Memphis vince ancora, OK Melo, KD e Kobe

Memphis infila la 12^ vittoria, Durant batte Utah, Smith e Melo asfaltano Washington e i Lakers travolgono i Nuggets.

 

 

 

Orlando Magic – Brooklyn Nets 86-98
ORL: Davis 16, Vucevic 12, Moore 13, Nicholson 12
BKN: Wallace 20, Humphries 11, Blatche 14, Johnson 22, Williams 11

Ad Orlando arriva la quinta vittoria in fila per i Brooklyn Nets guidati dalla coppia Wallace-Johnson (42 punti totali), per i magic è stata terrificante la percentuale al tiro da tre punti (1/11). E’ stato decisivo Wallace all’inizio della ripresa dopo un primo tempo abbastanza equilibrato tra le due compagini, ha lanciato la sua franchigia verso un parziale di 27-10 da cui i Magic non hanno più saputo venirne a capo.

Toronto Raptors – Phoenix Suns 101-97
TOR: DeRozan 23, Lowry 15, Johnson 16, Calderon 13
PHX: Beasley 12, Gortat 14, Brown 14, Dragic 13, Dudley 14

Italian Job: Bargnani 4 pt (1/3, 0/1, 2/2), 2 rimb, 1 ass, 2 perse

I Toronto Raptors del nostro Andrea Bargnani (solo 4 punti) vincono la quarta partita su 17 gare contro dei Phoenix Suns mai domi, grazie ad un super DeRozan (23 punti). Il Match gira quando a 1.47 dalla sirena finale Dragic perde una brutta palla e Johnson in contropiede inchioda la schiacciata del +3 (98-95), poco dopo Brown segna il lay-up del -1, ma questo non basta a phoenix per rimontare infatti Lowry con un libero e BArgnani con due mettono in ghiaccio il match.

Charlotte Bobcats – Philadhelphia 76ers 98-104
CHA: Kidd-Glichrist 10, Mullens 10, Taylor 16, Walker 13, Blyombo 14, Gordon 19
PHI: Turner 25 (10 rimb), Young 15, Allen 10 (10 rimb), Richardson 22, Holyday 13 (15 ass)

Un autentica prova di squadra dei 76ers espugna il parquet di Charlotte, con le tre doppie-doppie di Turner, Allen e Holiday; i Bobcats così vanno in record negativo ma è stata complessivamente una buona prestazione. Un parziale di 12-4 sulla parità a quota 83 a 7:52 dalla sirena finale confezionato dalla coppia Turner-Richardson ha dato il vantaggio decisivo ai Sixers che poi nel finale hanno gestito bene il risultato.

New York Knicks – Washington Wizards 108-87
NYK: Anthony 20, Chandler 12 (10 rimb), Brewer 12, Felton 11, Smith 20
WAS: Seraphin 13, Beal 14, Crafword 17

Match senza storia quello tra i Knicks di Carmelo Anthony e J.R. Smith (40 punti totali) e i Washington Wizards, la cenerentola dell’Nba con solo una vittoria all’attivo. I Wizards dopo un primo periodo così così, rimangono attaccati agli avversari fino all’intervallo lungo, poi Anthony e Brewer nella ripresa scavano il solco dal quale Washington non riuscirà più a risalire.

Atlanta Hawks – Cleveland Cavaliers 111-113
ATL: Stevenson 12, Smith 25, Horford 15 (11 rimb), Harris 13, eague 15, Williams 18
CLE: Gee 13, Varejao 20 (18 rimb), Waiters 21, Pargo 22, Zeller 10

Finale con il patema d’animo al Ford Center di Atlanta dove inaspettatamente i Cleveland Cavaliers di un superbo Varejao (20+18) battono dei pigri Hawks. Sulla parità a quota 111 a qualche secondo dalla fine, Waiters in isolamento prende il tiro da tre punti che non scheggia neanche il ferro, la palla finisce però nelle mani di Gee che segna il lay-up vincente a 3 decimi dalla sirena finale.

Boston Celtics – Portland Trail Blazers 96-78
BOS: Pierce 12, Garnett 10, Terry 17, Lee 10, Green 19
POR: Aldridge 23, Hickson 11, Leonard 11

Nella prima partita senza Rajon Rondo, i Celtics vincono agevolmente con un’ottima prestazione di Jeff Green, contro dei Blazers che a parte il solito Aldridge hanno mostrato veramente poco. A fine primo tempo i Celtics erano già avanti 56-33, nella ripresa hanno controllato senza troppi patemi il match.

Memphis Grizzlies – Detroit Pistons 90-78
MEM: Gay 18, Gasol 17 (11 rimb), Conley 17, Bayless 10, Arthur 11
DET: Prince 15, Monroe 17, Knight 10

Non si ferma di certo contro i Detroit Pistons la marcia dei Memphis Grizzlies i quali continuano a comandare la classifica mostrando ogni gara sempre di più segni di solidità impressionanti, soprattutto nel pitturato grazie a Marc Gasol anche questa notte in doppia-doppia. A fine primo tempo i Memphis erano avanti 53-45 vantaggio poi gestito tranquillamente nella seconda metà di gara, inoltre gli uomini di Hollins hanno costretto a 22 palle perse gli ospiti.

