NY e Spurs imbattuti, ok Miami, colpo Cavs!

Knicks e Spurs continuano a vincere, cadono in casa Nets e ancora i Clippers per mano dei Cavs, Miami sul velluto, bene Mayo e Kings.

 

 

 

Philadelphia 76ers – New York Knicks 88-110
PHI: Wright 14, T.Young 14 (10 rimb), Turner 11, Holiday 17, N.Young 12
NYK: Brewer 13 (10 rimb), Anthony 21, Chandler 14, Felton 16, Smith 17, Prigioni 11, Wallace 10

Anche il back-to-back va ai New York Knicks corsari in quel di Philadelphia col solito Anthony e un Rasheed Wallace in crescita (10 punti in 13′); gli ospiti chiudono avanti il primo tempo sul 45-56 e sferrano il colpo di grazie nel 3° periodo, parziale di 18-9 per il +20 (54-74) in un frazione che verrà dominata 33-20 dagli uomini di coach Woodson. Male gli esterni di Collins (N.Young 4/15, Dorell Wright 4/14 e Jrue Holiday 4/12).

Brooklyn Nets – Minnesota Timberwolves 96-107
BKN: Lopez 13, Johnson 19, Williams 18 (13 ass), Watson 10, Brooks 11
MIN: Kirilenko 16 (10 rimb), Pekovic 21, Budimger 16, Shved 10, Cunningham 11 (11 rimb)

Il Barclays Center conosce la sua prima sconfitta stagionale per mano dei T-Wolves di Andrei Kirilenko, rei di una super rimonta; infatti ad inizio 4° periodo i padroni di casa guidano si 11 lunghezze (86-75) ma è proprio li che si scatena il duo europeo AK47-Pekovic, Minnesota rimonta e a 4’13” il punteggio recita 96-96 dopo due liberi di Brooks. I Nets non vedranno più il canestro fino a fine partita mentre gli ospiti piazzeranno il break di 11-0 finale.

Miami Heat – Phoenix Suns 124-99
MIA: James 23 (11 rimb), Bosh 18, Wade 22, Chalmers 9 (11 ass), Allen 15, Haslem 12
PHX: Scola 15, Gortat 12 (13 rimb), Dragic 13, Brown 18

Successo comodo per i Miami Heat dei “Three Kings+Jesus” che spazzano via i Suns; gli uomini di Spoelstra comandano dalla palla a due fino alla fine e chiudono i giochi verso la fine del 3° con un 13-0 (chiuso da una schiacciata di James) per il +23 (88-65). Ottime percentuali al tiro per i 3 amici di Miami che insieme combinano 19/31 dal campo e Ray Allen tocca quota 24 mila punti in carriera.

Memphis Grizzlies – Utah Jazz 103-94
MEM: Gay 15, Randolph 16 (18 rimb), Gasol 22, Conley 16, Pondexter 14
UTA: Millsap 14, Jefferson 11 (10 rimb), Hayward 19, Mo.William 17, Favors 14, Foye 11

Non sono bastati ai Jazz i 6 uomini in doppia-cifra a referto a Memphis dove Marc Gasol ha trascinato i suoi al successo; Utah parte bene contro i titolari di Memphis e sarà proprio la panchina di coach Hollins ha rimontare e poi dare lo strappo decisivo, il 16-2 con il quale i Grizzlies hanno rimontato e superato gli ospiti a 3 dalla sirena del 3° ha dato il +8 (69-61) e di fatto ha chiuso la partita, Utah non rientrerà più

Dallas Mavericks – Portland Trail Blazers 114-91
DAL: right 10, Mayo 32, Collison 14 (13 ass), Kaman 16
POR: Batum 14, Aldridge 20, Hickson 7 (11 rimb), Lillard 13

Per la seconda partita consecutiva O.J Mayo firma il trentello a referto e guida i suoi Mavs ad una bella vittoria su Portland; vittoria arrivata nei primi 5′ dell’ultima frazione e con Dominique Jones protagonista, l’esterno infatti ha realizzato 4 punti e 3 assist nel 10-0 che ha dato il +12 (95-83) ai suoi.

