilibrata fino a 1’32” dalla conclusione del 3° periodo quando Hayward lancia il parziale di 8-0 che spezza in due il match, il layup di Kanter dopo 22″ del 4° sigla il +15 (78-63).

Phoenix Suns – Portland Trail Blazers 104-93
PHX: Baesley 10, Scola 12, Morris 14, Johnson 12, Brown 12
POR: Batum 14, Aldridge 11 (10 rimb), Leonatrd 14, Lillard 15

Ultima partita della notte quella allo US Airways Center di Phoenix dove i Suns hanno battuto i Blazers; dopo un ottimo 1° quarto chiuso sul +13 (28-15) I Blazers hanno accorciato sul -7 (53-46) all’intervallo. Phoenix tiene sempre la testa della partita con 8/9 punti di margine e a 1’51” ammazza definitivamente il match: break di 9-2 per il +15 (83-68) di fine frazione e partita in ghiaccio.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B