Oklahoma City Thunder – Utah Jazz 106-94
OKC: Durant 25, Ibaka 12, Perkins 12, Westbrook 23 (13 rimb), Martin 19
UTA: Millsap 13, Jefferson 16 (11 rimb), Foye 12, Williams 13, Kanter 18

La premiata ditta Durant-Westbrook combina 48 punti totali, e trascina OKC ad una vittoria abbastanza semplice contro i Jazz di un Jefferson da 16 punti e 11 rimbalzi. Il match girà nel secondo periodo dove i Thunder chiudono il parziale 32-22, sul punteggio di 54-42; vantaggio gestito nella ripresa senza troppi problemi.

Minnesota Timberwolves – Milwaukee Bucks 95-85
MIN: Love 15 (14 rimb), Pekovic 14 (16 rimb), Barea 15, Ridnour 16, Shved 16
MIL: Henson 10, Ellis 18, Jennings 18, Sanders 10 (12 rimb)

Lo strapotere fisico e tecnico della coppia Love-Pekovic (29 punti+30 rimbalzi) permette ai T-Wolves di batter i Milwaukee Bucks di un Monta Ellis troppo falloso al tiro (8/22). Dopo aver dilapidato un vantaggio di 13 lunghezze a 9:51 dalla sirena finale, un grande Alex Shved trascina Minnesota grazie ad un parziale di 17-5 alla vittoria.

Sacramento Kings – Indiana Pacers 92-97
SAC: Cousins 19, Thornton 15, Fredette 12, Garcia 12
IND: West 31 (11 rimb), Hill 25, Young 12

Dopo L’exploit a Los Angeles contro i Lakers, arriva la seconda vittoria consecutiva sul campo dei Kings  per gli Indiana Pacers, letteralmente trascinati dal duo West-Hill (31+25). A 9′ dalla sirena finale, il coach dei Kings Smart, opta per la difesa a zona, ma questa non paga e Hill prima e Young poi puniscono dalla lunga distanza e in un attimo i Pacers hanno 9 lunghezze di vantaggio (80-71), i Kings poi non demordono, ma non riescono più a risalire la china.

Los Angeles Lakers – Denver Nuggets 120-102
LAL: World Peace 10, Howard 28 (20 rimb), Bryant 14, Jamison 33 (12 rimb), Meeks 21
DEN: Gallinari 19, Iguodala 14, McGee 10, Miller 10, Hamilton 13

Italian Job: Gallinari 19 pt (2/6, 4/7, 3/3), 3 rimb, 3 ass, 1 rec, 2 perse

I Lakers di un Kobe Bryant tranquillo in fase realizzativa (solo 14 punti), tornano alla vittoria contro i Nuggets del nostro Gallinari (19 punti), grazie ad una prova super di Howard (28+20) e un inaspettato Jamison (33 punti con 5/10 da 3). Nel primo tempo i Lakers ottengono un vantaggio decisivo 71-57, vantaggio poi controllato abbastanza agevolmente nella ripresa.

Nico P

Nico P

Appassionato di ogni tipo di sport, con il basket a svettare nella sua classifica, tifo Lakers e Broncos con la preferenza sempre verso la squadra più debole. Nickname: Nico P

  • DW3

    si ma visto che il pop ci sarà per 2-3 anni perchè rompersi l’anima per un giocatore come andrea?? renderlo un giocatore vero sarebbe l’ultima pennellata del suo capolavolo..

    jami

    ultimamente turner ha cambiato pelle o è solo un fuoco di paglia?? proprio quando lo mollato al fanta nba mannaggia a lui!!

  • brazzz

    cavolo piega addirittura le gambe??quindi non è una quercia..azz però…eh eh scherzo…
    bene bene bene i miei sixers..senza bynum potevano deprimersi,invece parrebbe di no..turner sembra stia fiorendo,,sperem..intanto stasera b2b a chicago..sarebbe importante una w…

  • jamikitt

    Dw3
    Per me pecca in continuita! L addio di Igou era necessario proprio per vedere se con un utilizzo continuo, possa trovare anche un rendimento altrettanto continuo!

    Si Brazz lo ho visto io! Ti giuro che ha piegato le gambe:-)

  • alert70

    brazzz

    Non solo ha piegato le gambe ma ha anche messo due liberi a 3 secondi da termine…………..heheheheh

    Solo un appunto: all’età di 27 anni e con lo scazzo a mille qualsiasi destinazione sarebbe ben accetta. Se per un caso folle andasse agli Spurs darebbe il culo. Sembra che parliamo di un decerebrato. Non potrebbe mai diventare una iena ma farebbe dei passi avanti notevoli. A tutto vantaggio suo e della nazionale. Perchè sa perfettamente che il prossimo contratto sarà figlio di quello che farà da ora al 2014.

  • Slava Medvedenko

    Questo dato mi sembra molto interesante..
    per chi mette in dubbio l efficienza(anche se non numerica)
    nella metà campo OFFENSIVA di gasol

    Lakers efficiency with Gasol, Howard and Jamison combinations
    Combination
    GP MIN Pace OffRtg DefRtg NetRtg +/-
    Gasol + Howard 16 395 96.2 104.4 99.5 +4.9 +34
    Jamison + Howard 16 180 92.3 97.6 98.5 -.9 -20
    Jamison + Gasol 15 124 97.1 111.7 95.5 +16.2 +31

  • alert70

    1:25 per farsi espellere. Rasheed è un genio.