San Antonio Spurs – Indiana Pacers 101-79
SAS: Duncan 14 (11 rimb), Green 10, Blair 14 (11 rimb), Jackson 12, Neal 17
IND: West 10 (11 rimb), George 14, Hill 15

Anche gli Spurs rimangono imbattuti dominando e poi controllando gli Indiana Pacers; in neanche 19′ i nero-argento toccano il +20 sul 45-25, sembra già chiusa ma Indiana risponde e riesce a tornare in partita fino al -9 (47-38) col quale le squadre andranno al riposo. I Pacers pagano lo sforzo ad inizio ripresa sbagliando 2 tiri con anche 3 perse, Parker & Co. non perdonano tornano subito ul s+16 (56-40).

Sacramento Kings – Golden State Warriors 94-92
SAC: Cousins 23 (15 rimb), Thomas 10, Thornton 16, Brooks 12
GSW: Lee 20, Bogut 12, Thompson 22, Curry 12

Primo hurrà stagionale per i Sacramento Kings trascinati da un dominante DeMarcus Cousins sui Warriors in una partita tirata fino alla fine; a 31″ dalla sirena finale Klay Thompson fa 2/2 dalla lunetta per il -1 (93-92), Cousins sbaglia il jumper e lascia 11″ ai Warriors per l’ultimo tiro, se lo prende il sophomore ma non troverà il bersaglio. Jonson va in lunetta fa 1/2 con ancora 1″ da giocare ma niente buzzer-beater per Steph Curry.

Los Angeles Clippers – Cleveland Cavaliers 101-108
LAC: Butler 11, Griffin 20, Paul 17, Crawford 19, Bledsoe 11
CLE: Varejao 15 (15 rimb), Waiters 28, Irving 24 (10 ass), Zeller 15, Miles 10

Seconda sconfitta consecutiva tra le mura amiche per i Clippers, bombardati dal duo Waiters-Irving (28+24); Cleveland gioca bene e guida per gran parte del match con una media di 13 punti di vantaggio, nell’ultimo periodo Jamal Crawford si carica sulle spalle i suoi e una sua tripla a 4’28” dalla conclusione firma il pareggio (94-94). Ma la risposta Cavs è terrificante, 2 bombe consecutive del rookie Dion Waiters nell’8-2 di parziale. La partita verrà poi chiusa con l’infrazione di passi di Griffin sul -3 e possesso per i Clips, sul capovolgimento di fronte Varejao segnerà il tiro del +5 (99-104) con 52″ da giocare.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • lilin

    quanto nervosismo nell’aria.
    che lebron non lavorasse per colmare le sue lacune quando era a cleveland è tutto da dimostrare perchè uno che lavoro cosi tanto a livello fisico non vedo per quale motivo non dovesse lavorare sui punti “deboli” del suoi gioco.

    il fatto è che magari ha avuto una maturazione lenta sotto alcuni aspetti che non gli venivano naturali.
    anche perchè a cleveland statistiche alla mano e vedendo le partite ogni anno migliorava sempre in tutti gli aspetti di gioco escluso il tiro libero.
    ora non penso che lebron se ne freghi dei tiri liberi, probabilmente ci lavora alla grande ma non avrà per essi quell attitudine da fenomeno che ha per tante altri aspetti di gioco.

  • Nitrorob

    gli spurs giocano ancora il miglior basket di sempre! ma anche questo nn li rende immortali! vs okc hanno vinto per una cazzata di wes!
    quindi qualcosa devono migliorare anche loro, fatto quello step allora potranno giocarsela anche in finale! per io resto loro sono una squadra vera!!guardarre le loro partite è sempre una goduria!!
    nn vedo l’ora di vederli contro miami!

    Cavs, i 2 giovanotti sono incredibili! sinceramente nn pensavo che waiters potesse avere questo impatto giocando insieme al roy!!!
    grandi!

    peccato per golden state(anche loro veramente una bella squadra) ma direi era ora per i kings!!
    ho tanto adulato cousins ma aparte ieri nn è che abbia fatto gran che! bha!
    vedremo tra un pò!!

