Allen uccide Denver, Jennings i Cavs, ok Brooklyn

I Nets cominciano bene la loro avventura, “He Got Game” batte Denver, Pierce aiuta Boston, Jennings sulla sirena, 2 OT per i Pacers sui Kings.

 

 

 

Washington Wizards – Boston Celtics 86-89
WAS: Booker 11, Seraphin 19, Crawford 21
BOS: Pierce 27, Garnett 15, Rondo 12 (12 ass), Green 11

I Boston Celtics centrano la loro prima vittoria stagionale e lo fanno vincendo di misura nella capitale contro dei Wizards privi di Walle e con un brutto Bradely Beal (2 punti 0/5 dal campo); a 3’55” dal termine Boston è davanti di 5 punti, Seraphin si carica sulle spalle l’attacco capitolino e con 4 punti (su 6 di brek) sorpassa sull’86-84 gli avversari. Ci pensa il solito Paul Pierce a 2’35”, tripla del sorpasso che sarà anche l’ultimo canestro dal campo della partita, Washington mancherà per ben 3 volte l’appuntamento col canestro aggiungendoci anche 2 perse.

Indiana Pacers – Sacramento Kings 106-98 2OT
IND: Green 17, West 18 (18 rimb), Hibbert 12 (10 rimb), George 16 (17 rimb), Hill 18, Stephenson 10
SAC: Cousins 21 (13 rimb), Evans 14, Thornton 26, Brooks 11

Sono serviti ben 2 supplementari alla Conseco Field House di Indianapolis ai Pacers per battere i Kings; a 48″ dalla fine del regolamentari Marcus Thornton spara la bomba del 91-91, Indiana invece spara a salve per 3 volte (2 Hill, 1 George) e a momenti Thornton di nuovo castiga Indiana mancando però il layup. Ancora Thornton protagonista nel 1° overtime con un’altra tripla che equivale un altro pareggio (96-96) a 26″, Hill e Hibbert hanno 2 chance in 3″ ma le mancheranno entrambe.
Sacramento però sparisce dal campo nel 2° supplementare e il 6-0 firmato Hill-George nei primi 4′ uccide di fatto il match.

Brooklyn Nets – Toronto Raptors 107-100
BKN: Wallace 10, Lopez 27, Johnson 14, Williams 19, Watson 15
TOR: Bargnani 13, DeROzan 25, Lowry 28, Johnson 11, Davis 11

Italian Job: Bargnani 13 pt (5/11, 1/1 da 3), 3 rimb 81 off), 3 ass, 3 perse

Comincia sotto il segno di Brook Lopez l’avventura dei Brooklyn Nets in NBA, vincenti contro i Raptors del duo DeRozan-Lowry; partita combattuta che ha visto come protagonista Gerald Wallace, l’ex Bobcats a 59″ serve l’assist per il 2+1 di Lopez che vale il +5 (100-95) e 18″ dopo si infortuna alla caviglia stoppando il layup di Lowry, nel finale Deron Williams e Joe Johnson chiuderanno i giochi dalla lunetta.

Miami Heat – Denver Nuggets 119-117
MIA: James 20 (11 ass), Bosh 40, Wade 14, Allen 23
DEN: Faried 22 (12 rimb), Gallinari 13, Iguodala 22, Lawson 14, McGee 16, Miller 17, Brewer 10

Italian Job: Gallinari 13 pt (2/8, 1/9, 6/9), 6 rimb (1 off), 2 ass

Ci è voluto un super Chris Bosh da 40 punti e un Ray Allen da 23 punti ai Miami Heat per avere la meglio sui Nuggets (7 uomini in doppia-cifra); a 14″ Denver sognava la W con il jumper di Iguodala del +1 (115-116) ma poi la giocata chiave, James assiste Allen che segna da 3 col anche il fallo di Brewer! Tripla del pareggio nelle mani del Gallo che però non trova il bersaglio.

