Lillard sulla sirena, Bryant vince a Philly

La tripla-doppia di Calderon batte Houston, bene Kobe a casa sua, Nuggets facili a Sacramento e il rookie batte da solo gli Hornets!

 

 

 

Toronto Raptors – Houston Rockets 103-96
TOR: Davis 13, DeRozan 19, Calderon 18 (10 rimb, 14 ass), Anderson 24
HOU: Parson 12, Morris 19, Asik 7 (13 rimb), Harden 28, Delfino 10

Italian Job: Bargnani DNP

I Toronto Raptors tornano alla vittoria e lo fanno grazie alla seconda tripla-doppia stagiona di José Calderon; partita decisa in volata dalla freddezza dei giocatori di coach Drew dalla lunetta, cruciale il 2/2 di Alan Anderson a 19″ che ha dato 4 punti di vantaggio (99-95) a 13″, sempre l’ex Virtus Bologna protagonista a 11″ con un gioco da 3 punti che ha chiuso la pratica sul 102-96.

Philadelphia 76ers – Los Angeles Lakers 98-111
PHI: N.Young 30, T.Young 14, Turner 16, Hawes 16
LAL: World Peace 19 (16 rimb), Howard 17 (11 rimb), Byant 34, Duhon 14, Meeks 12, Morris 15

Kobe Bryant torna a casa e trascina i Lakers contro i Sixers (senza Holiday); giallo-viola che comandano per tutto il match con vantaggi in doppia-cifra considerevoli, poi Phila ci mette l’orogoglio e arriva fino al -9 (82-91) ma con un 9-3 di parziale i Lakers mettono in ghiaccio la partita sul +15 (85-100). Tra l’altro career-high di rimbalzi per Metta World Peace!

Kwame Brown stoppa Howard!
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=o7zvG4dIZwg]

Sacramento Kings – Denver Nuggets 97-122
SAC: Thompson 16 (10 rimb), Cousins 19 (11 rimb), Thomas 20, Fredette 10
DEN: Gallinari 18, Koufos 12, Iguodala 11, Lawson 11, McGee 19, Hamilton 15

Italian Job: Gallinari 18 pt (5/6, 1/3, 5/5), 3 rimb (1 off), 4 ass, 1 persa

Tutto molto facile per i Denver Nuggets sul campo dei Sacramento Kings; la partita finisce praticamente all’intervallo con la tripla di Justin Hamilton che sigla il +18 (46-64) a 6″ dalla sirena.

Portland Trail Blazers – New Orleans Hornets 95-94
POR: Batum 11 (10 ass), Aldridge 20, Hickson 24 (16 rimb), Lillard 16, Babbit 10
NOH: Anderson 26, Vasquez 23 (11 ass), Davis 15

Damian Lillard emula Brandon Roy e batte sulla sirena degli Hornets coriacei che aveva accarezzato la vittoria di rimonta; New Orleans entrava nel 4° periodo sotto di 12 (65-63), poi la rimonta culminata ol pareggio a quota 92 a 50″ dall fine. Inoltre gli uomini di coach williams hanno avuto a 11″ la palla del sorpasso con Vasquez senza però trovare fortuna, 4″ da giocare, rimessa Portland e il rookie trova la bomba che uccide il match!

Lillard uccide New Orleans
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=qUnW976sgJs]

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • il manigoldo

    comunque da batum a questi discorsi non c’entra molto. contentissimo di aver trovato un blog dove si puo’ parlare con persone ragionevoli.

    @michele piuttosto, quanto era bello kd con la maglia dei sonics rispetto a quella di okc. come e’ strano il fato, simpatizzare per la squadra che ha “rubato” la franchigia di una squadra che rispettavo, ma che impedi’ uno scontro epico

    quanto avra’ pesato l’assenza di jrue holiday nei phila. per me e’ lui il most improved player dell’anno. qualcuno sa quando torna ???

    secondo voi javalone non merita qualche minuto in piu’, oppure coach karl ha trovato un giusto equilibrio. gran miglioramenti con la scuola olajuwon, il ragazzo sembra anche lui migliorare a vista d’occhio

  • Niente da dire su Bryant in attacco, ma in difesa quest’anno in particolare, non difende neanche 3 minuti filati. È questo, oltre alla solita cura estiva al ginocchio in Germania, il motivo per cui sta giocando così bene offensivamente in queste prime 25 partite.