  • Haka

    Comunque c’è una cosa che non mi torna, se Grant Hill è un pessimo difensore com è che l’anno scorso è arrivato settimo nelle votazioni per il premio di difensore dell’anno? A 38 dicasi trentotto anni??? Perfino davanti a James lol, figuriamoci cos’era nel suo prime.

  • salviamo trigari

    Accio

    Splitter in ambito fiba era uno dei migliori, non riesco a capire come fa a fare così schifo in nba, Mozgov non godeva della stima di nessuno ma zitto zitto è diventato un giocatore perlomeno decente per una 20ina di minuti a partita, niente di fenomenale ma io lo scambierei volentieri

  • jamikitt

    Alert
    Ma dei PO con due spazzate per 4 0 e una sconfitta in finale di conference dove erano sopra per 2 0, è sintomo di una squadra che non potrà dire la sua nei PO? No perchè hanno perso solo perchè okc è un ottima squadra, e quindi perchè non riprovarci quest’anno che okc senza harden sarà meno competitiva?

    No perchè da alcuni commenti sembra che gli spurs siano usciti anche l anno scorso contro i grizzlies di turno!

  • Doctor J

    haka

    Lebron è arrivato quarto nelle votazioni l’anno scorso, anche se il DPOY è deciso dai voti dei giornalisti, mentre per i quintetti difensivi dell’anno a votare sono gli allenatori e Lebron l’anno scorso ha ricevuto il maggior numero di voti. Detto questo io penso che gli allenatori siano più competenti di semplici giornalisti, ma questa è un’opinione personale

  • DavideLBJ

    Continuare a parlare del fisico di lebron è inutile perchè se iverson non era 183 cm ma un 203 cm magari era un pippone, se kobe avesse avuto il fisico di lebron probabilmente sarebbe stato più scarso chi lo può dire, non la si può sempre menare a lebron perchè lui ha quel fisico che gli ha dato madre natura ecc… magari con un fisico più mingherlino avrebbe avuto un range di tiro migliore di kobe perchè sarebbe stato ancora più cordinato e ne metteva 40 a sera… Poi ora stiamo andando sul ridicolo paragonare grant hill ottimo giocatore a lebron è irrispettoso verso lebron 3 volte mvp e mvp delle finals entrambi in carica, 3 finali nba e già più di 100 partite ai PO e ha ancora 27 anni, ha battuto tutte le classifiche di punti segnati alla minore età non saranno tutto le statistiche ma abbinate a questi risultati qualcosa contano!!

  • Haka

    Doctor j

    Anno scorso intendevo 2011, mi sono espresso male. Parlo dell’ultimo premio vinto da Howard, Hill finì settimo.

  • hayes

    Li scelgono i competenti allenatori, ma anche i quintetti difensivi sono spesso fatti per accontentare i tifosi e gli idoli di turno… cioè un po’ a cazzo!

  • Haka

    Che palle ma allora ti devo fare un disegnino cristo santo, STO PARLANDO DELLA TIPOLOGIA DI GIOCATORE. Poi la storia del fisico è un dato di fatto, è inutile che ti inventi storie.

  • lilin

    fra poco salterà fuori che con un po di allenamento lebron potrà arrivare hai livelli di hill.
    perfetto.

  • Ammiraglio

    Come dice Accio, è grazie a quel fisico che può marcare così tanti ruoli.
    Nessuno discute abbia una gran tecnica, ma con quel fisico chi lo marca in post ( quando ci va)?
    è avvantaggiato come ovvio anche nel rimbalzo e nella stoppata.

    Nessuno gli sta facendo una colpa, non stilate banchi probatori inutili che nessuno lo sta attaccando. Stiamo semplicemente constatando quel che è.

    LBJ è un po’ lo Shaquille O’Neal dei corti ( è un complimento ovviamente).

    ps: Grant Hill pessimo difensore dove? Ma ci siamo scordati che lavoro fece su Bryant nei playoff del 2010? Quella roba la fa uno che non sa difendere????

