Mostruoso Harden, ok Spurs, Lakers 0-2!

Strepitosa prestazione del “Barba” a Detroit, Duncan batte Davis con TP9, vittorie tirate per Indiana e Warriors, disastro Lakers.

 

 

 

Philadelphia 76ers – Denver Nuggets 84-75
PHI: Young 13, Richardson 10, Holiday 14 (11 ass), Hawes 16 (12 rimb), Wright 14
DEN: Iguodala 11, Lawson 16, Miller 10

Italian Job: Gallinari DNP

Senza Danilo Gallinari (caviglia sinistra) i Nuggets cadono sul campo dei Sixers trascinati dal solito Jrue Holiday ma aiutati da Spencer Hawes (6/11 dal campo) nel momento cruciale; infatti gli uomoni di coach Collins sono avanti solo di 1 punto (71-70) a 4’20” dalla fine, Holiday realizza un gioco da 3 punti e successivamente il lungo bianco segna 4 punti consecutivi in quello che è stato un break di 9-1, +9 (80-71) a 2’50” e partita in ghiaccio.

Toronto Raptors – Indiana Pacers 88-90
TOR: Bargnani 16, Valanciunas 12, DeRozan 10, Lowry 21, Calderon 15
IND: West 25, Hibbert 14, George 14 (15 rimb)

Italian Job: Bargnani 16 pt (3/11, 1/4, 7/8), 3 rimb, 1 ass, 3 perse, 3 stop

Vittoria in rimonta e sul filo del rasoio per gli Indiana Pacers di David West che riescono negli ultimi 59″ ad avere la meglio sui Raptors di Bargnani; a 5’58” dalla fine dell’incontro Calderon spara la bomba del +10 Toronto (84-74) ma Indiana non molla, West si carica l’attacco sulle spalle e a 59″ un tiro libero di Hill sigla l’88-88! DeRozan sbaglia il layup del vantaggio, Hill la tripla ma sul suo errore i Pacers riprendono la sfera e sarà ancora l’ex Spurs di gancio a segnare il canestro della vittoria con 2″ sul cronometro. Vano il jumper finale del Mago.

Detroit Pistons – Houston Rockets 96-105
DET: Prince 12, Maxiell 10, Monroe 14, Knight 15, Singler 10
HOU: Parson 11, Asik 12, Harden 37 (12 ass), Lin 12, Delfino 15, Smith 10

James Harden zittisce tutti i suoi detrattori firmando a referto una superba prestazione in quel di Motor City, 37 punri (14/25 dal campo) con anche 12 assist nella vittoria di Houston su Detroit; vittoria arrivata tra l’altro in rimonta, infatti ad inizio 4° periodo i Pistons guidano 83-72, ma propro da quel momento che “Il Barba” e i suoi nuovi compagni si sono sfogati, parziale di 25-6 e +8 (90-97) con 4’45” ancora da giocare, divario che i padroni di casa non recupereranno.

New Orleans Hornets – San Antonio Spurs 95-99
NOH: Aminu 17, Davis 21, Vasquez 8 (13 ass), Anderson 11, Smith 12
SAS: Leonard 19, Duncan 24 (11 rimb), Parker 23

Tim Duncan da il benvenuto nella Lega ad Anthony Davis vincendo da solo una partita che il rookie e i suoi compagni avevano tra le mani; a 2’42” dalla sirena finale Davis fa 2/2 dalla lunetta per il +4 Hornets (91-87), Duncan realizza 7 punti consecutivi ma ancora una volta il rookie gli risponde con 2 liberi e siamo 95-94 Hornets a 68″ dal termine. A dare il colpo del K.O ci ha pensato il solito Tony Paker, sua la tripla a 49″ del sorpasso, a Vasquez non riuscirà la replica e TD chiuderà i giochi.

Chicago Bulls – Sacramento Kings 93-87
CHI: Boozer 18, Noah 23 (10 rimb), Deng 7 (12 rimb), Hamilton 19
SAC: Cousins 14, Evans 21, Thomas 10, Thornton 15

Italian Job: Belinelli 6 pt (0/1, 1/2, 3/3), 3 ass, 1 persa

Chicago gioca sui lunghi e quest’ultimi riscattano la fiducia di coach Thibodeau, Boozer e Noah combinano per 41 punti nel successo ai danni dei Sacramento Kings; match combattuto con Chicago che riesce però a trovare la fuga ad inizio 3° quarto, 12-2 il parziale dei primi 5′ di frazione e vantaggio che va sui 14 punti (56-42), i Kings cercheranno di rimontare e per due volte toccheranno il -3, ma le risposte casalinghe sono sempre arrivate.

