Heat stile “Old Suns”, assist e triple!

Conto Phoenix gli Heat hanno dato sfoggio ad un gioco più dinamico ma più collettivo e perimetrale, sorprendendo i rivali che furono promotori.

Il credo cestistico di Mike D’Antoni, quel credo che spinse i Phoenix Suns fino alle finali della Western Conference e che consentì a Steve Nash (38 anni) di vincere per 2 volte consecutive il trofeo di MVP, adesso si sta pian piano instaurando nei campioni in carica dei Miami Heat che proprio contro i Suns lo hanno testato.

Nella vittoria casalinga contro Phoenix gli Heat hanno registrato a referto la bellezza di 33 assist con 15/26 da 3, numeri che l’anno scorso non erano immaginabili, specie col tiro pesante; l’arrivo di Ray Allen (37 anni) e un LeBron James (27 anni) sempre più spumeggiante in cabina di regia hanno spinto coach Erik Spoelstra ad applicare quel gioco che rese quei Suns del connubio D’Antoni-Nash una delel squadre più spettacolari degli ultimi 10 anni.
A dir la verità questa idea Spoelstra l’aveva già studiata due estati fa, ESPN ci riporta che l’head-coach di Miami ebbe un meeting col caoch degli Oregon Duck (Football NCAA) Cheap Kelly, i due parlarono proprio di un attacco basato sulla velocità e il dinamismo, una specie di “7 seconds or less” che coach Spo oggi definsice come “Pace-And-Space“.

Questo gioco pare stia dando ottimi risultati tanto che Jared Dudley (27 anni) a fine partita dichiarò: “Questa è la squadra meno egoista contro cui io abbia mai giocato, fanno tirare praticamente tutti i giocatori in campo, voglio dire: entrano, scaricano, tirano, o riaprono fuori cercando sempre il tiro migliore”.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • D-Matt

    grandi HEAT anche quest’anno non ci fermerà nessuno in più con le bombe dalla panca di ray rashard e mike siamo invincibili!!!! ennesimo miracolo di pat riley altro che sam presti, prendere allen e lewis abituati a tirare molto bene con poco spazio, figuriamoci qui con gli scarichi di wade e lebron e 3 metri buoni buoni ogni volta. Ormai le difese devono fare una scelta : o farsi stuprare al ferro dai 2 amigos oppure assorbirsi gli scarichi e lasciare spazio ai vari bosh chalmers miller allen eccc…qindi in ogni caso una sentenza

  • Tommaso

    Cosa significa Steve Nash (28) ? L’età di adesso è 38 anni, l’età di quando vinse i 2 mvp 31 e 32.
    “numeri che l’anno..non erano immaginabili” scorso?

    Heat favoriti su tutti comunque

  • lilin

    piu questi diventano una squadra piu sono caxxi amari per tutti

  • Tommaso

    Grande per la correzione e complimenti per il lavoro

  • hanamichi sakuragi

    secondo me il tutto accade perchè l’hanno deciso i giocatori.. il filippino manco se ne è accorto… 🙂

  • mjrossit

    @D-Matt Per quanto ami Spoelstra come personaggio e per tutto quello che ha fatto nella sua vita lui non ha fatto nient’altro che stampare il contratto dal pc a coloro che lo hanno richiesto. O magari pensi che Allen se ne sarebbe andato a Phoenix?