Durant K.O a Boston, Harden Batte New York

Boston Celtics senza pietà sui Thunder, seconda sconfitta per D’Antoni, Harden vince la sfida con Melo e i Clippers cadono a Brooklyn.

 

 

 

Charlotte Bobcats – Atlanta Hawks 91 -101
CHA: Kidd-Gilchrist 11, Mullens 12, Taylor 16, Walker 16, Sessions 22
ATL: Smith 10. Horford 26, Korver 16, Teague 13 (12 ass)

Al Horford (26) e Jeff Teague (13) very e propri mattatori per gli Hawks a Charlotte, dove si salva il Sessions. Continua la striscia positiva per i georgiani, ora di quattro partite senza conoscere sconfitte.

Orlando Magic – Cleveland Cavaliers 104-108
ORL: Davis 16, Vucevic 10, Afflalo 19, Nelson 22, Redick 18
CLE: Gee 12, Varejao 19, Waiter 25, Pargo 15, Zeller 13, Casspi 11

Continua la striscia positiva dei Magic contro i Cavaliers, che escono sconfitti contro la compagine della Florida da ben 10 gare consecutive.
Gara palpitante negli ultimi minuti: Orlando vede Cleveland sempre a tre lunghezze di vantaggio, ma la precisione di Redick dalla lunetta (8 liberi di fila), vanificherà la rimonta dei ragazzi guidati dal solito grande Varejao.

Boston Celtics – Oklahoma City Thunder 108-100
BOS: Pierce 27, Garnett 18, Terry 16, Green 17
OKC: Durant 29, Ibaka 17, Sefolosha 10, Westbrook 26

Grazie al season high del ‘Captain & the truth’ i Celtics conquistano la loro settima vittoria stagionale ai danni dei Thunder, a cui non bastano le solite prove monster del duo Durant Westbrook (55).
Il segreto vincente per gli uomini di Doc Rivers è stata la difesa, fermare la miglior squadra nel gioco in transizione della Lega (solo 9 punti in 48’ in corsa) si è rivelato decisivo ai fini del risultato finale.

Brooklyn Nets – Los Angeles Clippers 86-76
BKN: Lopez 26, Johnson 19, Williams 11
LAC: Paul 14, Griffin 14, Jordan 12, Crawford 13

Crollano nell’ultimo quarto i losangelini (solo 13 punti a referto) e così i Nets, pur non disputando la miglior gara stagionale, piazzano la settima vittoria in undici partite.
Decisivo sul 74 pari a 3’ dalla sirena finale il mini break di 5-0 firmato da Lopez e Johnson, distanza che Paul & co. Non riusciranno più a colmare.

Detroit Pistons – Toronto Raptors 91-90
DET: Prince 16, Monroe 19, Knight 16, Drummond 13
TOR: Bargnani 34, Lowry 19

Italian Job: Bargnani 34 pt (10/15,3/5, 5/6), 5 rimbalzi (3 dif), 4 assist, 2 perse

Ancora una prova mostruosa per il solo Bargnani che con il season-high, coadiuvato dal solo Lowry, subisce la decima sconfitta stagionale. Con i canadesi avanti di tre nell’ultimo minuto (90-87), Prince e Knight in due possessi agguantano il vantaggio (91-90), e proprio Lowry col tiro della vittoria a 1” dalla fine non riuscirà a tramutare in punti classifica la sua buona prestazione.

Indiana Pacers – San Antonio Spurs 97-104
IND: George 15, West 22, Hibbert 10, Hill 11
SAS: Duncan 22, Parker 33, Ginobili 19

<Quando la squadra non gira come dovrebbe, Popovich si aggrappa sempre ai suoi tretrascinatori, che puntualmente non falliscono. 74 punti combinati (53% dal campo) per il trio Parker-Duncan-Ginobili ed è solo grazie ai veterani che gli Spurs riescono a violare il Bankers Life Fieldhouse di Indiana.
E dire che i padroni di casa a metà del terzo periodo conducevano 70-53, ma già al suono della penultima sirena, i nero argento avevano ridotto le distanze fino a -4 e col trend positivo dalla loro, il parziale di 31-20 nell’ultimo quarto si rivelerà decisivo ai fini della vittoria.

