James-Show a Houston, Utah in 3 overtime!

LBJ batte da solo in rimonta i Rockets, Durant fatica a Detroit, Jazz corsari in 3 overtime a Toronto, bene Jennings e Dragic.

 

 

 

Toronto Raptors – Utah Jazz 133-140 3OT
TOR: Bargnani 19, Valanciunas 10, DeRozan 37, Calderon 20 (17 ass), Johnson 11 (14 rimb), Kleiza 20
UTA: Ma.Williams 17, Millsap 34, Jefferson 24 (17 rimb), Hayward 12, Mo.Williams 17 (14 ass), Favors 15, Foye 20

Italian Job: Bargnani 19 pt (4/13, 1/4, 8/9), 8 rimb (2 off), 1 ass, 1 rec, 2 perse, 2 stop

Sono serviti ben 3 supplementari agli Utah Jazz per avere la meglio sui Raptors in quel di Toronto; Utah che ha trovato la tripla del pareggio (104-104) a 2″ dei regolamentari con Al Jefferson, sempre Jefferson ha salvato i Jazz nel 1° overtime grazie ad un gancio a 19″ per il 115-115 con DeRozan che ha mancato l’ultima chance per vincere. Nel 2° supplementare sono stati i padroni di casa a riacciuffare gli ospiti con la bomba a 7″ di John Lucas III con McGuire che stoppa Williams nell’ultima azione. Nell’ultimo extra-time i Jazz riescono a piazzare un break di 7-0 portandosi sul +6 (130-136) a 1’33” dal termine, nel break decisiva la tripla di Millsap.

Tutti al supplementare!
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=51ZYcVXhlxk&hd=1]

Philadelphia 76ers – Milwaukee Bucks 96-105
PHI: T.Young 11, Richardson 20, Holiday 25, Wright 14
MIL: Harris 10, Ellis 18, Jennings 33, Dunleavy 13

Brandon Jennings si conferma leader dei Bucks e li trascina ad una bella vittoria esterna sul campo dei 76ers; Sixers che inseguono e si trovano sul -1 (93-94) a 4’57” dalla sirena finale ma Milwaukee spegne l’entusiasmo dei padroni di casa con un 9-0 chiuso da una tripla di Mike Dunleavy, +10 (93-103) a 2’45” e game over per Philly.

Detroit Pistons – Oklahoma City Thunder 90-92
DET: Prince 12, Maxiell 13, Monroe 17, Stuckey 19
OKC: Durant 26, Ibaka 11, Westbrook 33 (10 rimb), Martin 13

Ancora una volta i Pistons accarezzano la vittoria ma crollano nel 4° periodo e restano fermi a 0 vittorie (0-8), stavolta loro carnefici i Thunder della nuova premiata ditta Durant-Westbrook-Martin; Detroit ebtra nell’ultima frazione avanti di 11 punti (73-62) ma OKC cambia marcia tornando in partita a 2’44” (85-84). Knight perde una sanguinosa palla a 1’20” e i Thunder prima vanno a segno con Sefolosha dalla lunetta poi, dopo un’altra persa (Monroe) trovano con KD il jumper del +3 (85-88) a 47″. Knight prova a farsi perdonare ma la sua tripla non va e Westbrook chiuderà i giochi dalla lunetta.

Chicago Bulls – Boston Celtics 95-101
CHI: Deng 26, Boozer 15, Noah 17 (11 rimb), Robinson 11
BOS: Pierce 10, Bass 16, Garnett 15, Terry 13, Rondo 20 (10 ass)

Italian Job: Belinelli 5 pt (1/3, 1/3 da 3), 2 rimb, 1 ass, 1 persa

I Boston Celtics mandano il quintetto base in doppia-cifra, Rondo sfiora la tripla-doppia per un solo rimbalzo ma i verdi vincono a Chicago; momenti chiave a 8’23” dalla conclusione, Boston avanti 84-87 e i Bulls per 5 volte consecutive, in 3′, non riusciranno a trovare il canestro del -1 o del pareggio, e poi a 41″ sul -4 (93-97) Taj Gibson farà 0/2 dalla lunetta seguito dalla schiacciata di Bass per i titoli di coda.

Houston Rockets – Miami Heat 110-113
HOU: Parson 25, Patterson 17, Asik 19 (14 rimb), Harden 22
MIA: James 38 (10 rimb), Bosh 24 (10 rimb), Wade 19, Haslem 10

Al Toyota Center di Houston va in scena il 1° “LeBron James Show” della stagione, la stella di Miami gioca un 2° tempo pazzesco (32 punti su 38 finali) e trascina i suoi al successo; finale punto-a-punto, dopo le risposte e contro-risposte da 3 con protagonisti Allen, Morris, James e Parson, Houston ha 3 punti di vantaggio (110-107) a 1’19”, Harden cerca la tripla del K.O, fallisce e LBJ registra un suo personale break di 4-0 (con in mezzi un layup sbagliato di Harden) per il +1 Heat a 18″ (110-111). Momento decisivo a 7″ con Wade che fa 0/2 dalla lunetta ma Bosh cattura il rimbalzo offensivo, lui non tremerà per il +3 (110-113) e Harden non troverà la tripla per l’overtime.

Dallas Mavericks – Minnesota Timberwolves 82-90
DAL: Mayo 18, Collison 21, Kaman 12
MIN: Kirilenko 16 (11 rimb), Pekovic 20, Ridnour 15, Cunningham 14, Shaved 16

L’Europa va di moda ai T-Wolves che sbancano Dallas col trio Kirilenko-Pekovic-Shved; a metà del 4° periodo coach Rick Carlisle si fa espellere per proteste per un fallo non dato a Mayo con i suoi sotto di 8 (68-76), Minnesota approfitta del momento per siglare un 6-2 chiuso con una tripla di Shved per il +12 (70-82) a 4’21”.

Phoenix Suns – Denver Nuggets 110-100
PHX: Beasley 16, Scola 12, Gortat 12 (11 rimb), Dudley 15, Dragic 21, Morris 13, Brown 19
DEN: Gallinari 15, Faried 14 (11 rimb), Iguodala 17, Lawson 12, McGee 16

Italian Job: Gallinari 15 pt (4/10, 2/6, 1/2), 9 rimb (1 off), 3 ass, 1 persa, 1 stop

I Phoenix Suns di uno straripante Goran Dragic fermano la striscia di 4 W consecutive dei Nuggets; Denver rimonta nel 4° periodo da -8 (92-84) a -1 (97-96) con 4′ da giocare, il PG sloveno si scatena e aiuta i suoi con un parziale di 9-2 per il +8 (106-98) chiuso con un suo jumper.

Portland Trail Blazers – Atlanta Hawks 87-95
POR: Aldridge 14, Batum 19, Hickson 19 (18 rimb), Matthews 17, Lillard 12
ATL: Smith 19 (11 rimb), Hroford 15 (10 rimb), Korver 16, Teague 13, Williams 11

Atlanta vince a Rose Garden di Portland con un ottimo Josh Smith; Hawks che se la sono vista brutta quando i Blazers, con un 15-2 di break, si sono portati avanti 82-80 con 5’40” da giocare. Le squadre si rispondo colpo su colpo fino a 2’08” quando Horfor realizza il gancio del +2 seguito dal layup di Teague per il +4 (87-91) a 42″, in mezzo a questo 4-0 3 perse di Portland.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B