Il 3+1 decisivo di Jesus Shuttlesworth
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=ViyfPYLZ68c&hd=1]

Chicago Bulls – New Orleans Hornets 82-89
CHI: Deng 19, Noah 11 (11 rimb), Belinelli 13, Gibson 12, Robinson 15
NOH: Anderson 12, Lopez 16, Vasquez 18, Smith 16

Italian Job: Belinelli 13 pt (2/4, 2/6, 3/3), 2 ass, 1 rec, 1 persa

Malgrado un buon Marco Belinelli da 13 punti i Bulls cadono in casa contro gli Hornets (privi di Davis); vittoria maturata nell’ultimo minuto (1’34”), Robinson segna il jumper del -4 (77-81), Smith sbaglia e a 53″ il Beli ha tra le mani la tripla del possibile -1, l’italiano però sbaglia, Smith cattura il rimbalzo e subisce fallo chiudendo poi la partita dalla lunetta.

Houston Rockets – Portland Trail Blazers 85-95 OT
HOU: Patterson 9 (12 rimb), Harden 24, Asik 4 (15 rimb), Lin 13, Morris 13
POR: Batum 17, Aldridge 27 (11 rimb), Hickson 9 (12 rimb), Matthews 16, Lillard 20

LaMarcus Aldridge e Damian Lillard rovinano l’esordio casalingo di James Harden (24 con 8/24 al tiro) in quel del Toyota Center; pWes Matthews manda tutti al supplementare con la tripla del 81-81 a 59″ con Portland che per 2 volte (Aldridge e Hickson) non trova il canestro della vittoria negli ultimi 25″. Nell’overtime Lillard e Batum segnano subito 2 triple consecutive nel giro di 30″ in quello che pio sarà un 14-4 di parziale.

Milwaukee Bucks – Cleveland Cavaliers 105-102
MIL: Ellis 23, Jennings 13 (13 ass), Dunleavy 29 (12 rimb), Sanders 17, Udrih 11
CLE: Gee 18, Vareajo 20 (17 rimb), Waiters 13, Irving 27

Brandon Jennings firma un’altra bella prestazione (13+13) a referto e decide anche il match sulla sirena contro i Cavaliers; succede tutto in 7 decimi di secondo, Kyrie Irving segna 7 punti consecutivi nell’ultimo minuto e 28″, l’ultimo layup vale il 102-102 lasciando appena 7 decimi ai padroni di casa, rimessa e catch-and-shoot a segno da parte dell’ex Virtus Roma!

Il Buzzer-beater di BJ
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=c6lUQOzXNpE&hd=1]

Dallas Mavericks – Charlotte Bobcats 126-99
DAL: Wright 10, Mayo 30, Collison 18 (10 ass), Crowder 10, Kaman 16, Carter 18
CHA: Kidd-Gilchrist 13, Mullens 16 (10 rimb), Haywood 14, Walker 10, Sessions 22

Vittoria comoda per i Mavericks sui Bobcats con un O.J Mayo da 30 punti (7/10 da 3!); partita chiusa negli ultimi 60″ del 2° quarto quando un break di 9-0 Dallas ha mandato le le squadre negli spogliatoi sul 61-53, ad inizio 3° periodo Dallas realizza 3 triple mettendo a segno un parziale di 15-8 per il +14 (73-59).

San Antonio Spurs – Utah Jazz 110-100
SAS: Leonard 13, Duncan 19 (11 rimb), Green 21, Parker 24 (10 ass), Neal 11
UTA: Millsap 17 (10 rimb), Jefferson 16, Hayward 16, Mo.Williams 29

Torna Manu Ginobili (8 punti in 15′) e gli Spurs battono i Jazz anche se con qualche problema; dopo aver dominato i primi 24′ portando sul +18 (62-44), gli Spurs calano di intensità nel 3° facendosi rimontare fino al 79-79 di inizio 4°! A 4’46” arriva la svolta che porta il nome di Tim Duncan, 7-2 di break che da il +9 (103-94) a 2’37” dalla fine e a mettere la parola fine ci pensa Leonard con la tripla del +10 a 1’12 dopo un rimbalzo offensivo dell’eterno #21.

Los Angeles Clippers – Golden State Warriors 110-114
LAC: Butler 20, Griffin 19 (11 rimb), Paul 27 (10 ass), Crawford 27
GSW: Barnes 10, Lee 8 (12 rimb), Thompson 17, Curry 23, Landry 23 (10 rimb)

Prima sconfitta casalinga per i Clippers che devono cedere ai Warriors con Chris Paul protagonista in negativo stavolta; sul -2 Clips (110-112) a 21″ CP3 commette sfondamento in entrata, Curry va in lunetta e non trema per il +4 a 6″.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B