  • Luca

    NY quest’anno penso si farà rispettare ad est vedo finalmente un pò di spirito di sacrificio in difesa e diverse soluzione offensive, dopo anni di prese per il culo speriamo in bene.

  • Ammiraglio

    Circa l’etica del lavoro mi faccio un po’ di risate. Una marea di giocatori ce l’hanno eppure si sono infortunati comunque.

    Non è grazie a 18 ore di palestra al giorno che previeni una frattura, eh…
    E se avete studiato un po’ di anatomia, neanche uno stiramento o uno strappo, anzi, correte molto di più il rischio di massacrarvi inutilmente parti iper-sensibili come i lombari ( a causa dei legamenti verso i quadricipiti), le ginocchia e la caviglie.

  • Michael Philips

    Allora quando parlo di hill, parlo di quello dei pistons da 13 e dico 13 triple doppie in una stagione. E parlo di quel grant hill quando dico che difensivamente non era assolutamente un fattore. Poi se volete paragonare il grant hill 38enne a james, fate voi.

    Poi in quella versione hill era davvero mostruoso, ma come impatto sulla partita non si avvicinava comunque a james.

    A leggere i commenti di alcuni utenti, sembra che lebron abbia ben pochi meriti riguardo il suo gioco, e che deve solo ringraziare il cielo per le doti atletiche innate.

    Riguardo il fisico, pippen che poteva marcare da Isiah Thomas a Karl Malone, non aveva certo il fisico di james. Era sì alto uguale(203cm) ma pesava minimo 15 kg in meno di james ed era molto meno forte fisicamente. Eppure non era male come difensore.

  • gasp

    Allora Grant Hill quando era ai Pistons molti dicevano che poteva diventare il nuovo Jordan e sapeva difendere ma non come LBJ,T-Mac nei suoi primi anni ai Raptors era uno specialista difensivo quindi fate voi

  • Accio

    Non capisco come si sia potuto alzare un putiferio da una semplice constatazione sul fisico di LBJ. L’unico che ha capito quello che intendevo io è stato Ammiraglio.

    Su Pippen che marca un Malone in post basso rendendogli 16 Kg scusa ma la vedo assai male. A mio avviso lo spostava di peso soprattutto in single coverage. Poi limitarlo nel mentre che arriva l’aiuto è altra cosa del tenerlo in 1v1.

    Ora cerchiamo di non dividerci in: o lo si idolatra o lo si butta nel cesso a James. Il basket è ancora uno sport dove il fisico conticchia. Non ci fai tutto altrimenti McGee e DeAndrè JOrdan dovrebbe massacrare tutto e tutti. Però è una gran bella base di partenza.

  • Dan Pipperson

    I Lakers hanno fatto il colpaccio sostituendo bynum con howard. Uno gioca e domina, l altro non si sa nemmeno quando torna. questo in riferimento a chi dice che hanno “solo” fatto il cambio tra i due e per il resto e la solita squadra. Si spera per phila che il gioco vale la candela, altrimenti hanno sacrificato igoudala anche per turner che mi sembra sia una sola. Doveva sbocciare, ma fino adesso..

  • in your wais

    Accio

    Scusa, nessuno dice (spero) che LeBron non deve ringraziare Iddio per il fisico che si ritrova, e per le dote atletiche (ma, ripeto, il merito di essere 2.03 non è di nessuno, quello di essere un armadio, di correre come un treno, e di arrivare al ferro con la testa, quello è anche suo e del suo lavoro)

    Ma se pesare 120 kg ti aiutano a fermare Malone, difficilmente sono utili quando c’è da mettere le ganasce ad un Rose, ad un Rondo o ad un Kobe, che, secondo la tua logica, potrebbero mangiarselo in velocità quando vogliono

    Eppure si è visto come anche su di loro, tante volte LeBron è stato eccellente…

    Certi discorsi non si possono fare in modo univoco

  • Accio

    Ma io nel “fisico” non metto solo la stazza. Nel fisico io includo anche la rapidità nei movimenti, la loro agilità. Insomma quante persone hai visto con quella stazza muoversi tanto agilmente? Io potrei dire nessuno.