Utah Jazz – Dallas Mavericks 113-94
UTA: Ma.Williams 21, Millsap 13 (15 rimb), Jefferson 12 814 rimb), Hayward 11, Mo.William 21, Foye 13, Favors 6 (10 rimb)
DAL: Wright 15, Mayo 12, Collison 17, Carter 12

Malgrado l’ottimo 11/22 da 3 i Dallas Mavericks non riescono ad espugnare Salt Lake City dove Marvin e Mo Williams hanno fatto da padroni (21 a testa); proprio l’ex Cavs ha dato la spinta nel terzo periodo, sul 74-74 Mo ha sparato 2 triple consecutive che hanno poi dato vita d un break di 18-2 (Primi 11 punti, 6 di Mo e 5 di Marvin) con cui i jazz hanno chiuso la frazione )(92-76) e di fatto la partita.

Phoenix Suns – Golden State Warriors 85-87
PHX: Scola 15 (11 rimb), Gortat 10, Dudley 11, Dragic 17, Tucker 10
GSW: Thompson 16, Rush 14, Jack 10, landry 17

Carl Landry realizza 14 dei suoi 17 punti nell’ultimo periodo e i Warriors espugnano di misura Phoenix; a 1’22” dalla sirena l’ex Hornets si mette in proprio e porta a casa 4 punti consecutivi per il +3 (84-87) con 54″ da giocare, il finale è molto concitato con Dudley che sbaglia la tripla del pareggio, Golden State non trova il colpo del K.O e Dragic fa 1/2 dalla lunetta a 5″ dalla fine.

Portland Trail Blazers – Los Angeles Lakers 116-106
POR: Batum 26, Aldridge 19, Hickson 13 (10 rimb), Mathews 22, Lillard 23 (11 ass)
LAL: World peace 10, Gasol 16, Howard 33 (14 rimb), Bryant 30

Kobe Bryant e Dwight Howard firmano a referto due prestazioni superbe da 30 e 33 punti ma i Lakers cadono ancora, stavolta loro carnefici i Portland Trail Blazers di uno splendido Damian Lillard; stesso copione di Jazz-Mavs, Portland avanti di 3 (79-76) con i Lakers in rimonta a 3027″ dalla sirena del 3° poi ecco il break pezza gambe, 13-0 con un Sasha Pavlovic inspiratissimo (7 punti consecutivi) e +16 (92-76) ad inizio ultima frazione. Ancora problemi (anche fisici) per Nash che chiude drammaticamente con 4 assist contro gli 11 del suo giovane rivale all’esordio.

Los Angeles Clippers – Memphis Grizzlies 101-92
LAC: Butler 10, Griffin 11, Jordan 12, Paul 12 (12 ass), Crawford 29, Bledsoe 13
MEM: Gay 25, Randolph 15 (16 rimb), Gasol 20

Il remake della serie pià avvincenti degli scorsi Playoffs ad Ovest va ancora una volta ai Los Angeles Clipper del solito CP3 ma di un Jamal Crawford da 29 punti uscendo dalla panchina; i Clipper scappano sul +6 (83-77) dopo un break di 10-0, Conley accorcia sul -1 (87-86) a 5’13” ma i Grizzlies poi sbaglieranno 6 degli ultimi 7 tiri dal campo e la tripla di “J-Move” a 2’41” manderà i titoli di coda.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • fabiostoppani

    Big O permettimi di dissentire. Purtroppo se punti forte economicamente su giocatori come Lin e Asik sei destinata a non andare da nessuna parte. E’ arrivato il Barba che può fare il go to guy ma il resto? Il resto sono tutti mezzi giocatori. Ci manca almeno un altro pezzo da novanta per provare a pensare a puntare a qualcosa d’importante. Già è tanto se quest’anno facciamo i PO. Troppa concorrenza. Ricordo che ieri giocavamo con Detroit….

  • Alessio

    L’unica scusa che possono accampare i lakers è che erano in back-to back, cosa che svantaggia molto le squadre vecchie.

    Trovo, invece, risibile che ci si possa aggrappare alla scusa infortuni: quando si ha una rosa in cui 6 giocatori dei primi 7, nei prossimi playoff, avranno un età che andrà da un minimo di 33 ad un massimo di 39 anni è più che normale che si dovrà convivere con gli infortuni, soprattutto in un campionato duro come l’nba.

    Detto questo: partita assolutamente stradominata dai blazers, che, raggiunto il +20, hanno mollato un po’ permettendo ai lakers di ottenere l’onore delle armi.

