Curiosità dal passato…LaRue Martin

Altra nuova rubrica di NBA-Evolution che vi riporterà settimanalmente curiosità e chicche del passato NBA, a cura di Marco.

 

 

Larue Martin. Chi era costui. In fin dei conti cercando in giro qualcosa su Martin si trova una frase che risulta essere molto esaustiva in proposito: The worst first overall draft pick in NBA history.

La peggior prima scelta assoluta nella storia dell’NBA. E mai affermazione è stata più veritiera. Martin venne scelto al numero 1 al draft del 1972. Le cronache dell’epoca riportano alla #2 Bob McAdoo, alla #10 Paul Westphal, alla #12 Julius Erving e alla #24 Steve Hawes. Non sappiamo come i tifosi di Portland reagirono alla notizia della scelta di Martin, diciamo che ai giorni nostri la notizia sarebbe stata accolta con un “CHI???” urlato a squarciagola accompagnato da facce perplesse.

Martin venne scelto al numero 1 per un unica partita. Una partita che fu decisiva per far sembrare un normalissimo giocatore universitario di basket un campione assoluto. Perché con la maglia dell’università di Loyola Larue Martin demolì in una serata storica l’invincibile, per l’epoca, UCLA di coach Wooden con nel ruolo di centro Bill Walton. Quella incredibile performance convinse l’entourage dei Blazers con a capo coach McCloskey che Martin sarebbe stato il loro centro titolare per gli anni a venire. Diciamo che i progetti dei Blazers si scontrarono immediatamente con la pochezza tecnica di Martin, un 211 cm longilineo che non sapeva sopportare i contatti fisici, all’epoca molto più forti che ai giorni nostri, e che non disponeva di una tecnica di base tale da potersi permettere nemmeno di stare seduto su una panchina NBA. La prima stagione fu catastrofica in 77 partite giocate il suo minutaggio crollò drammaticamente fino ad arrivare a 12 minuti scarsi per gara, chiudendo la stagione con 4.4 ppg e 4.6 rimbalzi per gara tirando con il 39% dal campo. La stagione seguente anche peggio, il minutaggio scese ulteriormente così come il suo livello di gioco e le sue statistiche.
Nella stagione 1974/75, ironia della sorte, i Trail Blazers scelsero come prima scelta assoluta Bill Walton, proprio lui. Eppure paradossalmente per Martin quella risultò essere la sua miglior stagione nella lega. Questo perché Walton fu vittima del suo primo grave infortunio e Martin dovette sostituirlo nel ruolo di centro titolare per buona parte della stagione che terminò con queste roboanti statistiche: 16,5 minuti per gara, 7,0 punti partita, 5.0 rimbalzi a serata tirando il 43 5 dal campo, le migliori in carriera. Quella dopo con il ritorno di Walton fu probabilmente la peggiore. Così al termine della stagione 1975/76 Larue Martin diede l’addio al basket giocato.
Diciamo che la notizia non venne accolta con lacrime e grida disperate da parte dei tifosi di Portland. Così Martin è diventato famoso, per non aver fatto assolutamente niente, una prima scelta così non si era mai vista prima e non se ne vedrà più un’altra. Martin si è allontanato proprio dal basket, non ha inseguito carriere come allenatore, vice, general manager o altro. In compenso viene spesso intervistato e costretto a parlare della sua brevissima carriera NBA e dalle risposte si capisce che lui non aveva alcune intenzione di fare il giocatore di basket professionistico.
Altre erano le sue priorità ma una partita cambiò per sempre il corso della sua vita professionale. Finita la carriera professionistica Martin continuò gli studi a Loyola University e adesso è un brillante manager di una famosa ditta di spedizioni. Chiudiamo con due curiosità: nella stagione 1976/77 i Trail Blazers, altra ironia della sorte, vinsero il titolo NBA con Walton MVP delle finals.

E i Blazers alla voce scegliamo il centrone come prima scelta al Draft e sbagliamo clamorosamente sono riusciti a perseverare nell’errore, difatti nel 1984 avendo la scelta numero 2 scelsero Sam Bowie! Peccato che alla numero 3 i Chicago Bulls scelsero Michael Jordan……ma questa è un’altra storia e chissà che non la racconteremo

Personaggi precedenti
Ernest DiGregorio
Bill Willoughby

Doc. Abbati

Doc. Abbati

Il diversamente giovane del gruppo, appassionato di motociclismo e, soprattutto, dello sport made in USA , fan dei Lakers, dei Raiders e dei Mets rigorosamente in quest’ordine, seguo il basket NBA fin dagli anni 70 Nickname: Doc.Abbati

  • mjrossit

    Bravi ragazzi, queste rubriche sono fantastiche. Che ne dite di mettere nel menù dei link per ogni rubrica? Così se ci si perde una puntata non bisogna andarla a cercare tra tutti i post. Grazie

  • @mjrossit hai pienamente ragione, è che mi dimentico sempre! Adesso rimedio

  • mjrossit

    Grazie 🙂 E comunque con Oden ci sono ricascati. Fanno quasi tenerezza questi Portland

  • laert

    ma le statistiche della famosa partita tra i due…non riesco a trovarli da nessuna parte

  • Abbiamo cercato ovunque ma non le abbiamo trovate

  • Nitrorob

    ahahahaha quindi la sfiga di Portland risale al lontano 72?
    ambè! questi sono senza fine!
    speriamo che Lillard non si riveli una cavolata.
    poveracci cmq!

  • gasp

    Bravo lui,scemi quelli di Portland

  • laert

    e se la sfiga di portland fosse iniziata con questa scelta….??

  • Marco (NBA-Evolution)

    le statistiche di quella partita le ho cercate ovunque ma non le ho trovate perchè il sito dell’ncaa arriva fino al 1975..che sfiga, posso dire che la curiosità su martin mi era venuta quando anni fa ascoltando walton intervistato su nbatv alla domanda quale è stato l’avversario che ti ha dominato maggiormente in una singola partita rispose larue martin e non avendone mai sentito parlare andai a vedere….quello che ho trovato l’ho scritto qui, se trovo le statistiche le pubblico

  • Stiv#6
  • Lorenzo

    Penso che con Lillard abbiano fatto un affarone…e forse sono usciti dal tunnel della sfiga!