  • il manigoldo

    @cool

    astio verso la persona e l’uomo bryant, e per il modo di giocare con il team, amore verso le prodezze e i gesti tecnici che regala in quasi ogni partita.
    c’e’ anche da dire che 1match ogni 4 e’ pure irritante.

    piu che il confronto con l’eta’ vorrei vederli col chilometraggio del mamba. 17 stagioni e non sentirle.

  • il manigoldo

    @dr dre

    condivido. chi difende e chi difendera’ sul perimetro nei lakers ? ad esempio con okc, come faranno a contenere westbrook durant e martin ? chi difendera’ su i piazzatoni di ibaka ? il tempo sara’ come sempre giudice.

  • cippo

    Bryant oggi difende il minimo sindacabile.
    Ma questo LeBron l’ha fatto sempre nei suoi primi cinque anni di nba.
    Durant e la sua non difesa sono stati uno dei fattori determinati in negativo e costati cari ai Thunder nelle ultime finali.
    Anthony solo quest’anno ha iniziato a difendicchiare.
    Jordan all’età di Kobe difendeva seriamente solo nei possessi decisivi.
    Wade non è mai stato un grande difensore,Iverson non ha mai difeso in vita sua anche per una questione di limiti a livello fisico.
    Ecco perchè la grandezza della stagione offensiva di Kobe deve andare oltre le sue carenze difensive che solitamente appartengono a tutti i grandi attaccanti.

  • cippo

    @il manigoldo

    Bryant non ha voglia di difendere ma quando si applica è ancora un difensore fastidioso.
    Vedrai che andando avanti nella stagione con il rientro di Nash che gli toglierà pressione offensiva e quando la posta in palio sarà più alta la difesa di Bryant si farà trovare pronta.
    E’ una semplice questione di voglia e non d’incapacità quindi esiste il rimedio.

  • Glory Road

    @Il manigoldo
    In una telecronaca Tranquillo ha detto che Karl a Javalone non può dare più minuti perché cerca troppo la stoppata in difesa e di conseguenza salta ad ogni finta e quindi non può stare di più in campo.

  • lob-otomizzato

    Ah quindi quei Lakers giocavano da schifo, ma, ne devi aver viste poche di partite dei Lakers in quei due anni perchè dire una cosa del genere non esiste, quando eseguivano la triangolo sistematicamente erano uno spettacolo da vedere. Hanno vinto un titolo nel 2009 con uno dei più bei pick and roll degli ultimi 10 anni tra Bryant e Gasol, le squadre che fanno schifo offensivamente sono altre tipo proprio OKC che non va al di là del penetra e scarica sistematico, se ti facevano così tanto schifo quei Lakers mi stupisce ti piacciano così tanto i Thunder, misteri della fede.

    Quanto a Bryant non so di cosa parlate, sono anni che in rs si risparmia in difesa ma una stagione del genere offensivamente parlando non la giocava da almeno 3 anni e non ha fatto nessun intervento in Germania, quello l’ha fatto lo scorso anno mica quest’estate.

  • DW3

    manigoldo

    concordo su kareem, i sonics e l’odio per i lakers ma non puoi dirmi che quel quintetto fish-kobe-artest/ariza e sotto odom e gasol giocava da schifo dai… pau e bryant da soli hanno i fondamentali di mezza nba senza contare il play di 2.11 su fai il bravo…

    nitro
    per me maywheater jr è stato pound per pound il migliore se non consideriamo i massimi… clemente ha l’aria un po’ da guascone napoletano ma è simpatico dai…

  • marimba

    kobe bryant fa 29 punti a partita e ne fa fare 35 al diretto marcatore, ritirati, sei solo uno specchio per le allodole per i bimbiminchia eccitati dagli scorer. senile.