    Sicuramente c’è tutto il tempo di rimettere le cose in sesto ma per adesso pare di vedere l’inter dei primi anni di Moratti: bella collezione di figurine ma sostanza zero. Inoltre mi sembra evidente che ci sia anche un po’ troppo nervosismo nei giocatori, continuamente a battibeccare tra di loro e con gli arbitri e che si sono lasciati andare a falli un po’ oltre il lecito.

    Ultima cosa che mi ha colpito: arbitri molto avari con Bryant. Che inizino a pensarla come Marimba?

  • marimba

    ha perso il passo in una maniera vergognosa, è finito. non vedo perchè gli debbano fischiare falli inesistenti.

  • in your wais

    Il tuo commento delle 13.39 appari come “Ammariglio”, che nn so cosa significhi…

    Big “O”

    Io posso capire le motivazioni di Harden, avere maggiori responsabilità, qualche soldo in più…dico solo che se hai una squadra da titolo, ed hai 23 anni, puoi anche permetterti di aspettare 2-3 anni, vedere quello che succede, e poi andarti a valorizzare dove meglio credi…

    Tanto più che hanno sempre tutti portato il Barba in palmo di mano, decantandone doti ed importanza, e tutto sommato, non era scritto da nessuna parte che l’asse di spostasse pian piano da Westbrook verso di lui…

    Comunque, è andata, ed io spero che OKC vinca un paio di titoli in questi anni, e che il Barba diventi una stella

  • Ammiraglio

    in your weis

    Non mi hanno copiato nulla, sono stato proprio io a scriverlo.

  • Selen

    Sono anni che Bryant viene maltrattato dagli arbitri, nettamente la star meno tutelata tra gli esterni

  • Lemmy

    Ricordiamoci che Bryant fino a qualche giorno prima dell’esordio era in bilico per un problema abbastanza serio al piede, e i fastidi, a 34 anni, incidono piu che a 27…diamo il tempo a lui di ritrovare la forma e ai LAL di amalgamarsi…certo 0-9 o 0-10, adesso non ricordo, tra pre-season e regular è un pelino preoccupante, ma aspetterei almeno fino alla 10 per cominciare a dare qualche giudizio…Favoriti n°1 di quest’anno gli Heat, poche storie…se rientra Rose (e in che condizione), Bulls subito dietro assieme a OKC (per me ancora una contender anche senza il Barba) e Spurs…Dietro, giusto a livello di talento, NYK e LAL assieme, oserei inserirli, i Nuggets. Azzardo una classifica finale:
    1. Heat
    2. Spurs
    3. Thunder
    4. Bulls
    5. Knicks
    6. Lakers
    7. Celtics
    8. Mavs

  • lilin

    io sinceramente faccio proprio fatica a vedere i bulls come una contender…anche con rose in campo.
    difesa strepitosa e siamo d accordo però come guardie male male, sotto canestro si dovrebberò fondere le caratteristiche di boozer e noah per avere un giocatore davvero decisivo e la panca non è che sia sto gran che.
    non mi danno l’idea di poter aver la meglio in una serie sugli heat, ripeto con rose al 100%.
    senza il discorso non inizia neppure

  • brazzz

    allora alcuni commenti
    bella w dei miei sixers..sinceramente penso influisse di più l’assenza di bynum,rispetto a quella del gallo..squadra, i sixers,giovane e lunga,che può aver un protagonista diverso a serata.chiaro,ci vuol bynum sano x il salto di qualità
    lakers..immaginabili i problemi,ma non così..ma voi ce lo vedete brown come coach? a questi mica serve un allenatore..serve uno che li tenga insieme perchè non dian fuori di testa..chi meglio di coach zen?
    rap..non ho visto la partita,per cui mi limito a notare la coerenza del gelato nell’evitare i rimbalzi.ah già..è perchè gioca lontano da canestro..come se non avere un gioco sotto fosse una scusa e non un limite..
    bulls..contender?ma quando mai?rose quest’anno,anche se dovesse rientrare ,non potrà essere quello di prima…

  • ZEN

    CIAO CAZZONI VI SONO MANCATO?

    QUEST’ANNO IL VELENO DEL MAMBA SARA’ PIU’ POTENTE CHE MAI
    FORZA LAKERSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSS

    PER QUEI POCHI CHE NON SANNO CHI SONO MI PRESENTO:

    IO SONO UNA DIVINITA’ MA ANCHE UN QUALCOSA DI FILOSOFO CHE AIUTA LO SPIRITO UMANO.
    SONO COLUI CHE HA ADDESTRATO IL MAMBA PER CONTO DI JAMES NAISMITH.
    HO TRASFORMATO CON LA MIA FILOSOFIA UN UOMO DI MEZZA ETA’ E L’HO AIUTATO A DIVENTARE L’ALLENATORE PIU’ VINCENTE DELLA STORIA,SEMPRE CON LO SCOPO PRECISO DI AUITARE IL MAMBA NELLA SUA MISSIONE.

