Warriors e Sixers volano, Lakers 5° K.O!

I Warriors e i Sixers sempre più convincenti, cade Brooklyn, prima vittoria per i Magic di “Big-Baby”, Bargnani gioca e bene mentre Lakers ancora a secco.

 

 

 

Toronto Raptors – New York Knicks 107-88
TOR: Bargnani 20, Valanciunas 4 (10 rimb), DeRozan 13, Lowry 17, Johnson 14, Lucas III
NYK: Anthony 24, Stoudemire 18

Italian Job: Bargnani 20 punti (6/14, 2/6, 2/2), 7 rimb (3 off), 1 ass, 1 rec, 1 persa, 2 stop

Malgrado il problema al polpaccio Andrea Bargnani è sceso in campo stanotte trascinando i Raptors sui Knicks, bene ancora Kyle Lowry; primo tempo chiuso sul 46-46 poi nel 3° il match è andato verso i canadesi, parziale di 30-20 col furto con scasso di Calderon a 2’33” che ha siglato il +2 (84-72). Per New York male a rimbalzo dove ha concesso ben 16 rimbalzi offensivi ai rivali.

Orlando Magic – Indiana Pacers 112-96
ORL: Davis 21, Redick 12, Nelson 15, Moore 13, Jones 10, Nicholson 13
IND: Green 13, West 14, Hibbert 10, George 13, Hansbrough 23, Pendergraph 10

Prima vittoria in pre-season per i Magic che anche stanotte hanno avuto in Glen Davis il migliore in campo; Orlando ha comandato dall’inizio alla fine con un 3° quarto da 33-24 tirando col 54% e toccando anche il massimo vantaggio sul +23 (68-55) dopo un break di 10-0, per i Pacers brutta serata al tiro pesante, 2/19 da 3!

Brooklyn Nets – Philadelphia 76ers 96-106
BKN: Lopez 23, Johnson 18, Williams 22
PHI: Wright 18 (11 rimb), T.Young 24, Allen 10, Richardson 13, Holiday 11, Wayns 10, Hawes 13

Stavolta è Thaddeus Young il migliore di Phila nella vittoria esterna a casa dei Nets dove non sono bastati i 55 punti del duo Williams-Lopez; Phila scappa sul +12 durante il match ma a 3′ dalla fine Lopez accorcia sul -1 (96-97) poi il buio, Young lancia il parziale di 9-0 col quale i Sixers si aggiudicheranno la vittoria.

Oklahoma City Thunder – Phoenix Suns 107-97
OKC: Ibaka 13, Durant 22, Westbrook 18 812 ass), Aldrich 12
PHX: Marshall 11, Johnson 15

Tutto abbastanza facile per i Thunder di Durant-Westbrook contro dei Suns coriacei fino a metà del 3° quarto; infatti gli ospiti tengono botta e stanno a contatto con OKC fino a 6’38” dalla fine del terzo periodo (60-60), da quel momento parziale di 17-6 che porta i padroni di casa sul +11 (77-66), vantaggio che poi amministreranno fino alla fine.

Chicago Bulls – Minnesota Timberwolves 92-81
CHI: Deng 14, Boozer 24, Hamilton 15, Gibson 12 (11 rimb), Noah 2 (12 rimb)
MIN: Kirilenko 12, Cunningham 12, Budinger 10

Italian Job: Belinelli (0/5 da 2), 1 rimb, 1 rec

Buona partita da parte di Carlos Boozer che aiuta i Bulls a battere i T-Wolves, tutto in 24′; infatti Chicago all’intervallo lungo è già davanti di 15 punti (50-35) con Boozer reo di 18 dei suoi 24 punti finali.

Portland Trail Blazers – Golden State Warriors 97-102
POR: Batum 15, Aldridge 18. Matthews 14, Lillard 15
GSW: Lee 24, Thompson 19, Landry 18, Rush 16

Quinta vittoria su sei partite per i Golden State Warriors, vincenti nella notte al Rose Garden di Portland dove non sono bastati i 15 punti della matricola Damian Lillard; Portland insegue tutto il match e a 61″ dalla sirena finale tocca il -1 con la bomba di Pavlovic (95-96) e sempre lo stesso Pavlovic ha tra le mani la tripla del sorpasso a 40″ dal termine, il suo tentativo non va e il layup di Jack a 19″ mette la parola fine.

Los Angeles Lakers – Sacramento Kings 98-103
LAL: World Peace 10, Gasol 20, Bryant 22, Ebanks 20
SAC: Johnson 12, Cousins 18, Thornton 19, Thomas 8 810 ass), Evans 14, Fredette 14

Chi invece non ha ancora vinto in questa pre-season sono i Lakers di Kobe Bryant, sconfitti per la quinta volta consecutiva e stavolta per mano dei Kings di DeMarcus Cousins; niente massacro stavolta ma anzi partita tirata fino a 5’31” dalla conclusione, Ebanks spara la tripla del -3 (85-88) ma in risposta ecco quella di un rigenerato Jimmer Fredette seguita poi da 2 liberi di Evans, 85-92 a 4’15” e match in ghiaccio.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B