  • il manigoldo

    @cippo

    quello che dici e’ una gran verita’, ma alla sua eta’ con i km che ha nelle gambe, e’ tutto da vedere nei playoff. vero e’ che l’anno scorso non aveva un grande play ad aiutarlo, e un allenatore inutile anche se difensivo, ma aveva un gasol e un bynum in condizioni accettabili: con i thunder e’ stato decisamente infilzato come un tordo, per non parlare della serie prima contro i nuggets … ma nash non puo garantire oltre 30 min a partita: il mamba avra’ lo stesso il suo carico offensivo con conseguente carenza in difesa ??

    @lob-otomizzato

    il manigoldo scrive:
    17 dicembre 2012 alle 15:14
    @nitrorob

    eh si che sono tifoso di okc. anche se non amo moltissimo il gioco che coach brooks propone – che probabilmente e’ il migliore per gli interpreti a disposizione, vero mike il losangelino ? -, e non concepisco le sue scelte tattiche, tipo alle finals dell’anno scorso –

    non pretendo che tu abbia seguito tutti i miei papiri, ma mi pare di essere d’accordo con te con il gioco non bellissimo e tutto fisico di okc. anche i thunder hanno un esaltato che spara spesso a salve in preda a deliri di frustrazione mista onnipotenza, cioe’ west, che pero’ non e’ l’uomo che deve dare l’esempio in squadra, ed e’ giovane e con un fisico inarrestabile. a fermarlo puo’ essere solo la sua foga. io ammiro moltissimo pau gasol, e’ un grandissimo giocatore in post, ottimo passatore, e un signore fuori dal campo. se i lakers ha vinto 2 titoli e’ solo grazie al suo arrivo; ma con houston oltre ai soliti fischi a favore al mamba, hanno rischiato di brutto contro una squadra tutto cuore e gioco- adelman e’ un allenatore e uomo vero e avrebbe meritato sempre nelle serie contro i lacustri -. non si fosse infortunato yao, a quest’ora il mamba forse avrebbe fatto le valigie. e poi a proposito di pick n roll, il piu’ bello lo facevano ai suns qualche anno prima. i lakers vanno in palla con chi ha un sistema di gioco vero che non esclude nessun elemento. pure con i thunder l’anno dopo hanno avuto la solita fortuna. ma lo dico da tifoso, e’ stato un piacere vederli asfaltati da dallas nel 2011 e dai thunder con la stessa squadra tranne odom l’anno dopo.

    @glory road

    grazie per la risposta, coach karl e’davvero un grande

    @dw3

    nella serie con i thunder al primo turno non hanno meritato per niente secondo me. tantomeno nelle finals 2010 contro boston. a livello di gioco. a un mese di distanza da barcelona-inter mi diedero la stessa impressione dei nerazzurri. che sfiga, con bynum mezzo infortunato avere poi odom play in panca al posto di glen ciccio davis che sostituiva perkins. ah dimenticavo pure rasheed con la schiena a pezzi … eran sempre una franchigia con i soliti 85 mln di $ di monte salari – come i c’s – , poverini …

  • lob-otomizzato

    vabbè poco obbiettivo fino all’inverosimile, innazitutto è un insulto alla carriera di Bryant paragonarlo a Westbrook, per favore non diciamo scemenze. Poi coi se e con i ma non si fa la storia, dove c’hai tutta sta certezza che con Yao sarebbero andati avanti lo sai solo te, Yao gara 2 la giocò pure e mi pare fosse finita con un blowout quella gara. Fischi a favore di Bryant, ok, 4 gare vinte dai Lakers con uno scarto medio di 21 punti e te t’attacchi agli arbitri, davvero divertente, tipico del tifoso italiano.

    I Lakers han vinto solo grazie a Gasol? Questo è un altro modo per sminuire Bryant e vabbè, s’è capito che ti sta sul cazzo, volevo proprio vedere dove sarebbe andato Gasol senza Kobe a salvargli le chiappe in trasferta contro Rockets e Nuggets quando si fece violentare da Scola, Martin ecc…

    Visto che poi parli di infortuni, anzi di quello che ti conviene magari bisognerebbe anche ricordarsi delle condizioni in cui Kobe e Bynum giocarono i playoff 2010, o forse ci siamo già dimenticati che uno giocò con dita rotte e ginocchio drenato mentre l’altro con un ginocchio praticamente rotto? Ah già la fortuna dei Lakers…

    Ciccio Davis è lo stesso che in quella serie fu uno dei migliori dei verdi, determinante in almeno 2 delle 3 W dei Celtics, e nel complesso giocò una serie migliore di Odom, non a caso durante quella serie Phil Jackson fu criticato aspramente soprattutto nelle prime gare per non aver cavalcato Bynum che fino a quando non degenerò a livello fisico col problema al ginocchio fu quello che difese meglio in pitturato di quella squadra.