    COME BEN SAPETE I MIEI AMATI LOS ANGELES LAKERS QUEST’ANNO SONO UNA MACCHINA ADDESTRATA PER UCCIDERE.
    VOI SERVI DELLA PATRIA CHE GODETE DELLE NOSTRE SCONFITTE NON FATEVI ESALTARE DAL MOMENTO,QUESTA PARTENZA E’ TUTTA CALCOLATA.
    RICORDATEVI CHE NON ESISTE PIU’ SODDISFAZIONE DEL PRENDERSI GIOCO DI VOI POVERI ILLUSI.
    A FINE ANNO VERSERETE LACRIME AMARE.

    ADESSO PERMETTETEVI CHE VI RACCONTO UNA STORIA;

    ERO NEL BEL MEZZO DELLA MIA SOLITA CHIAVATA QUOTIDIANA QUANDO ALL’IMPROVVISO SENTO SQUILLARE IL MIO TELEFONO.
    RISPONDO E DALL’ALTRA PARTE SENTO UNA VOCE CHE INVOCA PERDONO.
    ERA JIM BUSS IL RACCOMANDATO DELLA FAMIGLIA BUSS.
    MI DISSE TESTUALI PAROLE;
    “PERDONAMI MIO DIVINO SE HO FATTO FUORI IL TUO DISCEPOLO LIBERAMI DAI PECCATI DI QUESTA MIA SCELTA”

    COSI’ GLI RISPOSI;
    “TRANQUILLO COCCO DI PAPA’ ORMAI PHIL AVEVA GIA’ DATO. VEDI,VINCERE 11 ANELLI TI TOGLIE STIMOLI.CAPISCI CHE NON SA PIU’ DOVE METTERSELI AVENDO PIU’ ANELLI CHE DITA? E SOLO TUA SORELLA SA DOVE TIENE NASCOSTO L’UNDICESIMO”

    ANCORA JIM;
    “PERO’ TE ZEN MI DEVI AIUTARE,LA STAMPA PER QUESTA MIA SCELTA MI STA MASSACRANDO E IO NON SO PIU’ CHE PESCI PIGLIARE”

    GLI RISPOSI NUOVAMENTE;
    “TRANQUILLO COCCO DI PAPA’ HO GIA’ PENSATO TUTTO IO,CREDI VERAMENTE CHE AVREI AFFIDATO LA SQUADRA DEL MIO MAMBA A UN INCAPACE COME TE?
    PRESTO ASSISTERAI A UNA RIVOLUZIONE. AFFIANCHERO’ AL MAMBA L’UOMO DEL PECCATO PER AVER RUBATO DUE MVP AL MAMBA E IL SUPERUOMO DELLA FLORIDA. SARA’ UNA SQUADRA GALATTICA,TALMENTE FORTE E INVINCIBILE CHE MI VEDO COSTRETTO PER IL BENE DELL’EQUILIBRIO DELLA LEGA A DARLA IN MANO A MIKE BROWN. RICORDATI CARO JIMMY COCCO DI PAPA’ PER OGNI BENE C’E’ UN MALE,PER OGNI PHIL JACKSON C’E’ UN MIKE BROWN,PER OGNI BELLEZZA C’E’ UN MARIMAMBA LA VERA FECCIA DELLA NOSTRA COMUNITA’. QUESTE SONO LE REGOLE DELLA VITA. PERO’ PER ASSISTERE ALLA NASCITA DI QUESTA SQUADRA EPOCALE DOVREMO PAZIENTARE ANCORA UN ANNO. SAI LA STAGIONE CHE SEGUE E’ QUELLA DEL LOCKOUT,E LA STAGIONE DEL LOCKOUT E’ UNA FARSA. E CHI PUO’VINCERE SE NON LA FARSA IN PERSONA NEL NOME DI LEBRON JAMES FIGLIO DI GLORIA LA DEA DEI CESSI?
    ASTERISCO PLEASE.”

    ANCORA JIM;
    “GRAZIE MIO GRANDE O DIVINO SALVATORE,COSI’ FACENDO MI TOGLIERAI PARECCHIA PRESSIONE E PURE UN INCAPACE COME ME AGLI OCCHI DELLA GENTE DIMOSTRERA’ DI POTER ESSERE UN VINCENTE. MA SOPRATTUTTO GRAZIE PER AVER SCELTO MIKE BROWN CHE E’ TALMENTE BRUTTO DA NON DOVERMI PREOCCUPARE CHE ANCHE LUI SI FOTTA QUELLA BALDRACCA DI MIA SORELLA. GRAZIE ZEN,GRAZIE DI CUORE!”