Memphis Grizzlies – Los Angeles Lakers 106-98
MEM: Gay 21, Randolph 17, Gasol 14, Allen 12, Conley 19
LAL: World Peace 16, Bryant 30, Jamison 16

Continua l’ottimo inizio di stagione da parte dei Grizzlies che danno il primo dispiacere a D’Antoni da quando siede sulla panchina di LA, al quale non basta il solito Bryant (30). Tutto in doppia cifra il quintetto titolare di Memphis con Gay e Zach Randolph a guidare sempre gli attacchi della squadra mentre il più piccolo dei Gasol stravince il derby personale col fratello maggiore, autore di una prova insufficiente con solo 6 punti dal campo. Male anche Howard con 2/7 da sotto le plance.

Houston Rockets – New York Knicks 131-103
HOU: Harden 33, Parson 31, Patterson 10, Asik 18, Lin 13, Douglas 11
NYK: Anthony 37, Felton 17, Smith 12

Quando subisci 72 punti nel solo primo tempo, soprattutto fuori casa, poi è dura portare a casa la vittoria. Non a caso i Knicks, dopo un primo tempo di difesa inesistente, subiscono 131 punti dai Rockets trascinati dal ‘Barba’ Harden e da Patterson. Per Mike Woodson l’unica nota lieta della serata rimane il solito Melo, che non sempre può tappare le lacune difensive della squadra della Grande Mela.

Denver Nuggets – Golden State Warriors 102-91
DEN: Gallinari 20, Lawson 18, Iguodala 29
GSW: Lee 21, Thompson 16

Italian Job: Gallinari 20 pt (8/20, 0/5, 4/6), 7 rimbalzi (5 dif), 1 assist, 1 persa

on il season high di Iguo e un Gallinari in condzione più che positiva, i Nuggets piazzano la loro settima vittoria, contro dei Warriors a cui non bastano i soli Lee e Landry (37).
Decisivo ad inizio terzo periodo il parziale di 15-0, che ha permesso alla franchigia del Coloprado di portarsi in vantaggio (da 49-53 a 64-53) e di non correre rischi fino alla fine.

Utah Jazz – Sacramento Kings 104-102
UTA: Williams 20, Millsap 10, Jefferson 19, Hayward 23, Favors 16
SAC: Thompson 11, Cousins 14, Evans 19, Brooks 17, Thornton 18

Partita quasi sempre in equilibrio in quell di Salt Lake City, dove a risolvere le cose a 4” dalla fine per i padroni di casa è Gordon Hayward, con un jump shot da due punti che ha completatao la rimonta da -13 negli ultimi 6’.

Phoenix Suns – New Orleans Hornets 111-108 OT
PHX: Morris 23, Brown 10, Dragic 20, Tucker 15, Scola 10, O’Neal 13
NOH: Aminu 16, Anderson 34, Vasquez 25

Decisiva la panchina e un supplementare per i Suns per avere la meglio su dei combattivi Hornets di un Ryan Anderson da 8/13 da 3;  Vasquez a 17” dalla fine aveva sparato la bomba del pareggio ma nei 5’ di overtime la tripla di Morris e la freddezza dalla lunetta di Tucker non lasceranno scampo agli ospiti.

Portland Trail Blazers – Minnesota Timberwolves 103-95
POR: Aldridge 13, Hickson 14, Matthews 30, Lillard 28
MIN: Kirilenko 10, Love 24, Pekovic 18, Ridnour 14

Troppo in palla Lillard e Matthews per Minnesota, che si arrende sotto i 58 punti del duo dell’Oregon. Sul 78 pari a metà terzo periodo è un parziale di 10-0 per i padroni di casa a segnmare la partita in modo irreversibile fino alla sirena finale.