    Leggi bene, ho detto uno dei più bei pick and roll, non il più bello, se poi a te faceva schifo non so che ti devo dire.

    P.S. No ma hai ragione eh, quei Celtics poverini, 85 mil di dollari sul cap, 4 dei primi 15 giocatori al mondo dell’epoca con una panchina di tutto rispetto, gente come Sheed, Tony Allen, Nate Robinson, mentre ad LA uscivano dalla panca morti viventi tipo Vujacic, Farmar e Shannon Brown, ma per favore.

  • @lobotomizzato
    Avevo letto che l’avesse fatto anche quest’estate prima delle olimpiadi.
    @manigoldo
    Non sono d’accordo sul gioco penoso dei Lakers dei due titoli, perché altrimenti di squadre negli ultimi 20 anni che hanno vinto giocando meglio di quei Lakers ce ne sono una o due massimo.

  • Il masturbatore seriale

    Quest ultimo commento di marimba è sospetto.. non è il suo linguaggio. È palesemente un fake. chiedo conferma a bertoli

  • gasp

    Paragonare Bryant a Westbrook mi sa che qui si sta delirando,nel 2009-10 i Lakers vinsero grazie a Gasol ma anche grazie a Artest,Odom e al re Pescatore.
    Dire di Farmar,Brown e Vujacic morti viventi mi sembra eccessivo

  • lob-otomizzato

    no non l’ha fatta più, doveva farla ma poi ha rinunciato, direi anche fortunatamente, quella cura lì in realtà ha fatto più danni che altro, vedi Bynum e Hill che stanno ancora fermi.

  • Ammiraglio

    manigoldo

    Si, i Lakers hanno vinto perchè erano fortunati, non perchè erano i più forti, si si…

  • Ammiraglio

    ma chi è che ha paragonato Bryant a Westbrook?

  • lob-otomizzato

    morti viventi, mediocri chiamali come vuoi, resta il fatto che in quei playoff quasi tutte le partite che persero i Lakers le persero per colpa della second unit che veniva sistematicamente “outscorata” dalle squadre avversarie, in particolare ricordo la serie coi Suns dove la loro panchina ci massacrò letteralmente. Io di Vujacic mi ricordo i liberi in gara 3 e gara 7, di Farmar il poster su KG in gara 6 e di Shannon Brown un paio di affondate in garbage sempre in gara 6, poi nient’altro, non incise quasi per niente la panchina in quelle finals, a differenza di quella dei Celtics.

  • lob-otomizzato

    @ Ammiraglio

    Il paragone è velato, si capisce benissimo

    “anche i thunder hanno un esaltato che spara spesso a salve in preda a deliri di frustrazione mista onnipotenza, cioe’ west, che pero’ non e’ l’uomo che deve dare l’esempio in squadra, ed e’ giovane e con un fisico inarrestabile. a fermarlo puo’ essere solo la sua foga.”

    Mi pare chiaro che l’esaltato dei Lakers sarebbe Bryant

  • gasp

    Si era un panchina niente di che ma i loro punti li facevano comunque,certamente che Vujacic,Farmar,Brown,Walton e Mbenga sono nettamente inferiori a Sheed,Robinson,Allen,Davis e Scalabrine ma non fanno cagare

  • DW3

    manigoldo

    su quella serie coi rockets rischiarono parecchio nel senso che arrivarono a gara 7 sempre stando davanti e quella gara gli asfaltarono ma non vuol dire che rano i più forti… se no non batti quei celtics che erano fortissimi… ad oggi vincerebbero a mani basse

  • DW3

    “non vuole dire che fossero i più forti”

  • gasp

    Ah,sul discorso chi meritava di vincere il ROY 2004 senza dubbio LBJ perchè se per voi uno che fa il 1°anno 20 punti,5, assist e 5 rimbalzi terzo giocatore dopo Robertson e Jordan a riuscirci non lo merita cambiate subito sport

  • Ammiraglio

    gasp

    Anthony fece 21+6+3, non 2+2+2… In più arrivò ai playoff ed è una cosa che in teoria valutano sempre negli USA.