    IO;
    “SI,SI,SI,SI,SI,BLA,BLA,BLA… RISPARMIAMI QUESTE LECCATE DI CULO CHE IO LO FACCIO SOLO PER IL BENE DEL MIO ALLIEVO NON CERTO PER FARE UN FAVORE A UN FIGLIO DE NA MIGNOTTA COME TE”

    JIM;
    “PERCHE’ DICI QUESTO ZEN”

    IO;
    “SENTI,SEI IL FIGLIO DI JERRY BUSS,UN IMPRENDITORE DI SUCCESSO,GIOCATORE DI POKER,UN UOMO VISTO SEMPRE CON TANTE MIGNOTTE AL SUO FIANCO PRONTE A FARSI CHIAVARE PER ENTRARE IN QUALCHE NOBILE GIRO. VUOI CHE DA UNA DI QUELLE SERATE D’AUTORE TU NON SIA STATO CONCEPITO CON LUI CHE SUCCESSIVAMENTE HA COPERTO IL TUTTO? RAGIONA, UN CAZZONE COME TE DOVE ALTRO POTEVA ESSERE CONCEPTO SE NON IN UNA SCOPATA DI TUO PADRE CON UNA GRANDE MIGNOTTONA.
    E ORA LASCIAMI TORNARE NELLA MIA LIBIDINE QUOTIDIANA CHE TU COGLIONE HAI INTEROTTO PROPRIO SUL PIU’ BELLO.”

    PIU’ AVANTI CERCHERO’ DI RACCONTARVI ALTRE STORIE CHE FANNO PARTE ORMAI DELLA MIA LEGGENDA.
    PERO’ORA DEVO SCAPPARE,GUARDACASO MI ASPETTA UNA BELLA PULEDRONA DA MONTARE.

    MA PRIMA DI LASCIARVI RIPETETE CON ME QUESTA PREGHIERA:

    “MAMBA NOSTRO CHE SEI NELL’OLIMPO DEL BASKET,SIA SANTIFICATO IL TUO NOME,VENGA IL TUO REGNO E DACCI OGGI IL TUO BASKET QUOTIDIANO,MA SOPRATTUTTO LIBERACI DA LEBRON. AMEN”

    CIAO CAZZONI!!!!!!

  • lilin

    perfetto..

  • gasp

    ahahahah dovresti andare a fare cabaret,zen!

  • alert70

    brazzz

    Ne ha presi tre, non lontano dalle sue medie di 5.6!!!! Però si buono: 3 stoppate qualcosa conteranno……..

  • sugar

    giuro,mi sono pisciato sotto dal ridere.

  • Ammiraglio

    è tornato…

  • Ammiraglio

    il commento di marimba viene dal futuro…

  • Ammiraglio

    intendo questo: “Kobe Bryant è un giocatore fuori dal tempo, vecchio e finito”

  • giangiotheglide

    @ F.M.B
    Scusa
    non vi leggo spesso è me l’ero perso… 🙂
    Lillard spero veramente sia la sorpresona
    e spero che LaMarcus mantenga le vostre previsioni,
    anche perché non avete citato Love…:-)

  • gasp

    sei anche tu fuori dal tempo,marimba

  • Marimba

    Kobe Bryant è un giocatore fuori dal tempo, vecchio e finito

  • marimba

    forse non è neanche colpa sua, che deve dire no a 30 milioni l’anno. il punto è che gioca perchè c’è gente che crede che ancora sia forte. è talmente forte che nel mio 2k13 è allenatore, gioca soltanto nella formazione vintage con shaq. a proposito, shaquille o’neal, sei un giocatore finito.

  • hanamichi saakuragi

    ZEN ci hai raggiunto anche qui… un grande.
    Ammiraglio secondo me non ti ricordi tanto bene: l’anno scorso in difesa i lakers facevano cagare.. di brutto. brown non è stato cazzo neanche di farli difendere.. incompetente paraculato

  • marimba

    zen, sei una religione finita.

  • Marimba

    Come c’è chi crede che i Lakers con tutti quei giocatori strafiniti siano una squadra da titolo… Bryant per amor proprio dovrebbe fare finta di essere infortunato per tutta la stagione, ritirarsi per poi dire ai posteri che se lui fosse stato in campo avrebbero vinto l’anello.. Così la gente continuerà a pensare che sia un fenomeno… In realtà è soltanto un vecchio con problemi alla prostata