Gallinari stoppa Memphis, Paul batte gli Spurs!

Sessions salva i Bobcats, Gallinari trascinatore dei Nuggets, Spurs ancora K.O con i Clippers, bene Warriors, male Harden, Wizards 0-9!

 

 

 

Washington Wizards – Indiana Pacers 89-96
WAS: Crawford 11, Seraphin 13, Beal 18, Livingston 10
IND: West 30, Hibbert 20 (12 rimb), Hill 12

Gli Indiana Pacers fanno visita nella capitale, dominano il pitturato col duo West-Hibbert e infliggono il 9° K.O consecutivo ai Wizards del solo Beal; Washington però ha avuto la ghiotta occasione a 3’30” dal termine con Singleton che non ha capitalizzato un gioco da 3 punti (sbagliato il tiro libero), 85-86 Pacers che diventa 85-90 dopo due jumper filati di David West a 2’30”, Washington non riuscirà a recuperare.

Charlotte Bobcats – Milwaukee Bucks 102-98
CHA: Kidd-Gilchrist 15, Mullens 19, Haywood 6 (11 rimb), Taylor 10, Walker 19, Sessions 23
MIL: Ellis 31, Jennings 10, Dunleavy 16

I collegiali Bobcats battono di misura i Bucks di Monta Ellis con Ramon Sessions decisivo nel finale; l’ex Lakers infatti ha sparato la tripla del pareggio a quota 96 durante il break di 7-0 che ha portato i Bobcats avanti 98-96 a 2′ dalla fine. Pareggia Ellis dalla lunetta e gli risponde (sempre con i liberi) Kemba Walker e nuovo +2 (100-98) a 1’38”, poi per 1’34” entrambe le squadre non riusciranno a segnare con Monta che manca la tripla del sorpasso a 5″, Sessions chiuderà i giochi dalla linea della carità.

Atlanta Hawks – Orlando Magic 81-72
ATL: Horford 15, Williams 14, Pachulia 8 (11 rimb)
ORL: Davis 11

Atlanta supera Orlando in una partita dalle basse percentuali da campo (38% per ATL e 37% per ORL) grazie al contributo di Lou Williams; percentuali basse ma gli Hawks sono riusciti nel 3° ad alzarle (52%) e a far loro il match, Horford e Smith segnano i primi 11 punti del 3° e, sempre nel 3° periodo, Atlanta batterà 16-6 gli ospiti nel pitturato, il break di 11-0 a metà frazione darà il +14 (59-45) e gelerà il match.

Memphis Grizzlies – Denver Nuggets 92-97
MEM: Gay 22, Randolph 12 (13 rimb), Gasol 16, Conley 11
DEN: Gallinari 26, Faried 13 (13 rimb), Brewer 10, McGee 15

Italian Job: Gallinari 26 pt (5/9, 2/6, 10/11), 5 rimb (1 off), 3 ass, 1 rec, 1 stop

Colpo dei Nuggets che vincono a casa dei Memphis Grizzlies con il Gallo trascinatore; partita punto a punto con i Grizzlies che guidano di 4 (92-88) a 2’14” dalla fine, poi il blackout! La squadra di coach Hollins subisce un 9-0 (Gallinari 7!) negli ultimi 2′ senza più segnare, perdendo anche 3 palle e perdendo la striscia vincente.

Dallas Mavericks – Golden State Warriors 101-105 OT
DAL: Kaman 18 (17 rimb), Mayo 27, Murphy 12
GSW: Barnes 20 (12 rimb), Lee 17 (19 rimb), Curry 31

Stephen Curry ed Harrison Barnes aiutano i Warriors ad espugnare l’American Airlines Center di Dallas dopo un supplementare; a 36″ dal termine dei regolamentari Collison trova il layup del 90-90, Barnes e Thompson avranno 2 chance per vincerla ma entrambi sbaglieranno, stesso per Carter sulla sirena. Nell’overtime è battaglia, Mayo pareggia a quota 99 con una tripla con 41″ da giocare, Curry trova Lee per il layup del sorpasso (99-101) Mario non riesce a rispondere e Curry dalla lunetta chiuderà i giochi con 13″ dalla sirena finale.

San Antonio Spurs – Los Angeles Clippers 87-92
SAS: Duncan 20 (14 rimb), Parker 11, Ginobili 15
LAC: Griffin 16 (12 rimb), Jordan 13, Paul 19, Crawford 11, Barnes 14

I Los Angeles Clippers si confermano bestia nera degli Spurs, li battono di nuovo e a casa loro; dopo aver chiuso avanti avanti di 10 il 1° periodo (28-18), i nero-argento perdono per infortunio Stephen Jackson e subiscono un parziale di 23-7 nei primi 9′ del 2° andando sotto 33-41. Le squadre vanno all’intervallo con i Clips avanti di 5 (42-47) e riusciranno a comandare fino alla fine resistendo alla rimonta dei padroni di casa, a mettere la parola “fine” ci ha pensato il soliti Chris Paul, suo il jumper a 24″ per il +4 (87-91).

Utah Jazz – Houston Rockets 102-91
UTA: Millsap 10, Jefferson 14 (16 rimb), Foye 14, Ma.Williams 12, Hayward 15
HOU: Parsons 11 (10 rimb), Patterson 19, Lin 13, Jones 12, Morris 12

Gli Utah Jazz sfruttano il peggiore James Harden dell’anno (6 punti con 1/6 dal campo) per battere i Rockets; i padroni di casa chiudono la pratica ad inizio 2° quarto con un break di 13-0 per il 42-26 in soli 4′, i Rockets non entreranno mai in partita.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B