I Lakers ri-scommetto su Gasol, torna il 22!

I giallo-viola hanno preso una decisione mettendo in ghiaccio l’ipotesi trade e dando un’altra chance allo spagnolo, pronto per Natale!

Nella notte i Los Angeles Lakers sono tornati al successo espugnano la capitale contro i disastrati Washington Wizards, vittoria che fa morale per gli uomini di coach Mike D’Antoni che verso Natale recupererà il suo giocatore di punta e anche quel Pau Gasol (32 anni) sul quale i Lakers hanno preso una decisione.

Al “Principe Catalano” i giallo-viola vogliono dare un’altra occasione per adattarsi al sistema del nuovo allenatore, il giocatore in queste partite è rimasto in borghese a fondo panchina per via della tendinite alle ginocchia ma si sta scaldando per fare il suo ritorno: “Mi sento molto meglio, non abbiamo voluto rischiare di anticipare i tempi onde evitare ricadute, abbiamo lavorato step-by-step cosicchè potessi stare fuori il tempo giusto per tornare bene”.

La data del suo ritorno è stata stimata intorno al 22 dicembre nel match casalingo contro i Golden State Warriros.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • dontrythis@home

    quasi mi dispiace scrivere e togliere alla home la definizione perfetta alla notizia NO COMMENTS

  • in your wais

    Non è che gli vogliono dare un’altra chance, è che nn se lo accatta nessuno con quel contratto…che la sua convivenza con Howard sia difficile penso che ci sia arrivato perfino D’Antoni

  • Paul

    Per come è fatto Gasol risulterebbe difficile la convivenza con qualsiasi giocatore, a meno che non acquistino suo fratello…

  • Accio

    Paul questa mica la capisco. Insomma se lo schieri da 5 (come solo può essere usato nell’era dello small ball) va daccordo con tantissimi 4 in giro per la NBA.

    Certo se vuoi giocare con le due torri e Pau da 4 è normale che non possa convivere con un 5.

  • michele

    con odom legava benissimo, erano una coppia di lunghi perfetta.

  • Paul

    @Accio
    Era una considerazione “comportamentale”, si sa che è un tipo permaloso e dalla grande(troppa) autostima.
    Quella che deve cambiare è la sua attitudine; da quando l’avevano scambiato con Paul ad oggi non è più stato lui(anche volontariamente).
    Questi problemi probabilmente non li avrebbe con il fratello, ma è una provocazione/fantabasket.