Sixers da cardio-palma, ok Thunder e Spurs

Sixers all’ultimo respiro su Boston, Warriors corsari a Brooklyn, ancora bene Belinelli, Lakers K.O a casa Durant, Miller salva Denver.

 

 

 

Philadelphia 76ers – Boston Celtics 95-94 OT
PHI: Turner 26 (10 rimb), T.Young 17 (12 rimb), Allen 8 (11 rimb), Richardson 13, Holiday 15, Hawes 10
BOS: Pierce 27, Garnett 17 (10 rimb), Rondo 16 (13 rimb, 14 ass), Green 19

Partita emozionante e spettacolare a Philadelphia dove i Sixers si sono imposti sui Celtics dopo un supplementare malgrado la tripla-doppia di Rondo; ai supplementari porta tutti Kevin Garnett (89-89) a 7″ dopo che Holiday ha sbagliato il tiro del K.O in precedenza e addirittura Rondo ha sulla sirena la palla della vittoria scaturita da una persa di Turne ma a Phila andrà bene. Nel supplementare è un botta-e-risposta con Jeff Green che illude i Celtics con la tripla del sorpasso sul 93-94 a 1’55”, Sixers in difficoltà e a 25″ Courtney Lee ha tra le mani la tripla che gelare il match, la sbaglia e sul capovolgimento di fronte Turner segna il canestro del sorpasso (95-94) con 3″ sul cronometro! Ultimo tiro nelle mani di nuovo di Rondo e ancora una volta il #9 mancherà il bersaglio.

Turner batte Boston
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=yba31PJbMBM]

Indiana Pacers – Denver Nuggets 89-92
IND: George 22, West 18 (11 rimb), Hibbet 10, Stephenson 12, Hill 15 (10 ass)
DEN: Koufos 12, Iguodala 10, Brewer 20, McGee 20, Miller 15

Italian Job: Gallinari 9 pt (1/7, 1/3, 4/5), 7 rimb (1 off), 8 ass, 2 rec, 1 persa, 1 stop

Anche alla Bankers Life Fieldhouse di Indianapolis finale in volata con i Nuggets che ringraziano la loro panchina e il solito Andre Miller; dopo la tripla del sorpasso di Hill sull’85-82, Miller realizza 8 punti e un assist (a McGee) nel 10-0 che decide il match sull’85-92 a 61″ dalla fine, finale col brivido perché sul -3 Pacers Lawson si fa stoppare da Hill con 3″ ma l’ex Spurs non torverà il cnestro del pareggio.

Brooklyn Nets – Golden State Warriors 102-109
BKN: Blatche 22 (15 rimb), Johnson 32, Williams 23
GSW: Lee 30 (15 rimb), Thompson 13, Curry 28, Jack 15, Green 6 (10 rimb)

Stephen Curry & David Lee portano il Warriors-Show a Brooklyn e battono i Nets malgrado i 55 punti del duo J.J/D-Will; Golden State ammazza la partita dopo 3′ del 4° periodo con un break di 9-0 aperto con una bomba di Curry e chiuso da 6 punti di Lee per il +6 (89-96) a 6’37” dalla conclusione, svantaggio che i Nets non riusciranno a ricucire.

Atlanta Hawks – Washington Wizards 104-95
ATL: Stevenson 15, Smith 23 (15 rimb), Horford 14 (14 rimb), Harris 15, Teague 19
WAS: Beal 18, Nene 12, Crawford 14, Seraphin 19

Bene gli Hawks sui Wizards col solito e solido contributo dei due lunghi di coach Drew; ad 1’06” dall’intervallo lungo Bradley Beal tiene a galla i suoi sul -6 (46-40) ma DeShawn Stevenson spara 2 triple in 22″ e Teague segna sulla sirena per il +13 (54-41).

Detroit Pistons – Chicago Bulls 104-108
DET: Prince 13, Monroe 13, Knight 21, Stuckey 24, Villanueva 15
CHI: Deng 16, Boozer 24, Noah 30 (24 rimb), Belinelli 16, Hinrich 13

Italian Job: Belinelli 16 pt (4/7, 2/6, 2/2), 3 rimb (1 off), 3 ass, 2 perse

Ancora un’altra bella prestazione da titolare per Marco Belinelli e con un Noah versione Varejao i Bulls espugnano in rimonta il Palace di Detroit; Bulls che nel primo toccano anche il -17 (53-36) riuscendo però ad andare al riposo sotto solo di 5 (55-50). L’uomo della svolta è Carlos Boozer che segna 6 punti consecutivi nel break di 14-3 a metà del 4° per il +10 (93-103) a 2’26”!