N.S

N.S

Sangue Romagnolo ma cresciuto 19 anni a Como, si innamora della palla a spicchi nell’ormai preistorico 2001 (militando in squadra con FMB), al Pianella di Cantù per il derby contro i cugini varesotti. Tifoso Lakers, Packers e del Cesena calcio, venera Jason Williams, le IPA fortemente luppolate e la jersey viola dei Raptors di Damon Stoudamire. Nickname: N.S

  • Ammiraglio

    Con O’Neal Bargnani giocava da 4 e Jermaine da 5.

    ps: Lakers e NY ridicoli, Clippers e Sacramento che perdono… Oggi ho iniziato bene la giornata.

  • tom

    PS, specifico: “[…] per rimanere ai raptors […]” DA PROTAGONISTA. perchè che se ne dica, i toronto raptors sono (dovrebbero essere?) la squadra di andrea bargnani, non di derozan o lowry. bacioni

  • michele

    “Con O’Neal Bargnani giocava da 4 e Jermaine da 5.”

    da 4 giocava Bosh.

  • tom

    @michele, ammiraglio

    se non ricordo male, l’annata con o’neil e bosh, mi sembra in panca ci fosse sam mitchell, bargnani partiva da 3 oppure da 6°uomo.

  • Ammiraglio

    Bargnani era panchinaro infatti; ci provarono a metterlo da 3, ma era una tragedia. Alla fine faceva la riserva ad entrambi.

  • salviamo trigari

    Si me lo ricordo anche io l’esperimento Bargnani da 3, credo fosse durato solo qualche partita, risultati pessimi poi con il precoce addio di JO si ritornò alla poderosa coppia Mago-Bosh

    chiudo dicendo che quell’illuminato di Colangelo, che tra le altre cose avallò la situazione di cui sopra, scambiò i diritti di Hibbert per un ex giocatore, direte ma chi caxxo è Hibbert? ma vuoi mettere con la salma di O’neal?, per lasciare le 2 mozzarelle sotto le plance,rimasta una in epocahe successive….

    ps vai mago io ci spero ancora! non mi esalto ma finché c’è vita c’è speranza

  • michele

    beh ammiraglio, dal tuo primo commento uno evincerebbe che a fare panchina era Bosh…..bargnani ha giocato da 3 diverse volte quella stagione, quindi non sarebbe una novità se lo facesse oggi. il succo del mio intervento era quello.

  • billy g

    Clips at nets
    Hanno meritato i nets, poco da dire. La panchina di la in serata no, deve rientrare ciansi al piu presto, che Green non si può vedere. E con Hill magari anche un po di difesa sul perimetro.e un allenatore vero. Del Negro non è capace di gestire un finale.

    Lal at Memphis
    Visto l’ultimo quarto e l’impressione è che i grizzlies siano una delle squadre piu forti e in forma della lega. La no. Non è una squadra al momento. È palla a Kobe, come in tutti i momenti difficili da 10 anni a questa parte. E buon per loro che come dice marimba il 24 é ancora un fenomeno.Warren

    Warriors at Denver
    spendo una parola per il gallo. che ha giocato bene.

  • alert70

    tom

    Dove sta scritto che con Prince non avrebbe scollinato i 30? Non lo so io e non lo sai tu. Perchè per come gioca il romano il buon Prince avrebbe avuto le mani piene.

    Secondo punto: Prince è mancino e i Rapt gli hanno lasciato la possibilità di tirare con la sua mano due volte. Nell’ultima azione Lowry ha tentato la rubata……

    Terzo punto: una PF non può prendere il pallone se non ricevendolo. Avendo Calderon a roster dovevano andare con lui e mettere Lowry in posizione di guadia. Invece sappiamo come è andata.

    Quarto punto: Bargnani paga la sua carenza di leadership, giustamente. Se avesse sempre giocato come ieri la sua credibilità all’interno del gruppo sarebbe stata diversa e forse avrebbe ricevuto la palla. Perchè se l’uomo più talentuoso del gruppo muove il culo in difesa, e ieri lo ha fatto, alle parole di Lowry ti do la palla si sarebbe passati ai fatti. Quindi fino a quando agli occhi del mamba di Toronto non arriva questo imput staremo li a raccontare la stessa solfa.