  • gasp

    Allora se fosse cosi anche Wade lo meritava più di Lebron

  • Ammiraglio

    Gasp

    E no, il livello di Anthony e Lebron era molto diverso, al primo anno, da quello di Wade.

  • il manigoldo

    non ho paragonato westbrook a bryant. ho solo paragonato un aspetto del gioco in cui sono simili. sparacchiare “senza senso” incaponendosi eccessivamente e pensare di essere il problem solver quando non si e’ in serata. e qui nessuno lo puo’ negare. oppure mi ricordo kobe nel garbage time di una partita con denver dell’anno scorso tirare sempre gli ultimi 10 minuti per aumentare le sue statistiche come se ne avesse bisogno o dovesse far di tutto per prendere un contratto piu’ oneroso. stiamo pur sempre di uno che prende in questa stagione 27 mln di $ e la prossima 30 $. bryant sicuramente sara’ incluso tra i migliori 50 della storia, qui pare che uno sta a denigrarlo come se fosse un completo inetto. non ho detto che i lakers han vinto il titolo solo grazie a gasol, all’epoca la miglior pf/c del globo e integro fisicamente ma grazie al suo arrivo fondamentale – e, ripeto, di dubbio gusto, ma questo si sa ai fan dei lacustri da fastidio farlo notare, come gli da fastidio dire che stern nella trade per paul ha fatto bene, ma leggere meglio no eh ?? a riguardo della questione dei migliori pick and roll hai ragione, magari e’ una provocazione, ma il fatto ironico e’ che chi allenava quella squadra, era quello tanto denigrato dai lakers lovers adesso, ovvero il loro allenatore attuale. ho tanti amici che giocano e guardano basket che non tifano boston ma chicago dai tempi che furono, e confermarono pure loro la buona sorte, che si sa, magari aiuta gli audaci, e il loro sistema.
    @dw3 mi ricordo interviste di gasol dove giustamente faceva notare la perdita di mobilita’ laterale di garnett dovuto all’infortunio dell’anno prima, anche se i verdi sulla carta potevano pure essere piu’ forti, ad essere infortunati e “scorcellati” erano piu’ loro, no solo i lakers, nonche piu’ stanchi e meno rinnovati dei lakers rispetto al 2008.
    quando parlo di aiuti degli arbitri mi si accusa di italianismo, ma come detto prima ero juventino e ho abbandonato la fede proprio per queste cose. credo che mi abbia fatto scuola, o perlomeno di avermi dato dell onesta’ intellettuale in merito, poi si sa che anche nella piu bella lega di basket del mondo, qualche aiutino per far arrivare in finale le squadre piu’ potenti o perlomeno con piu’ hype, c’e’ spesso stato, ma guai a dirlo a un fan dei lakers, raccontatelo a quelli dei sacramento.

  • gasp

    Lo so ma come hai detto te “in più arrivò ai playoff ed è una cosa che in teoria valutano sempre in USA” e Wade fece le semifinali della Eastern

  • gasp

    Quindi in teoria dovevano darlo a Wade se seguo il tuo ragionamento ammiraglio

  • il manigoldo

    * ho tanti amici che giocano e guardano basket che non tifano boston ma chicago dai tempi che furono, e confermarono pure loro la buona sorte, che si sa, magari aiuta gli audaci, e il loro sistema non perfetto, e meno gradevole, ma magari piu’ vincente. e del loro gioco molto simile in momenti di difficolta’ dove la grande guardia ha risolto ben piu’ di un problema.

    ma si sa che per i lakers lovers il loro giocatore e’ il piu forte di tutti e magari gli altri quando non rendono diventano giocatori scarsi. ai lakers lovers da fastidio che la loro squadra fu asfaltata dagli spurs nel 2003 e dai pistons nell anno successivo, con squadre dal talento infinito, oppure da boston nel 2008 che era piu’ integra e piu’ forte, questo e’ vero, o da dallas nel 2011.

