Spurs di misura, ok Harden, Denver in 2 OT

I Celtics passano a Milwaukee, gli Spurs a Portland, Harden si rialza con i Pistons e Gallinari trascina i Nuggets contro Golden State dopo 2 OT.

 

 

Toronto Raptors – Philadhelphia 76ers 83-93
TOR: Bargnani 23, DeRozan 19, Calderon 14 (11 ass)
PHI: Young 16, Wright 15, Holiday 16, Hawes 12 (11 rimb), Young 16

Italian job: Bargnani 23 pt (6/13, 3/6, 2/4), 5 rimb, 3 ass, 3 rec, 1 persa

Brutta sconfitta casalinga per i Toronto Raptors (senza Lowry) di Andrea Bargnani, contro dei 76ers. La franchigia canadese non è mai stata in partita a parte nel primo periodo, non ha mai avuto un vantaggio inferiore ai 10 punti, la differenza è stata fatta nel secondo quarto dove c’è stato un parziale agghiacciante di 32-7, poi gestito alla grande da Holyday e compagni.

Indiana Pacers – Washington Wizards 89-85
IND: George 20, West 11, Stephenson 12, Gree, 15
WAS: Booker 10, Okafor 17, Beal 17, Price 12

Quinta sconfitta in cinque partite per la squadra della capitale, contro degli Indiana Pacers non eccelsi ma che alla fine riescono a portare a casa in extremis. Dopo un lay-up di David West a 1:44 dalla sirena finale sul 87-80 Pacers, Beal e Okafor portano gli Wizards sul -2 dando la possibilità di agguantare la parità o addirittura passare in vantaggio ma Booker sciupa tutto sbagliando il tiro della verità, George ad 1″ dalla sirena chiude dalla lunetta i conti.

Charlotte Bobcats – Dallas Mavericks 101-97 OT
CHA: Kidd-Gllchrist 25 (12 rimb), Walker 26, Gordon 11, Sessions 12
DAL: Brand 10, Mayo 22, Collison 14, Carter 19

Con una super prestazione del duo Kidd-Gllchirist e Kemba Walker (25+26 e 8 recuperi per il secondo) i Bobcats superano all’over time i Dallas Mavericks i quali sembrano essere un po’ spaesati dopo un inizio di stagione più che convincente. I Mavericks nel terzo periodo sono stati avanti di 15 punti ma i Bobcats non hanno mai mollato e 2.8 secondi dalla sirena finale Sessions pareggia i conti e manda tutti all’over time. Nell’over time Walker da il +4 ai suoi a 1′ e mezzo dalla fine, a 25″ Collison accorcia le distanze ma Kidd-Gllchirt e Sessions chiudono il match dalla lunetta.

Chicago Bulls – Minnesota Timberwolves 87-80
CHI: Deng 16, Noah 17, Hamilton 12, Robinson 18, Belinelli 11
MIN: Kirilenko 11 (12 rimb), Pekovic 18, Ridnour 10, Cunnigham 14

Italian job: Belinelli 11 pt (1/4, 3/5, 0/0), 4 rimb

Bella vittoria dei Chicago Bulls del nostro MArco Belinelli su dei Minnesota Timberwolves mai domi ma soprattutto in una buona forma fisica, con i 18 punti di Nate Robinson. Nell’ultimo quarto Deng e Gibson guidano completamente l’attacco Bulls e a 4′ dalla sirena finale il punteggio dice 80-70 Chicago, la rezione Wolves non si fa attendere e Kirilenko e Cunnigham trascinano i loro fino al -5 (84-79 a 32″ dalla fine) poi Robinson e Gibson mettono in ghiaccio il match dalla lunetta.

Houston Rockets – Detroit Pistons 96-82
HOU: Asik 14, Harden 20, Douglas 11, Morris 12
DET: Prince 13, Monroe 12 (11 rimb), Knight 16

Dopo tre sconfitte consecutive tornano alla vittoria i Rockets del “Barba” Harden (20 punti) e lo fanno contro degli inguardabili Detroit Pistons (settima sconfitta su sette partite). Il terzo periodo è quello decisivo, i Rockets vanno all’ultimo riposo dopo un parziale di 25-16 e con un vantaggio di 17 lunghezze, l’ultimo quarto serve solo a gestire.

Milwaukee Bucks – Boston Celtics 92-96
MIL: Ilyasova 10, Dalembert 14, Ellis 32, Sanders 10 (12 rimb), Daniels 12
BOS: Pierce 25, Garnett 18, TErry 15, Rondo (10 ass), Green 12

Il solito Paul Pierce (25 punti) guida alla vittoria a Milwaukee i suoi Boston Celtics, non bastano ai Bucks i 32 punti di Monta Ellis. A 1.54 dalla sirena finale Garnett e Bass confezionano un parziale di 6-0 il quale permette ai Celtics di andare sul 87-82, vantaggio poi gestito fino alla fine.

Utah Jazz – Phoenix Suns 94-81
UTA: Williams 13, Millsap 18 (13 rimb), Jefferson 27 (14 rimb), Hayward 18, Favors 10
PHO: Scola 21, Dudley 16, Dragic 13

Vittoria abbastanza netta da parte deli Utah Jazz sui Phoenix Suns trascinata letteralmente dal trio Millsap-Jefferson-Hayward (18-27-18), per i Suns non basta il solo Scola. Il match è girato nel terzo periodo dove Utah piazza un parziale di 18-5 e i Suns non riusciranno più a recuperare.

Portland Trail Blazers – San Antonio Spurs 109-112
POR: Batum 33, Aldridge 29, Hickson 13 (14 rimb), Matthews 10, Lillard 20
SAS: Leonard 10, Duncan 22, Green 10, Jackson 13, Neal 27, Ginobili 17

Duncan e Ginobili guidano gli Spurs in trasfesrta alla vittoria ed è la sesta in sette gare, lo fanno sul campo dei Trail Blazers ai quali non bastano le prestazioni super di Batum e Aldridge. Un parziale di 14-0 ad inizio ultimo periodo griffato Spurs, dopo che i Blazers hanno chiuso avanti all’ultimo riposo per 79-73, spacca letteralmente la partita, Portland non si riprenderà più.

Golden State Warriors – Denver Nuggets  101-107 2OT
GSW: Lee 18, Thompson 23, Curry 19, Landry 22
DEN: Gallinari 21, Faried 18 (17 rimb), Iguodala 19, Brewer 11, Miller 15

Italian Job: Gallinari 21  pt (5/11, 3/11, 2/2), 7 rimb, 2 ass, 3 rec, 2 perse

Ci vogliono due over time per i Denver Nuggets del nostro Danilo Gallinari (21 punti) ad avere la meglio sui Golden State Warriors. A 28″ dalla sirena finale Jack pareggia i conti sul 86-86, sul ribaltamento di fronte Miller perde la palla e Golden State non ne approfitta sbagliando ben due volte con Floating e Curry. Nel primo Over time è una schiacciata di Gallinari a 2 secondi dalla sirena a ribadire la parità a quota 94. Nel secondo ed ultimo over time un parziale di 7-0 ad 1.05 dalla fine griffato completamente da Gallinari e Iguodala regala una vittoria sofferta ma importantissima ai Nuggets.

Nico P

Nico P

Appassionato di ogni tipo di sport, con il basket a svettare nella sua classifica, tifo Lakers e Broncos con la preferenza sempre verso la squadra più debole. Nickname: Nico P