    Vedrete che Lowry a fine stagione firmerà il contrattone.

    Lakers
    Ci sono storie tese tra Bryant e Gasol?

  • alert70

    Ricordo le prime tre azioni del mago oronzo da tre contro i Cavs. In teoria doveva tenere a bada James…..heheheheh

    Una genialata di Mitchel.

  • Rdonnie

    L’unica sfiga di bargnani è stata quella di essere scelto alla prima! Fosse stato una decima scelta sarebbe un ottimo attaccante da 20 a partita e nessuno direbbe niente! La natura gli ha dato un fisico e un talento strepitoso ma purtroppo anche il carattere tipico dei senza palle! Avesse il carisma e la voglia di sbattersi su ogni palla sarebbe tutt’altro giocatore! Però come ha detto qualcuno se sono il giocatore più rappresentativo di una squadra dove gioco da 7 anni e un coglioncello arriva e si prende tutti i tiri decisivi senza cagarmi e oltretutto facendo perdere la squadra lo inculo con la sabbia! A bargnani sembra non gliene frega un cazzo!

  • Dante

    @Tom, prince è un ex giocatore.. non vedo come avrebbe potuto frenare il mago. Gallinari 25 tiri.. a furia di sparacchiare un ventello ogni tanto uscirà

  • Ammiraglio

    Ma posso pensare che Bargnani gli fregò il posto in quintetto a Bosh? è scontato che quello partisse titolare.

    Comunque se non ricordo male, O’Neal si ruppe ( come suo solito) e Bargnani entrò fisso al posto suo.

  • deron

    lowry = tj ford = jarrett jack
    toronto = gulag

  • gasp

    @alert “il mamba di Toronto”sei proprio cotto di Bargnani

  • alert70

    gasp

    Definizione trovata in un forum canadese…….

  • jamikitt

    Penso si riferisse a lowry.

    Ronnie che poi quella 1 scelta non fu così sbagliata come poteva sembrare, fu un draft molto scarso in talento, dove esclusi aldrich roy e rondò non è che ci fossero sto gran giocatori migliori del mago!

  • DW3

    mah ci sono tante contraddizioni nell’affaire bargnani:
    -un giocatore così forte offensivamente per di più lungo non capita spesso in ontario (oltre a bosh direi proprio nessuno!).
    -andrea è il complemento naturale di valanciunas e visto le qualità del lituano perchè mettere un altro lungo alla ed davis che mi riempie l’area?
    -a differenza di cosa si può pensare prende 10-11-12 mln nei prossimi 2 anni e come secondo violino (non penso possa essere un’uomo franchigia) è un prezzo molto onesto soprattutto rispetto ai contrattoni volati ques’estate.
    -non può giocare con lowry? semmai non può essere allenato da casey. Se il tuo play fa delle caxxate lo panchini e metti calderon (miglior backup nel ruolo della lega) e andrea e la squadra vedi come giocano nei minuti finali senza suicidarsi. un coach senza palle fa la fine di kuster ai pistons in sta lega.
    -se lo scambi soprattutto se in coppia con calderon rischi di dare la squadra in mano a gente a derozan-lowry-fiels… auguri, senza contare che tutta la lega sa i tuoi problemi e otterrai meno da un possibile scambio.

  • DW3

    jamikitt

    a oggi mettiamoci pure gay e millsap ma allora erano tutti molto più grezzi di andrea tranne quelli finiti a portland: roy e ALDRIDGE 😉

  • gasp

    vai a Toronto alert!così troverai altre persone che sono cotte del “mamba di Toronto” 🙂

  • alert70

    gasp
    Mamba di Toronto perchè Lowery (così battezzato dopo ieri) è di Phila e pensa di essere il kid.

    Bargnani è Olowowiztki. Punto.

    DW3
    D’accordo. Sentiti l’intervista di Casey su Lowery.