    E penso che non sia solo questione di etica. Agilità, velocità nei cambi di direzione sono anch’esse cose legate al tipo di fisico che tu hai.

  • jamikitt

    Ma poi Lebron di inizio carriera mica era un armadio come ora!
    Se il ragazzo ha una gran etica lavorativa e ha saputo plasmare il suo fisico in maniera incredibile deve ringraziare se stesso ed i propri allenatori!

  • Sandro Piccinini

    Mucchio selvaggio in area di rigore

  • jamikitt

    Accio
    Ma Rose chi deve ringraziare per la sua velocita? E Wade? Shaq non aveva un fisico devastante rispetto agli altri centri?

    Quindi cosa c’è di strano per lebron lui ha delle doti e cerca di sfruttarle e di svilupparle nel modo ottimale!

    Perchè se fossi come dici tu McGeesarebbe il nuovo dominatore da 100punti a sera! Evidentemente non è cosi!

  • Accio

    Jamikitt leggi tutto il mio commento e avresti risparmiato le tue ultime due righe:

    “Il basket è ancora uno sport dove il fisico conticchia. Non ci fai tutto altrimenti McGee e DeAndrè JOrdan dovrebbe massacrare tutto e tutti. Però è una gran bella base di partenza”

  • Haka

    niente oh, proprio non ci arrivano…

  • savio

    haters gonna hate

  • Doctor J

    Cerchiamo di mettere fine a questa diatriba
    Secondo me il draft 2012 potrebbe essere ricordato al pari di quello del 1984, 1996 e 2003 come i più ricchi di talenti!! che ne pensate??

  • mad-mel

    Beh l’84 lascia stare…è imparagonabile con nessun altro draft…

  • Marimba

    Ricordate Kobe è un giocatore palesemente finito

  • Ammiraglio

    No, infatti, non ci arrivano per niente…

    Doctor J

    Per ora è impossibile dirlo; aspettiamo e vedremo negli anni futuri chi è veramente forte. Per ora promette molto bene, ma qui ci fermiamo.

  • Ammiraglio

    Jamikit

    Non sei ben informato; a Cleveland LeBron pesava di più di ora.

  • Ammiraglio

    Se poi parli di quando aveva 18 anni, grazie al cazzo, non è l’apice della forma fisica per nessuno.

  • Doctor J

    Certo mad-mel quello è stato incredibile! Però a detta di tutti sono quei tre i draft migliori della storia e quindi intendevo che questo potrebbe essere ricordato come uno dei migliori di sempre

  • Doctor J

    Hai ragione Ammiraglio, è ancora troppo presto per dirlo! però ci sono dei prospetti che fan paura e in primis ci metto Lillard che è il mio preferito, ma anche Davis, Waiters (che mi ricorda alla lontana il primo Wade), T-Rob che può formare con il Cugino una coppia di torri fortissima, Beal che non si è ancora espresso al meglio ma ha potenzialità incredibili.. e poi altri grandi prospetti.. ci sarà da divertirsi secondo me!!

  • Il terribile

    Dan Pipperson(complimenti per il nick)

    Paragonare Howard a Bynum sarebbe come paragonare Messi al secondo miglior giocatore argentino del momento.
    Essere al numero due non sempre significa essere vicino al numero uno.

  • Magic

    Secondo me Lillard, Waiters, Davis, Robinson e co non valgono Lebron, Wade, Anthony, Bosh (senza dimenticare Kaman, Hinrich, David West, Mo williams…tutti buoni giocatori).
    Beal e Kidd-Ghilchrist per adesso non mi hanno pre niente impressionato.

