Mayo illumina Dallas, Gallinari Denver!

Philadelphia batte Boston, Mayo e Gallo serata da leaders, Nets vincenti in casa sui Wizards e Casspi batte Orlando all’overtime.

 

 

 

Philadelphia 76ers – Boston Celtics 107-75
PHI: Turner 10, Young 15, Allen 11, Hawes 17, N.Young 14
BOS: Pierce 16, Bass 11

Philadelphia stende i Boston Celtics grazie all’ottimo contributo della panchina dove, ancora una volta, si è distinto Nick Young; Phila chiude sul +2 la prima frazione ma poi si scatena negli ultimi 2′ della seconda, parziale di 10-2 e+ 14 (56-42) all’intervallo. Il match verrà poi ucciso verso la metà del 3° con un altro pesante break casalingo, 9-0 e +24 (73-59) con Young scatenato.

Cleveland Cavaliers – Orlando Magic 114-111 OT
CLE: Miles 17, Irving 22, Gee 13, Casspi 12
ORL: Davis 27, Vucevic 10, Nicholson 14, Redick 18, Moore 15

Successo all’overtime per i Cavs contro i Magic con un Kyrie Irving finalmente in palla (22 punti con 11/11 dalla lunetta); un gioco da 3 punti a 4″ dalla sirena dei regolamentari di Pargo ha portato tutti al supplementare, quest’ultimo deciso poi dal solo Omri Casspi, autore di 7 punti consecutivi oer il +5 (114-109) a 1’22” dalla fine.

Brooklyn Nets – Washington Wizards 98-88
BKN: Humphries 11, Lopez 18 (11 rimb), Johnson 14, Williams 11, Blatche 16
WAS: Webster 18, Okafor 12, Beal 13, Ariza 10, Crawford 12

Il Barclays Center viene inaugurato con una bella vittoria da parte dei Brooklyn Nets contro i Wizards in un match equilibrato; i capitolini stanno bene in partita fino a 9′ dalla sirena finale, sul -1 Brooklyn decide di cambiare marcia e piazza un break di 15-5 che li spinge sul +9 (90-81) a 4’23” dalla fine, bene il rookie Teletovic.

Dallas Mavericks – Houston Rockets 123-104
DAL: Marion 15, Brand 10, Kaman 6 (11 rimb), Mayo 20, Carter 15, Wright 10, Crowder 20
HOU: Parsons 12, Patterzon 12, Asik 4 (11 rimb), Martin 23, Forbes 11

Buoni segnali per coach Carlisle da O.J Mayo, l’ex Memphis (senza Nowitzki) si carica i Mavs sulle spalle e gli trascina alla vittoria contro i Rockets; O.J realizza 10 dei suoi 20 punti nel 3° quarto dove i Mavericks hanno trovato la fuga sul +17 (83-66) in un super parziale di 26-4.

Denver Nuggets – Golden State Warriors 104-98
DEN: Gallinari 18, Mozgov 10, Iguodala 10, Hamilton 11, Brewer 15
GSW: Lee 15, Thompson 21, Curry 25

Italian Job: Gallinari 18 punti (4/5, 2/7, 4/4) 6 rimb (3 off), 2 ass, 2 rec, 5 perse, 1 stop

Un super Danilo Gallinari trascina i suoi Nuggets al successo contro i Warriors, i quali hanno rivisto un buon Stephen Curry; incontro tirato con gli ospiti che sono sotto di 2 (100-98) a 1’57” e hanno per ben 2 volte chance di pareggiare ma Koufos stoppa Tyler e poi realizza a 41″ il layup che di fatto chiude i giochi,

Gallo da dietro il tabellone
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=92jLuOapaMw]

Sacramento Kings – Portland Trail Blazers 117-100
SAC: Batum 14, Aldridge 16, matthews 11, Lillard 20, Hickson 11
POR: Cousins 20, Evans 11, Brooks 16, Johnson 12, Thornton 23, Fredette 11

Ai Kings di DeMarcus Cousins bastano i primi 24′ per stroncare i Blazers, infatti all’intervallo Sacramento comanda già di 20 lunghezze (62-42).

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Nitrorob

    Sembra che il Gallo si trovi bene con la nuova squadra!!!:-)
    mi piaciono sempre di più questi Denver!!!!

  • tom

    ho paura per i Blazers …se va male quest’anno sento aria di serio smantellamento…

  • Ammiraglio

    Ragazzi, piano con i commenti, queste partite valgono meno di zero.

  • Stiv#6

    Si beh per carità..però…5 perse STICAZZI

  • tom

    che te devo dì ammiraglio, è una semplice constatazione ed aggiungo che a me i blazers rimangano pure simpatici ma se la nave affonda i topi ballano. o no?

  • salviamo trigari

    non considerare i risultati di preseason (anche delle prime 15 di regular) è abbastanza saggio, ma se perdi sempre e comunque qualcosa vorrà pur dire secondo me, come non si impegna chi perde non si impegna neanche chi vince.Capisco squadre come C’s o OKC, chi li affronta avrà sicuramente più stimoli e chi punta in alto deve evitare stupidi infortuni e principalmente valutare l’apporto dei comprimari ma di squadre con queste caratteristiche ce ne sono poche, la storia dice che chi fa schifo a inizio ottobre rischia di fare schifo fino ad aprile,non sarà una legge universale ma neanche la storia dei risultati “bugiardi” lo è

  • Nitrorob

    Si anche io non mi preoccuperei tanto delle sconfitte delle grandi squadre!!
    vedi l’ultima di OKC che ha fatto giocare solo Durant (dei titolari) 19 minuti! gli altri non sono neanche entrati in campo (tra l’altro ancora non si è visto Sefolosha, non vorrei avesse qualche problema) e quindi ha dato spazio alla panchina com’è giusto!
    però ci sono squadre che “giocano” a tutti gli effetti con la squadra ufficiale e cmq si becca delle sonore sconfitte!
    ok proveranno le tattiche e i vari schemi, ma un minimo di dubbio ti fa venire no???
    è ovvio che poi staremo a vedere l’inizio del vero campionato!

  • Il Nichilista

    Ma alla fine Portland dove vuole andare col roster che ha???
    E’ una banda di giovanotti, diversi rookie, Batum che deve fare il salto di qualità e Aldridge unica sicurezza a grandi livelli. Se riescono a qualificarsi ai playoff, con tutta la concorrenza che c’è a ovest, è davvero un’impresa

  • tom

    io dico soltanto che lamarcus batum e matthews, i tre “big”, potrebbero fare le valigie anzitempo se portland facesse la fine della costa concordia. la fine della stagione passata è un bel campanello d’allarme più della attuale preseason che non ha messo in evidenza nessun miglioramento salvo il rookie che promette bene ma dal quale non ci si può aspettare miracoli. in cuor mio spero non vada così comunque.

  • Il Nichilista

    Tom il tuo discorso parte da un madornale errore iniziale.
    Come diamine si fa a considerare Matthews un big?!?! Andiamo dai, se se ne andasse a Portland nessuno si strapperebbe i capelli. Wes è solo una buona riserva, il fatto che giochi titolare la dice lunga sulla pochezza tecnica dei Blazers

  • tom

    lo sò che stiamo parlando di un giocatore mediocre, infatti ho virgolettato big non a caso … 😉

  • Nitrorob

    Dai che intendeva BIG per la stazza!!:-)
    a me cmq Lillard piace!! ma di sicuro li dentro può fare poco, certo è anche vero che ci sono squadre peggiori è!!