    Credo sia uno yes man, quindi……..se non ci smentisce con delle scelte forti vedremo la stessa solfa.

    Calendario
    Spurs, @Rockets, @Grizzlies, Suns, @Nuggets, @Kings, @Jazz, @Clippers, @Blazers, Nets, Mavs, Rockets.
    12 gare partendo da un eloquente 3-10. Se sono fortunati ne vincono 4. Rischiano di ritrovarsi a metà dicembre 10-12 gare sotto il 50%. In sostanza partirebbe il tanking per…………Shabazz

  • gasp

    Muhammad a Toronto?Talento sprecato ma meglio di Washington.

  • jamikitt

    Alert ed ecco che okc si ritrova avscegliere alla numero 4.

    Dw3 ok solo 4 giocatori migiori di lui in un intero draft, calcolando che meglio questo Bargnani che un Roy ormai finito! Poi Milsap non lo vedo così avanti al romano come invece gli altri 3!

    Comunque con il senno di poi non mi sembra sta scelta cosi dolorosa.

  • michele

    ma nitrorob non posta? ogni giorno è loquacissimo e proprio oggi che ci sarebbe da commentare la sconfitta coi celtics si è dato alla macchia!

  • DW3

    jamikitt

    anche per da 4 avevi bosh e quindi lamarcus dove lo mettevano??

    sui prospetti spero proprio che noel stia almeno 2 anni perchè lo visto giocare ed è molto più indietro del monosopracciglio dell’anno scorso… discorso simile per shabazz ma si sa che le guardie sono di solito più nba-ready. starei attento a pointree o come si chiama di UK che si sembra moolto talentuoso e atletico!

  • michele

    dai rob spunta fuori, voglio parlare un po’ della gara di ieri sera, non se ne puo’ più della bargnaneide imperante.

  • jamikitt

    Per la prima volta da quanto ricordi non si parla ne di kobe ne di Durant ne tantomeno di lbj, ma solo di Bargnani! É ufficialmente scoppiata la Alertmania!

    Michele
    Ieri Sulinger come ha giocato? Ho visto gli Hilights, ma son tentato di rivedere tutta la gara, visto che causa febbre ho il sabato “libero”.

    Nitrorob
    Tra sconfitta okc e 33 punti del barba si sarà svegliato col mal di testa 🙂

  • michele

    ormai questo sito sta diventando il blog di alertolowowitzki

    guardatela allora, è stata una partita molto divertente!

    a me sta piacendo sullinger, sicuramente sta giocando meglio di bass nonostante sia molto acerbo ( non che ci voglia male, brandone è irritante in questo periodo!).

  • gasp

    nitrorob è da 3-4 giorni che non posta più,sarà andato con la sua Aprilia in Oklahoma XD
    comunque Green dovrebbe giocare ogni volta così per quello che viene pagato,vero michele?

  • michele

    eh sarebbe molto bello, caro gasp. soprattutto perchè credo che una sua eventuale esplosione darebbe fastidio a molta gente qua dentro. io comunque sono contento per lui, dopo quello che ha passato è già positivo vederlo così.

  • gasp

    Dai miei commenti potrai capire che tifo Lakers da una vita e Green mi piace da quando è a OKC e anche se è ai Celtics ne parlo volentieri;quindi spererei in una esplosione di Jeff e tra qualche anno Green trascinatore di Boston

  • jamikitt

    Michele
    Perchè pensi che darebbe fastidio? perchè rovinerebbe l aura infallibile di Prestie?

    Io penwo che al di la del valore di Perkins, e nessuna squadra avrebbe potuto fare le finals con centro Krkic, quello scambio fu decisivo per far esplodere definitivamente il barba, e Ibaka!

    Al di ladi tutto spero per il ragazzo che possa rilanciarsi alla grande, e che la salute nella vita non lo abbandoni mai più, perchè al di la dello sport questo ècio che veramente conta!

  • gasp

    Voglio rovinarmi:scommetto che senza Perkins OKC non avrebbe fatto le Finals perchè quest’ultimo ha portato la mentalità vincente dei Celtics.Siete d’accordo?