  • lebron è un miracolo sportivo, in quanto lo possiamo considerare forse per forza velocità e resistenza come il miglior atleta del mondo in assoluto, ma che però ha anche un apprezzabile tecnica cestistica,nn quella di nash paul o anche di kobe ma discreta che abbinata alla sua strapotenza fisica lo rende attualmente il numero 1 della lega

  • rat

    raga nn scherziamo,lebron è un fenomeno proprio perchè abbina una prestanza fisica da extraterrestre ad eccellenti doti cestistiche nn da skill game alla nash tanto per intenderci ma notevoli cmq, altrimenti blake griffin avrebbe già fatto dimenticare jordan se contasse solo il fisico e la verticalità

  • lilin

    anche secondso me questo draft è stata un ventata di qualità e prospetti per l nba ma il draft del 2003 è stato qualcosa di devastante per gli equilbri della lega.
    poi magari fra due anni mi smentiscono ma non credo arriveranno a quei livelli.

  • gasp

    Non per fare polemica ma guardando la qualità generale non la quantità di talento penso che il Draft del ’96 sia il migliore tra i tre citati:
    Draft 1996 scelti 10 All-Stars http://it.m.wikipedia.org/wiki/Draft_NBA_1996
    Draft 1984 scelti 7 All-Stars http://it.m.wikipedia.org/wiki/Draft_NBA_1984
    Draft 2003 scelti 8 All-Stars http://it.m.wikipedia.org/wiki/Draft_NBA_2003

  • alert70

    Grant Hill difendeva eccome. Poi si è rotto di tutto.

    Fisico o non fisico, ci vuole anche tecnica. Il Verme poteva difendere su chiunque gli si parasse davanti semplicemente perchè era il Jordan della difesa.

    Certo, se poi madre natura, la professionalità, la mancanza di infortuni debilitanti si mettono insieme, esce fuori un armadio che si muove come un ballerimo di danza classica.

    Quindi merito a LBJ.

  • Jurassic_Park

    LBJ con il SUO stile di gioco senza quel fisico sarebbe stato un buon giocatore titolare, non il mostro che è oggi. Ma chiaramente lo stile di gioco (così come il modo di difendere) te lo costruisci anche sul fisico che hai. Quindi è probabile che giocherebbe in maniera diversa senza quei 120 chili di muscoli. Certo è che con quel fisico avrebbe una potenzialità illimitata che non mi è mai sembrata sfruttata a pieno (ad esempio nel tiro).

  • Beltramat

    @Haka @Hayes @Accio
    Fans di LBJ. Lasciate stare

  • Jurassic_Park

    Tornando a parlare delle partite di stanotte, cosa che nessuno sembra voler fare vista l’assenza di topo games xD
    Vista Minnesota @ Brooklyn
    Partita che ha confermato le mie buone impressioni sul roster di Minnesota: un gruppo di giocatori sottovalutati (Stiemsma, Amundson, Budinger, Ridnour) o “riabilitati” (Roy, anche se ancora a mezzo servizio, e Kirilenko) più giovani molto interessanti e in crescita (Pekovic è mostruoso, anche se non so quanto possa accoppiarsi con Kevin Love). Con il ritorno di Rubio e Love a questa squadra manca solo uno scorer sicuro nello spot di guardia (sperando che ritorni ad esserlo Roy) per innestarsi al top della Western entro un paio d’anni.

  • Nitrorob

    mo dire che lebron come fisico e atletismo sia uno dei migliori al mondoi pare um pò esagerato!!!
    certo il fisico aiuta quanto ti pare! ma con certr doti o ci nasci o potrai essere bravo quanto ti pare ma nn sarai mai lbj jordan kobe o kd!!
    che poi il fisico di kd che tutti criticano è unico a duo modo! trovatemelo uno con quelle leve agile in quel modo! secondo me neanche bolt lo supera se kd si desse alla corsa!
    quindi ognuno ha un fisico unico che unito a delle doti innate (più allenamenti su allenamenti) fa un campione!
    e questo vale per tutti gli sport!
    poi come dite voi, fortuna che il fisico sul basket nn è tutto sennò BG the situation sarebbe un fenomeno

  • Jurassic_Park

    Topo games voleva essere “top” o.o”