Bryant come proprietario: “Non ci riuscirei!”

Il #24 giallo-viola ha parlato di come potrebbe essere come proprietario di una franchigia e non si vede proprio a suo agio.

Dopo aver tagliato lo storico traguardo dei 30 mila punti come il giocatore più giovane di sempre, Kobe Bryant (34 anni) in questi giorni è stato bersagliato dai media e, tanto per cambiare, il paragone con Michael Jordan è tornato fuori ma non per le prestazioni sul campo.

Infatti al “Black Mamba” è stato chiesto come si vedrebbe come proprietario di una franchigia NBA, ecco la sua risposta: “Non so se stare dietro la scrivania è una cosa mi appartiene, voglio dire, se fossi un proprietario sarei troppo impaziente” specificando: “Non riuscirei ad accettare che un giocatore stia fuori per un dito rotto, mi farebbe perdere la testa una cosa simile e non credo che sarei in grado di controllarmi”.

Il ritiro di Kobe è dietro l’angolo per Kobe, cosa che ha detto e ridetto più volte, ma l’intenzione è di restare ai Lakers: “Spero che questa organizzazione continui a vincere e fare bene senza di me, io comuqnue cercherò di aiutarli anche se non potrò giocare”.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B