New Orleans Hornets – Memphis Grizzlies 89-96
NOH: Henry 12, Anderson 15, Rivers 15, Robert 15, Smith 14
MEM: Gay 28, Randolph 15, Gasol 13, Pondexter 16

I Grizzlies rimangono la miglior squadra NBA (14-3) vincendo anche a New Orleans col miglior Rudy Gay di stagione; proprio il 22 di coach Hollins ha gelato i padroni di casa con la tripla del +7 (87-94) a 2’10” dalla fine.

Minnesota Timberwolves – Cleveland Cavaliers 91-73
MIN: Love 36 (13 rimb), Ridnour 12, Barea 10
CLE: Gee 16, Varejao 4 (14 rimb), Sloan 10, Miles 13

Kevin Love mostra i muscoli ad Anderson Varejao trascinando i T-Wolves sui Cavs, niente esordio per Ricky Rubio; Minnesota comanda per tutta la partita con Cleveland che insegue leggendo la targa, il colpo di grazia arriva a 7′ con un parziale di 13-2 per l’85-67 a 3’44”.

Milwaukee Bucks – Charlotte Bobcats 108-93
MIL: Daniels 18, Ellis 13, Jennings 15, Ilyasova 21 (12 rimb)
CHA: Kidd-Gilchrist 11 (11 rimb), Walker 16, Henderson 19

A Milwaukee pratica svolta in 24′ per i Bucks sui Bobcats; all’intervallo lungo il vantaggio dei padroni di casa è di 18 lunghezze sul 58-40 con Jennings che ha segnato tutti i suoi 15 punti nel primo tempo.

San Antonio Spurs – Houston Rockets 114-92
SAS: Duncan 12 (12 rimb), Neal 12, Parker 17, Ginobili 12, Splitter 15, Mills 12
HOU: Patterson 10, Harden 29, Douglas 10

Derby texano dominato in lungo e in largo dai San Antonio Spurs dei “Tri Amigos”, vani i 29 con 10/16 dal campo di Harden; Spurs che vanno al riposo sul +12 (57-45) e Spurs che nel 3° decidono di calare il sipario grazie ad un break di 15-0 per il +23 (81-58) a 3’29” dalla sirena del 3°. Malissimo Lin.

Utah Jazz – Toronto Raptors 131-99
UTA: Ma.Wlliams 14, Millsap 20 (10 rimb), Kamter 18, Foye 13, Mo.Williams 11 (10 ass), Hayward 17, Carroll 11
TOR: Pietrus 13, Bargnani 20, DeROzan 17, Lowry 10, Johnson 10

Italian Job: Bargnani 20 pt (7/12, 1/3, 3/4), 8 rimb, 3 perse, 2 stop

Passeggiata/allenamento per gli Utah Jazz sui Raptors rei di aver mandato ben 8 giocatori in doppia-cifra a referto; Utah scalda la mano da 3 nel 2° quarto realizzando un break di 13-2 con 12 punti arrivati da 4 triple cosecutive (Marvin William, Mo Williams, Carroll, Hayward), 56-42 e match in discesa fino alla fine.

Oklahoma City Thunder – Los Angeles Lakers 114-108
OKC: Durant 36, Ibaka 14, Westbrook 33, Martin 11, Collison 13
LAL: Howard 23 (18 rimb), Bryant 35, Duhon 14, Meeks 17

Nel big-amcth della notte i Thunder di Durant & Westbrook battono i Lakers schiantandoli nel 2° quarto; infatti il break che uccide i giallo-viola arriva nel secondi 12′ dove OKC piazza un 17-3 passando da -2 (35-37) a +12 (52-40), inoltre segneranno 32 punti (su 41 della frazione) negli ultimi 8′ per andare a l riposo avanti di 14 (67-53).

Sacramento Kings – Orlando Magic 91-82
SAC: Thompson 12, Cousins 17 (14 rimb), Brooks 11, Thomas 17, Fredette 15
ORL: Davis 20 (11 rimb), Afflalo 18, Nelson 17, Nicholson 14

DeMarcus Cousins si carica sulle spalle i King e batte i Magic; a 8’28” dalla fine Jimmer Fredette spara la bomba in transizione che vale il sorpasso sul 69-68 e da quel momento Sacramento scapperà via sul +9 (79.70) grazie anche a 6 punti consecutivi di Hayes.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B