Ainge tentato dal colpo Tyreke Evans!

Affare difficile ma che al GM dei verdi stuzzica molto, riuscire a portare l’esterno dei Kings nel Massachusetts per febbraio.

Il nome di Tyreke Evans (23 anni) sarà senza dubbio tra quelli che gireranno di più durante la dead-line di febbraio ,ad oggi  non è che ci sia proprio la coda alla porta del GM Geoff Petrie ma dalla Eastern Conference un GM ha particolarmente a cuore il prodotto di Memphis.

Stiamo parlando di Danny Ainge e dei Boston Celtics, il GM è sempre stato attratto dall’esterno sin dai tempi del college e non gli dispiacerebbe vederlo con l’uniforme dei Celtics, l’operazione è al quanto complicata ma Boston sarà tra le squadre più attive visto che Avery Bradley (22 anni) è ancora fermo e Courtney Lee (27 anni) non sta mostrando i numeri dell’anno scorso a Houston.

La certezza assoluta è che Evans non finirà la stagione in California alla corte dei Kings, la società e lo staff tecnico hanno fatto capire che non c’è bisogno dei suoi servigi e se riuscissero a cederlo riuscirebbero almeno a risolvere una delle tante grane interne, contrattualmente Evans percepisce $5 milioni in questa stagione.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Haka

    Questo è uno dei più grandi bluff della storia Nba, prima stagione da fenomeno poi buio pesto, lo paragonerei al Saviola del Barcellona

  • laert

    lo vedrei abbastanza bene nei verdi…chissà che con rondo a servirlo ritorni ai livelli mostrati al primo anno

  • Paul

    Il talento c’è, però è un enigma tecnico: fisicato per essere un play, grande controllo del pallone e capacità di battere l’uomo, grandi difficoltà al tiro.
    A condizioni accettabili io ci proverei.

  • Falcio

    Quoto laert, giocare con Rondo anziché giocare con Brooks e Fredette potrebbe fare un minimo la differenza (con tutto il rispetto per Brooks e Fredette eh.. 😀 ).

  • Bulls91

    Cmq è un giocatore di 23 anni che viaggia a + di 15 punti a partita… e con Rondo potrebbe solo che farne di più. Secondo me il fatto che può giocare in + ruoli non gli ha ancora consentito di trovare la sua collacazione ma in futuro non potrà essere che un vantaggio per lui e per chi lo prende.

  • Ammiraglio

    Per me, il fatto che cambi aria non può che fargli bene. Credo sia la stessa situazione di OJ Mayo, giocatore dal potenziale eccezionale, ma che non si trovava in quel contesto. Cambiato contesto è “esploso”.
    Spero accada lo stesso ad Evans, e perchè no, magari in quel di Boston.

  • Il Nichilista

    Mayo ha una classe che Evans se la sogna di notte, non facciamo paragoni. Che imparasse a tirare Tyreke che ha delle percentuali a dir poco vergognose

  • Ammiraglio

    nichilista

    Evans ha fatto vedere cose al primo anno che sono di tutto rispetto. Si parlava di lui come di un fenomeno, possibile che questo si sia rincretinito tutto insieme?

  • Gabrymyk

    più che altro mi piacerebbe sapere Boston cosa avrebbe di interessante per i Kings. Evans mi sembra un bell’asset e Boston non mi sembra abbia un 3, che è quello che credo manchi a loro per completare il roster. La butto lì,Jeff Green?

  • Il Nichilista

    @Ammiraglio
    Evans non ha mai saputo tirare in vita sua. Non te n’eri mai accorto? Mette un jumper ogni 5 minimo, salva le percentuali un minimo con le penetrazioni che quelle ok le sa fare, ma sono cmq sempre molto basse.
    Che razza di esterno è uno che tira male come lui e per giunta nemmeno difende?!?!

  • michele

    mi sembra una sciocchezza.

  • Paul

    Cito una perla di saggezza di Pozzecco in telecronaca sky:”Tyreke Evans è LeBron James, quando aveva 14 anni”.

  • Ammiraglio

    nichilista

    è un penetratore, non un tiratore, questo è ovvio ( me ne sono già accorto, grazie della domanda); ciò non toglie che non sia un patto intergalattico come viene spacciato ultimamente.

  • alert70

    Lo cederemmo volentieri. Ai Kings non ha senso. Non è un fenomeno ma uno che no n sai dove metterlo. Può far tutto benino senza eccellere. La penetrazione è il suo forte, per il resto latita. La prima stagione fu un mix di fortuna, entusiasmo e campagna del team a suo supporto. Giocavano per lui. Aveva un marea di tiri a disposizione. Ora è giunto il momento di andarsene. Per il bene suo e del team.

    Celtics? Boh. Certo il sistema Rivers e gli interpreti non hanno nulla a che vedere con il Kings e forse potrebbe risalire la china. Sarebbe un bell’azzardo. Ovviamente se potessi scegliere prenderei Green.