    a me piace il bel gioco, non avrei problemi di fede a dire che i lakers avevano il piu’ bel gioco se lo avessero davvero avuto. il talento quello, si, non gli e’ mai mancato tranne negli anni bui.

    rilassatevi, nessuno mette in discussione che dall’inizio della stagione 1999-2000 al 2004 furono indiscutibilmente i piu’ forti, sulla carta almeno per rooster, come lo sono tuttora e nei passati 3 anni

  • Ammiraglio

    gasp

    No, come è ovvio, si guardano sia i risultati individuali, per primi, e successivamente quelli di squadra.
    Anthony ed LBJ erano pari, Wade era parecchio inferiore, ed il primo arrivò ai playoff, cosa che non fece il secondo, ma che fece il terzo, pur non essendo individualmente allo stesso livello dei primi due.

    Quindi: Anthony forte, si playoff. LBJ forte, no playoff. Wade no forte, si playoff.

    E con questo non posso spiegarmi in maniera migliore 🙂

  • Marimba

    Kobe Bryant meritava il premio Mvp quando non era ancora stato inventato
    Ormai hai il fisico di Fassino, non hai un filo di muscoli, sembri appena tornato dall’isola dei famosi insieme a Shaq, Jordan, Barkley e Eddy Curry che ti rubavano tutto i cibo
    Ritirati senile

  • Glory Road

    Wade statisticamente è stato inferiore sia a LeBron che a Melo nell’anno da rookie, però una stagione da 16+4+4,5 in 34 minuti con il 46% prendendo solo 13 tiri a partita contro i 19 tiri con il 42% in 40 minuti di LeBron e i 18 tiri con il 43% in 37 minuti di Melo schifo non fa. Tra l’altro Wade ai PO ha alzato ancora il suo livello di gioco mettendo anche un game winner contro gli Hornets, mentre Melo ai PO ha avuto un’involuzione delle sue cifre.
    Comunque il ROY si basa sulla stagione regolare e probabilmente il risultato più giusto sarebbe stato un ex aequo tra LeBron e Melo.

  • lob-otomizzato

    a me non mi da fastidio proprio un cazzo, sai com’è, aver vinto 5 titoli in 12 anni mi fa ampiamente baipassare la delusione per un’uscita con gli Spurs per un in and out di Horry, asfaltati ahahahahahaah, al paese mio asfaltare è un’altra cosa, tipo quando gli abbiamo dato uno sweep nel 2001 e un 4-1 nel 2008, te l’ho già detto l’odio verso i Lakers ti sta facendo un pò stragionare. Quei Lakers non giocavano il miglior basket? Liberissimo di pensarlo, dire invece che giocavano da schifo è semplicemente da incompetenti. Riguardati qualche partita vah che è meglio.

  • in your wais

    “tipo quando gli abbiamo dato uno sweep nel 2001 e un 4-1 nel 2008”

    Ogni volta che sento gente che abita a Crotone o Canicattì dire queste smargiassate…”abbiamo”…ma che cazzo hai fatto tu, a parte masturbarti pensando a Kobe bello?

    Ma dai su, torna almeno alle elementari, non ti si può sentire (fermo restando che, assurdo, condivido anche molte delle cose che dici…ma datti una regolata, chi cavolo sei, Gallo=Bird sotto mentite spoglie?)

  • gasp

    Sai ammiraglio che sono duro da capire quindi mi serve tempo 🙂
    Forse sarebbe stato meglio come dicono molti un ex aqueo ma Lebron lo ha meritato eccome

  • DW3

    IYW

    sono daccordo con la nazionalità nel senso che l’apparteneza la senti per qualcosa che hai vissuto e toccato con mano con ideali che hai solo visto a scuola… però non mi fa mai piacere veder perdere un connazionale in qualsiasi situazione…

    manigoldo
    quei celtics del 2010 (che avevano un centro coi maroni e un signor play rispetto al 2008) avessero avuto il vero garnett e magari perkins i gara 7 erano imbattibili… la grandezza di kobe però sta anche in questo, ditemi quale esterno della storia moderna si è presentato così in forma ad una serie finale a 33-34 anni… la maserati come dice buffa la devi anche saper mantenere…