Teletovic batte Boston, T-Wolves volano con Roy!

Il bosniaco beffa i Celtics, Minnesota asfalta il Maccabi con i suoi 3 gioielli, bene i Thunder, mentre non basta il solo Bryant ai Lakers contro Utah.

 

 

 

Indiana Pacers – Atlanta Hawks 102-98
IND: West 11, Hibbert 16 (11 rimb), George 20, Augustin 13, Green 10
ATL: Korver 13, Tolliver 14, Harris 11, Teague 11, Williams 18, Johnson 12

Paul George realizza 20 punti e aiuta Indiana a superare gli Hawks in un match deciso al foto-finish; infatti a 1’06” dalla conclusione Atlanta si porta sul -2 (100-98) con Teague e ha anche ben 2 chance di sorpassare gli avversari con Tolliver e Harris, le loro triple non andranno a segno e ad 1″ George chiuderà i giochi dalla lunetta.

Boston Celtics – Brooklyn Nets 96-97
BOS: Pierce 29, Lee 13, Rondo 5 (11 ass), Green 14
BKN: Blatche 23, Evans 8 (10 rimb), Teletovic 18, Shegelia 11

Senza Wallace, Humphries, Johnson e Deron Williams i Brooklyn Nets vincono di misura a Boston con un Andre Blatche da 23 punti e 9 rimbalzi; a 23″ dalla fine il punteggio dice 93-93 con Collins che sbaglia il 2° libero per il vantaggio Boston, giocata chiave il rimbalzo offensivo con fallo subito da Teletovic a 4″, il bosniaco però fa 1/2 lasciando a Boston l’ultimo tiro, ci pensa Micah Downs ma il suo layup non andrà a bersaglio.

Detroit Pistons – Orlando Magic 112-86
DET: Monroe 15, Stuckey 19
ORL: Ayon 19 (10 rimb), Jones 22, Johnson 10, Harper 11

Tutto facile per i Pistons contro i Magic, alla loro 4^ sconfitta su 4 partite; dopo un 1° quarto chiuso avanti di 3 (27-24), i padroni di casa hanno cambiato marcia chiudendo a referto un 2° quarto da 35-14 per il +24 (64-38).

Chicago Bulls – Milwaukee Bucks 100-94
CHI: Boozer 10 (10 rimb), Noah 16 (12 rimb), Hamilton 23, Robinson 24 (13 ass)
MIL: Jennings 13, Dalembert 13 (10 rimb), Dunleavy 13

Italian Job: Belinelli 2 punti (1/2, 0/1 da 3), 1 rimb, 1 ass, 1 rec

Nate Robinson inizia a mettersi nei panni di Derrick Rose con una prestazione notevole (23+13 assist) ed insieme Rip Hamilton batte i Bucks; proprio un jumper dell’ex New York e due liberi dell’ex Pistons hanno segnato la partita a 2’17” dal termine per il +7 (98-91) dopo che gli ospiti si erano fatti sotto.

Oklahoma City Thunder – Charlotte Bobcats 120-98
OKC: Durant 13, Ibaka 16 (10 rimb), Westbrook 11, Jones 17, Maynor 10, Rautins 20, Orton 13
CHA: Mullens 16, Henderson 12, Sessions 18, Gordon 21

Tutto fin troppo facile anche per i Thunder che hanno avuto in Andy Rautins e nel rookie Perry Jones III i migliori in campo contro Charlotte; Bobcats che, malgrado abbiano inseguito dalla palla a due, sono sempre rimasti in partita con le fiammate di Sessions e Gordon, ma l parziale di 9-3 con il quale OKC ha chiuse il 3° periodo ha decretato il +14 (81-67), vantaggio amministrato e aumentato poi nell’ultima frazione.

Minnesota Timberwolves – Maccabi Tel Aviv 114-81
MIN: Kirilenko 13, Love 24, Pekovic 10, Roy 19, Barea 11, Cunningham 11
MAC: Calathies 17 810 rimb), Stoll 17, Carr 11

Kevin Love inizia a scaldarsi per la stagione ma le buone notizie per i T-Wolves arrivano da Brandon Roy, 19 punti in 25′ di gioco per lui nel successo contro il Maccabi; primo tempo equilibrato con la squadra europea che chiude sotto solo di 3 (45-42) all’intervallo. Nel 3° periodo si scatena il duo Kirilenko-Roy (rispettivamente 10 e 14 punti) e Minnsota scappa sul +21 (84-63) in una frazione da 39-21|

Los Angeles Lakers – Utah Jazz 80-114
LAL: Bryant 31, Meeks 12
UTA: Ma.Williams 10, Jefferson 12, Hayward 13, Burks 12, Favors 10, Kanter 10, Foye 10

All’Honda Center di Anaheim Kobe Bryant fa registrare la miglior prestazione offensiva di questa pre-season con 31 punti, ma ancora una volta i suoi Lakers (senza Gasol) escono sconfitti contro i Jazz; partita che ha visto gli ospiti comanda re dall’inizio alla fine tanto da andare al riposo lungo sul +20 (32-52) e addirittura incrementare il vantaggio a 32 punti a fine del 3° sul 56-88.

Top 10 della notte

[youtube: http://www.youtube.com/watch?v=5ZzroppqZ7I&hd=1]

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B