  • michele

    ahahahah no non c’entra niente presti

    mah in generale nei giorni scorsi ho letto commenti che non mi sono piaciuti su green, come se ci fossero avvoltoi pronti a sottolineare ogni sua prestazione negativa al grido di “ecco, non merita tutti i soldi che gli ha dato ainge”…..

  • michele

    anche perchè come dici tu quello che conta la salute. e si vede che ha passato dei momenti molto brutti. anche quando segna canestri fighissimi come il gioco 2 + 1 ieri sera o la super schiacciata in faccia a big al l’altro giorno non esulta neanche…è come se si portasse dentro qualche peso, è un personaggio molto interessante anche come psicologia.

  • tom

    @alert

    condivido tutto ciò che dici.

    1. vero, non c’è scritto da nessuna parte che prince avrebbe ridimensionato bargnani, non lo sà nessuno ed infatti non mi sembra d’aver fatto passare un opinione personale come oro colato: oh, ma c’è verso di dire cosa uno pensa senza cadere in terreni minati??? 🙂

    3. vero, una PF deve farsi passare la palla per tirare, oppure andarsela a prendere sotto canestro quando qualcuno sbaglia, quei famosi rimbalzi che ti aspetteresti da un 213 cm.
    ok il suo gioco è atipico per un ragazzone di quell’altezza perchè gioca esterno o nel pitturato lontano dal canestro. quanto siamo difficili… se non la riceve dal play (qui mi ricollego al tuo punto 4.) probabilmente non viene considerato il leader effettivo della squadra ma solo quello teorico, il principino di toronto, che gioca titolare perchè è stato draftato come primo.
    ripeto, è obbligato a cambiare aria, il prima possibile.
    non vuole essere offensivo il mio messaggio, avrei piacere a sapere tre connazionali in nba a giocarsela alla pari con chiunque ma dei suddetti andrea bargnani, pur talentuosissimo è stato surclassato dai molti co-drafrtati, tutti scelti dopo di lui, come fatto notare da qualcuno. è considerato il potenziale questo è un vero peccato.

    PS, gasp ce lo vedo proprio nitrorob con la sua aprilia TUONO a seguire in trasferta i THUNDERS… casualità??? 😉

    salutoni!

  • tom

    @michele

    l’operazione ed il post-intervento sembrano ormai un ricordo: addirittura il jeff green attuale lo vedo molto più attento e funzionale del primo jeff green appena traddato da okc, potrebbe tornare molto utile in chiave playoff perchè ha chiaramene la caratura del titolare e lo sarebbe se non ci fosse paul pearce. dimmi se mi sbaglio.

  • alert70

    tom

    Ti ho risposto su dei punti, senza pensare di avere la verità tra le mani. Per cui ognuno esprime la sua opinione. Si può essere d’accordo o meno. Figurati.

    La palla non la prenderà mai se il play è egoista e lui non avrà inanellato una serie di gare entusiasmanti da ambo i lati del campo. Ieri l’ho visto agitarsi e avere un “confronto” amichevole con Drummond quando normalmente è compassato.

    Solo così si meriterà il rispetto anche di Lowry.

  • alert70

    Date tempo a Green di trovare ritmo e confidenza con i suoi mezzi atletici e tecnici.

  • jamikitt

    Non è neanche detto che con Calderon al posto di Lowry toronto vinceva in carrozza come invece evince dai commenti di Alert, cosi come non è detto che con Prince a marcarlo non faceva 30p

  • alert70

    jamikitt

    Mai detto che avrebbero vinto con Calderon in carrozza. Ho detto che nei finali la palla dovrebbe averla lo spagnolo abile a servire i compagni, Lowry incluso.

    Prince su Bargnani? 10 punti come 30, non lo sapremo mai.

    Alla prossima.

  • Marimba

    Bryant è un giocatore finito

  • michele

    tom

    ha detto bene alert. lasicamolo crescere in pace al povero jeff. io lo amo tantissimo e credo in lui……