Bryant risponde alle critiche: “Patetiche!”

Alla stella dei Lakers non sono piaciute le critiche dei tifosi e media e ha risposto a tono pungendo l’opinione pubblica e chiedendo pazienza.

Non è iniziata bene la stagione dei Los Angeles Lakers, 2 sconfitte nelle prime 2 partite che se aggiunte alle 8 di pre-season fanno 10 K.O consecutivi, stanotte Kobe Bryant (34 anni) e i suoi compagni dovranno affrontare niente meno che gli agguerriti cugini dei Clippers.

Inevitabili le critiche piovute da tutti gli angoli degli States specie da L.A nei confronti dei giallo-viol e il “Black Mamba” non si è tirato indietro: “Io davvero non capisco questa città, per me è difficile trattenermi dal non dare degli stupidi a quelli che ci criticano, ma ci sto provando (ridendo, ndr)” aggiungendo: “Ci hanno visto vincere diversi titoli, devono capire non è facile ingranare i meccanismi offensivi e mettere 5 ragazzi sulla stessa frequenza”.
Bryant ha proseguito anche analizzando (e pungendo, ndr) il pensiero comune: “Per loro è facile, pensano che avendo Steve (Nash, ndr) che è un grande passatore che mette in ritmo chiunque e Dwight (Howard, ndr) che domina il pitturato, con me in isolamento si vinca facile…adesso, non voglio dire che sia un pensiero da idioti, ma ci si avvicina”.

Infine il figlio di Jelly Bean ha voluto difendere colui che più di tutti è sotto accusa, coach Mike Brown: “È facile criticare coach Brown adesso, lui non ha ancora vinto come Phi (Jackson, ndr) e quindi non gli si perdona niente, lui è stato molto signore nel dire che bisogna avere pazienza, Phil vi avrebbe risposto di stare zitti”.

 

 

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B